VENTIMILA EURO PER LA VITA DI UNA DONNA

CONFESSA L’ASSASSINO DI ILENIA FABBRI

1615519188VENTIMILA_EURO_PER_LA_VITA_DI_UNA_DONNA.jpg

Finalmente una svolta decisiva sul caso dell’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne, sgozzata all’alba dello scorso sei febbraio nella sua abitazione in via Corbara a Faenza (MI). Tutto è partito dalla confessione di Pierluigi Barbieri, il 53enne detto Zingaro”, che dopo un lungo interrogatorio, ha confermato di essere l’esecutore materiale dell’omicidio indicando in Claudio Nanni, ex marito della vittima, come il mandante. Barbieri ha inoltre dichiarato che l’ex marito gli avrebbe suggerito di non uscire dalla casa di Ilenia, senza averla uccisa, per poi simulare un furto finito in tragedia. Per l’omicidio dell’ex moglie il Nanni gli avrebbe promesso una somma di denaro pari a ventimila euro ed un auto. Al momento, sia il Barbieri che Claudio Nanni si trovano in carcere e durante l’interrogatorio, anche l’ex marito della donna, risponde alle domande del G.I.P. fornendo una versione molto diversa da quella dell’esecutore. Dichiara e conferma di aver si mandato il Barbieri dalla sua ex, ma non per ucciderla, ma solo a scopo intimidatorio, perché, a suo dire, la donna gli chiedeva continuamente soldi.

cms_21242/foto_1.jpg

Per entrambi l’accusa è quella di omicidio, mentre per le aggravanti la situazione è diversa perché, secondo le indagini condotte dalla Polizia, coordinate dal P.M. Angela Scorza, per Nanni si contesta la premeditazione, l’aver agito per motivi abietti e contro la coniuge, mentre per Barbieri l’aggravante della premeditazione potrebbe essere attenuata dall’aver confessato il delitto, circostanza questa che potrebbe scongiurarli la pena dell’ergastolo. Per quanto riguarda il compenso corrisposto al Barbieri le indagini degli inquirenti si sono focalizzate sulla somma di denaro trovata a casa del killer subito dopo l’arresto, una cifra pari a poco più di duemila euro. Anche il procuratore capo Daniele Barberini, subito dopo gli arresti, ha assicurato che ci sono in corso indagini bancarie, nonostante non ci siano grandi aspettative: “perché non credo che troveremo un assegno”. Sempre secondo le ultime indagini, la consegna della cifra di duemila e duecento euro, sarebbe avvenuta non più tardi dello scorso ventinove gennaio, data corrispondente all’ultimo contatto tra il Nanni e il barbieri a Faenza, circostanza però negata da Barbieri durante l’interrogatorio del G.I.P.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos