Venezia dopo il lockdown... Silenzi

Viaggio fotografico di Aldo Rossetti (Esperto in fotografia artistica)

08_ARTE_DELLA_FOTOGRAFIA.jpg

Molte volte girando per la città, mi sono chiesto, come potrebbe essere Venezia senza le orde di turisti che quotidianamente la prendono d’assalto e indirettamente violano la struttura di una città fragilissima e unica al mondo.

Fino a poco tempo fa, immaginare Venezia vuota era quasi impossibile, sicuramente difficile da pensare o semplicemente da ipotizzare.

All’improvviso, l’inaspettata pandemia, ha svuotato le strade, resi deserti i campi, ha fermato l’acqua nei canali e nei rii, rendendola trasparente e pulita, ha interrotto il chiasso e il rumore assordante di una città che era diventata quotidianamente invivibile a causa di turismo selvaggio e senza regole.

Non vi parlerò di questo però, o della stranezza di vedere una Venezia vuota, o di piazza San Marco deserta, quello che vi voglio raccontare attraverso i miei dodici scatti, è quello che mi ha colpito in maniera forte, intima, e che ho realizzato dopo qualche ora che fotografavo percorrendo una città irreale.

Dopo qualche giorno ho rivisto quelle foto, ho vissuto e sentito quel silenzio.

E’ questa sensazione che voglio raccontare, che voglio narrare, attraverso questo viaggio fotografico. E’ quel silenzio assordante, quel silenzio sicuramente unico, per me irripetibile di una Venezia immobile, è anche per questo, desolatamente bella e nostalgica.

Non ricordo a memoria, di aver mai visto una Venezia così…

cms_18867/1.jpg

cms_18867/2.jpg

cms_18867/3.jpg

cms_18867/4.jpg

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App