VERSO QATAR 2022: L’ITALIA SPRECA, MA VINCE ANCHE IN LITUANIA (0-2) ED È PRIMA A PUNTEGGIO PIENO

Mancini: “Non è stato facile perché manca la brillantezza, ma abbiamo creato tanto”

16172346171_4_2021_VERSO_QATAR_2022__L_ITALIA_SPRECA__MA_VINCE_ANCHE_IN_LITUANIA.jpg

A Vilnius, in una gara valida per le qualificazioni ai campionati mondiali di calcio ‘Qatar 2022’, l’Italia supera anche la Lituania (2-0) e chiude a punteggio pieno questo primo blocco di partite.

Una vittoria meritata soprattutto grazie ad un secondo tempo travolgente quando l’Italia non solo realizza due gol con Sensi e Immobile, ma gioca con personalità e determinazione sprecando l’impossibile. Tuttavia c’è un aspetto che non va sottovalutato: la solidità difensiva. Anche contro la Lituania, infatti, l’Italia ha rischiato veramente poco e soprattutto non ha incassato gol. Ma non è novità per la squadra di Roberto Mancini che non subisce reti da più di 540 minuti. Una qualità importante per una squadra che ha grandi ambizioni.

Per la Lituania, invece, gli obiettivi sono diversi e la strada è tutta in salita. Dopo due gare e zero punti, infatti, resta all’ultimo posto in solitaria.

PARTITA IN SINTESI

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

Il CT lituano,Urbonas, con il 4-5-1 schiera: Svedkauskas; Girdvainis, Beneta, Valtkunas, Mikoliunas; Novikovas, Dapkus, Simkus, Slivka, Sirgedas; Cernych.

Con il 4-3-3, invece, il CT azzurro, Mancini, manda in campo: Donnarumma; Toloi, Mancini, Bastoni, Emerson; Pellegrini, Locatelli, Pessina; Bernardeschi, Immobile, El Shaarawy.

Buon avvio dell’Italia che schiaccia la Lituania nella propria metà campo, ma il lungo possesso palla si rivela alquanto sterile. Così, al di là di un paio di conclusioni dalla distanza di Pellegrini (5’) e di Emerson (41’) deviate in angolo dal portiere Svedkauskas, il primo tempo è stato avaro di emozioni. Nella ripresa entra in campo un’Italia decisamente più determinata. Dopo un paio di minuti, infatti, Sensi (47’) appena entrato porta in vantaggio gli azzurri grazie ad una gran conclusione dalla distanza. Galvanizzata dal gol l’Italia si sblocca. Velocizza la manovra, schiaccia gli avversari nella propria metà campo e sfiora ripetutamente il gol con Pessina (49’), Immobile (49’, 56’, 63’, 68’ e 79’) e Locatelli (54’ e 83’). Dopo aver sprecato tanto la Lituania va vicina al pareggio con Tautavydas Eliosius (73’), ma Donnarumma devia in angolo. Sembra finita, ma proprio all’ultimo respiro Immobile (94’) raddoppia per l’Italia su calcio di rigore.

FOTO 2

Abbiamo avuto qualche difficoltà - ha dichiarato il CT, Roberto Mancini, ai microfoni di Rai 1 – ma era la terza partita in sette giorni e abbiamo giocato su un campo difficile. Tuttavia nella ripresa abbiamo creato tanto occasioni e se avessimo segnato prima avremmo sofferto un po’ meno. Abbiamo rischiato perché eravamo alla ricerca del gol e non eravamo benissimo in campo. Abbiamo commesso qualche errore tecnico di troppo anche per il rimbalzo irregolare del pallone. Non è stato facile perché manca la brillantezza e le partite sono difficili. Solo se le sblocchi diventa tutto più facile perché si creano maggiori spazi. Immobile? Ha fatto il massimo di ciò che può fare e la condizione fisica non è delle migliori per lui come per altri calciatori”.

Dopo un primo tempo non semplice, in effetti, la squadra - complice l’ingresso in campo di alcuni titolari (come Sensi e Chiesa) ed un atteggiamento diverso - si è ritrovata.

Ma nel primo tempo, al di là della modestia degli avversari, ci si aspettava di più da questa nazionale. Sono mancati gli automatismi, le occasioni vere da gol, le giocate importanti e l’intesa fra calciatori che non si ritrovano quasi mai insieme in campo. Insomma, l’ampio turnover deciso da Mancini non ha pagato. Perché nella ripresa, in verità, il CT azzurro ha risistemato la squadra e l’Italia ha creato cinque palle gol clamorose che un po’ per imprecisione, un po’ per sfortuna, non ha dato i frutti sperati.

Ma bisognava vincere e l’Italia lo ha fatto conquistando altri tre punti determinanti per la classifica e allungando, tra l’altro, la striscia di risultati utili consecutivi che dura, ormai, da 25 gare (con 5 pareggi e 20 vittorie). Un bilancio positivo, dunque, per la Nazionale di Mancini che è riuscita a conquistare tre preziose vittorie in vista dei prossimi campionati mondiali. Dopo l’Irlanda del Nord, infatti, l’Italia ha sconfitto la Bulgaria e la Lituania chiudendo, dopo queste tre giornate, al primo posto del Gruppo C con 9 punti, seguita dalla Svizzera (6) che però in questo turno ha riposato.

(Foto da adnkronos.com Ipa e Fotogramma - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos