VERSTAPPEN DOMINA E I PILOTI MERCEDES SI DIVIDONO

Hamilton elogia il team per il secondo posto, mentre per Bottas, terzo, la «strategia è stata tutt’altro che ideale»

1596988150copertina.jpg

Chissà se il mondiale non possa iniziare ad avere un’altra storia, scritta dalla Red Bull n° 33 e non dalle rosse di Maranello. Il Gran Premio del 70° anniversario della Formula 1 di Silverstone, quinta prova stagionale, lo ha vinto, un po’ a sorpresa, Max Verstappen con la Red Bull, precedendo le Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, rimasto molto amareggiato alla fine della gara, soprattutto per la strategia adottata dal team nel gestire la sua gara riguardo al cambio degli pneumatici. Come accennato, la vittoria del pilota olandese, la nona in carriera, ha un po’ sorpreso tutti, considerata la pole Mercedes e la grande partenza delle macchine tedesche al via di gara. Alla fine hanno prevalso le migliori idee dal muretto delle scuderie, potendo definire la prova di ieri: un gp di gestione delle gomme. Infatti, la strategia Red Bull è stata quella di tenere in pista il più possibile la monoposto di Super Max, gettando scompiglio nel team gestito da Toto Wolff che, sul finale di gara, ha sacrificato sull’altare di Hamilton la macchina di Bottas, fino a quel momento alle spalle della Red Bull.

cms_18604/fot_1.jpg

Nulla ha potuto il pilota finlandese, a due giri dal termine della corsa e con i pneumatici usurati, contro il sorpasso del proprio compagno di squadra che, nel frattempo, aveva montato le gomme fresche. Ottimo quarto posto per la Ferrari di Chrales Leclerc, partito da metà griglia, protagonista di una parte centrale della gara molto bella e correlata da alcuni giri veloci. Un altro giorno sfortunato, dopo le qualifiche, invece, è stato quello vissuto da Sebastian Vettel che lo ha visto andare in testa coda a inizio corsa, terminata alla fine senza punti. Così, si allontanano definitivamente per il 3 volte campione del mondo le possibilità di salire sul gradino più basso del podio a fine stagione. Prossimo appuntamento a domenica prossima in Catalogna per il GP di Spagna.

cms_18604/foto_3.jpg

LA GARA – 13ma pole di Bottas in carriera, seguito da Hamilton; quarta fila per Leclerc, mentre Vettel, non centrando le Q3, parte dalla 11ma posizione. Di nuovo Hulkenberg in pista in sostituzione di Perez, positivo al coronavirus. Partenza con testa coda di Vettel in curva 1, Leclerc scende alla decima posizione, mentre è già duello tra le due Mercedes. Dopo 7 giri, Albon esce per il cambio gomme e Leclerc si prende la nona posizione. Verstappen, intanto, gira veloce e si avvicina ad Hamilton a meno di 1’’. Al 13° giro le ruote di Hamilton iniziano ad avere problemi di blistering, permettendo a Verstappen di avvicinarsi con il DRS. Dopo il pit stop delle Mercedes, Verstappen guida la testa della corsa, seguono Stroll, Bottas, Hamilton, Leclerc e Sainz; dodicesimo Vettel. A 25 giri dal termine, Verstappen va al pit stop e mette la gomma gialla; rientra in pista alle spalle di Bottas, ma si riprende subito la testa della corsa. Al 29° e 30° giro Leclerc gira più veloce di tutti. Al 41° giro Leclerc è a 2’’ dalla terza posizione occupata da Bottas. Hamilton è costretto, suo malgrado, a rientrare ai box per sostituire le gomme usurate; adesso Lelcerc è terzo, ma deve gestire le gomme e andare più lento. Hamilton ha le gomme fresche che gli permettono di riprendere prima Leclerc e poi Bottas. Vince Verstappen (Red Bull), segue Hamilton (Mercedes), Bottas (Mercedes), Leclerc (Ferrari), Albon (Red Bull), Stroll (Racing Point), Hulkenberg (Racing Point), Ocon (Renault), Norris (Mc Laren) e Kvyat (Alpha Tauri). La classifica piloti: Hamilton 107 punti, Verstappen 77 pt, Bottas 73, Leclerc 45, Norris 38, Albon 36; solo 10 punti e decima posizione per Vettel.

cms_18604/foto_4.jpg

I protagonisti

Vesrtappen: Non me l’aspettavo assolutamente. Sembrava fossimo molto delicati sulle gomme. Invece siamo riusciti a continuare a spingere. La strategia è stata quella giusta, io non voglio gestire, voglio attaccare i miei avversari e oggi riuscivamo a farlo

Hamilton: Una sfida enorme, loro (Red Bull, ndr) avevano qualcosadi più rispetto a noi oggi. Avere un blistering così severo, non è normale. La Pirelli ha aumentato la pressione e adesso le gomme sembrano de palloni. Sicuramente il team lavorerà sodo perché è da molto tempo che non avevamo un problema così.

Bottas: È molto frustrante partire dalla pole e chiudere al terzo posto. Abbiamo avuto una strategia tutt’altro che ideale. Quando ho cominciato a spingere le gomme sono crollate. Le gomme, è come se bollissero e perdi aderenza, andiamo a Barcellona voltando pagina

(Photo courtesy Formula 1.com)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App