COVID,GIU’ CONTAGI E MORTI NEL MONDO:IN EUROPA +6% CASI

In Italia ulteriori 56.166 contagi e altri 75 morti - I dati dalle Regioni - Covid Italia, Andreoni: "Presto 100mila contagi"

24_6_2022.jpg

cms_26542/covid-mondo.jpg

cms_26542/2_OMS-logo.jpgCovid, giù contagi e morti nel mondo: in Europa +6% casi

Calano i nuovi contagi e i nuovi morti di Covid nel mondo, secondo l’ultimo aggiornamento dell’Organizzazione mondiale della sanità. Nella settimana dal 13 al 19 giugno sono stati segnalati oltre 3,3 milioni di contagi (-4%) e oltre 7.500 decessi (-16%), portando il bilancio totale da inizio pandemia a oltre 536 milioni di casi confermati e oltre 6,3 milioni di morti. I nuovi contagi aumentano però nella regione europea dell’Oms (oltre 1,2 milioni, +6%), nonché nel Sudest asiatico (+46%) e nel Mediterraneo orientale (+45). In Europa prosegue comunque la diminuzione dei morti (poco meno di 2mila nuovi decessi, -26%).

Nel bollettino settimanale l’agenzia ginevrina ribadisce che "le tendenze rilevate dovrebbero essere interpretate con cautela, poiché diverse nazioni stanno progressivamente cambiando le strategie di testing, con una riduzione complessiva dei tamponi eseguiti e quindi un minor numero di casi segnalati".

Nel mondo il maggior numero di nuovi casi Covid settimanali è stato segnalato da Usa (652.217, -12%), Cina (406.401, -19%), Germania (356.414 +10%), Brasile (256.034, -9%) e Francia (253.322, +33%), mentre il maggior numero di nuovi decessi da Usa (1.858, -13%), Cina (1.044, -13%), Brasile (956, -3%), Federazione Russa (443, -11%) e Italia (338, -24%).

Nella regione europea dell’Oms, 21 Paesi hanno riportato aumenti dei nuovi contagi del 20% o più, con la crescita più alta registrata da Isola di Man (+272%), Uzbekistan (+164%) e Kosovo (+151%). Il numero maggiore di nuovi casi settimanali è stato registrato da Germania (356.414, 428,6/100mila abitanti, +10%), Francia (253.322, 389,5/100mila, +33%) e Italia (210.840, 353,5/100mila, +47%), mentre in testa per nuove morti riportate ci sono Federazione russa (443, meno di 1/100mila, -11%), Italia (338, meno di 1/100mila, -24%) e Francia (272, meno di 1/100mila, +6%).

cms_26542/4.jpg

cms_26542/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 56.166 contagi e altri 75 morti

Sono 56.166 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 75 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 248.042 tamponi, tra molecolari e antigenici, con un tasso di positività che sale al 22,6%. Gli attuali positivi sono 652.572 (+27.559) e i dimessi/guariti sono 17.251.095 (+29.798). I deceduti in totale sono 167.967.

In aumento i ricoveri ordinari per un totale di 5.064 (+117) pazienti. Mentre è invariato il numero della terapie intensive per un totale di 216 pazienti e 31 ingressi del giorno.

cms_26542/italia.jpg

Dati dalle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 23 Giugno 2022)

LOMBARDIA - Sono 8.507 i nuovi casi di Covid in Lombardia, a fronte di 38.099 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 22,3%. Nelle ultime 24 ore sono morte 15 persone, per un totale di 40.753 decessi nella regione da inizio pandemia. Stabile a 18 il numero di pazienti in terapia intensiva, mentre nei reparti Covid ordinari i ricoverati salgono a 689, 14 più di ieri. Nel territorio metropolitano di Milano i nuovi casi sono 2.995, di cui 1.225 nella città capoluogo. Seguono Monza e Brianza con 920 contagi, la provincia di Brescia con 903, Varese con 726, Bergamo con 583, Pavia con 495, Como con 474, Mantova con 353, Lecco con 280, Cremona con 210, Sondrio con 142 e Lodi con 136.

LAZIO - "Oggi nel Lazio, su 4.974 tamponi molecolari e 24.667 tamponi antigenici per un totale di 29.641 tamponi, si registrano 6.879 nuovi casi positivi (+286); sono 9 i decessi (+3), 553 i ricoverati (+10), 50 le terapie intensive (-5) e +4.688 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 23,2%. I casi a Roma città sono a quota 4.141". Lo riferisce l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano. Nel dettaglio, questi i numeri delle ultime 24 ore. Asl Roma 1: sono 1.491 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 2: sono 1.574 i nuovi casi e 2 i decessi; Asl Roma 3: sono 1.076 i nuovi casi e 5 i decessi; Asl Roma 4: sono 245 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 5: sono 507 i nuovi casi e 1 decesso; Asl Roma 6: sono 648 i nuovi casi e 1 decesso.

Nelle province si registrano 1.338 nuovi casi. Asl di Frosinone: sono 437 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl di Latina: sono 568 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl di Rieti: sono 121 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl di Viterbo: sono 212 i nuovi casi e 0 i decessi.

SARDEGNA - Sono 1.999 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 23 giugno 2022 in Sardegna, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri c’è stato un morto nell’isola, un 73enne del cagliaritano. Nelle ultime 24 ore sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 6.057 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 8, stesso dato di ieri, mentre quelli in area medica sono 104, 5 in meno di ieri. In isolamento domiciliare 17.595 persone.

SICILIA - Sono 4.349 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 23 giugno 2022 in Sicilia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 11 morti per un totale di 11.146 dall’inizio dell’emergenza pandemica. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 23.147 tamponi, tra molecolari e antigenici. Da ieri i guariti sono stati 3.265. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 635, mentre si trovano in terapia intensiva 25 pazienti. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 1.544 a Palermo, 1.511 a Catania, 972 a Messina, 366 a Ragusa, 233 a Trapani, 434 a Siracusa, 155 a Caltanissetta, 314 ad Agrigento e 88 a Enna.

EMILIA ROMAGNA - Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.537.383 casi di positività, 4.170 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.657 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 9.081 molecolari e 7.576 test antigenici rapidi. Sono 5 i decessi. Questi numeri non comprendono il Circondario imolese, dove per problemi informatici non è stato possibile caricarli. Saranno pertanto recuperati e comunicati nei prossimi giorni. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 25%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 28 (-1 rispetto a ieri, -3%), l’età media è di 66,7 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 776 (+19 rispetto a ieri, +3%), età media 75,6 anni.

Le persone complessivamente guarite sono 2.091 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.486.673. Purtroppo, si registrano 5 decessi: 1 in provincia di Reggio Emilia (una donna di 82 anni); 1 in provincia di Ferrara (una donna di 99 anni); 3 in provincia di Ravenna (due donne di 64 e 73 anni, un uomo di 78 anni). Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Parma, Modena, Bologna, Forlì-Cesena e nel Circondario Imolese. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 17.057.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.573.071 dosi; sul totale sono 3.793.636 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,4%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.918.503.

TOSCANA - Sono 3.316 i nuovi contagi da coronavirus oggi 23 giugno in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registra un altro morto. I nuovi casi, 635 confermati con tampone molecolare e 2.681 da test rapido antigenico, portano il totale a 1.186.243 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 1.139.643 (96,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 1.883 tamponi molecolari e 11.613 tamponi antigenici rapidi, di questi il 24,6% è risultato positivo. Sono invece 4.354 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 76,2% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 36.451, +7,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 296 (stabili rispetto a ieri), di cui 9 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 84 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’età media dei 3.316 nuovi positivi odierni è di 46 anni circa (9% ha meno di 20 anni, 26% tra 20 e 39 anni, 33% tra 40 e 59 anni, 24% tra 60 e 79 anni, 6% ha 80 anni o più).

ABRUZZO - Sono 1.282 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 23 giugno 2022 in Abruzzo, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri c’è stato un morto che porta il totale delle vittime a 3.371. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2.137 tamponi molecolari e 4.774 test antigenici. Da ieri sono guarite 628 persone.

Gli attualmente positivi sono 20.589, di questi, 107 pazienti, 2 in meno rispetto a ieri, sono ricoverati in ospedale in area medica; 3 in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi L’Aquila a 333 in più rispetto a ieri, 329 a Chieti, 246 a Pescara e 278 in provincia di Teramo.

CALABRIA - Sono 1.178 i nuovi contagi da covid in Calabria secondo il bollettino di oggi, 23 giugno. Si registrano inoltre altri 2 morti. 4.511 i tamponi effettuati, +764 guariti, il totale dei decessi nella regione sale a 2.656 decessi. Il bollettino, inoltre, registra +412 attualmente positivi, -2 ricoveri (per un totale di 144) e, infine, +2 terapie intensive (per un totale di 7)

cms_26542/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_26542/ANDREONI_Massimo.jpgCovid Italia, Andreoni: "Presto 100mila contagi"

"L’aumento dei contagi" covid "era inevitabile ed atteso. E’ vero che oggi abbiamo a che fare con un virus con una ridotta patogenicità ma ha una altissima capacità di diffondersi" e sul rischio che si arrivi presto a 100mila casi al giorno, ieri quasi 54mila contagi, "è molto probabile con questa circolazione e con meno attenzione alle misure di contrasto". Così Massimo Andreoni, primario di infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), commenta il brusco rialzo dei contagi nell’ultima settimana.

Sull’aumento anche dei ricoveri in ospedale, Andreoni precisa che "a finire in ospedale per Covid non sono solo gli anziani fragili, chiaramente oggi quelli più a rischio con Omicron 5, ma anche giovani. La malattia alcune volte può avere un decorso particolarmente virulento, si può avere la febbre alta. Ecco - chiosa - perché dobbiamo ancora essere prudenti".

L’infettivologo concorda con chi, come l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, ha richiamato l’attenzione sull’uso della mascherina se ci sono situazione di affollamento o al chiuso: "L’assessore ha ragione, la curva continuerà a salire e quindi dobbiamo ancora una volta tornare ad essere prudenti e - conclude Andreoni - ad usare il dispositivo di protezione quando serve".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos