VAN GOGH ALIVE – THE EXPERIENCE

La mostra al “Teatro Margherita” di Bari fino a febbraio

1545279502VAN_GOGH_ALIVE__THE_EXPERIENCE.jpg

Non tutti hanno la possibilità di poter viaggiare in giro per il mondo e magari imbattersi nelle opere di Vincent Van Gogh. Fino a poco tempo fa, per chi ha sempre desiderato scoprire il genio del pittore olandese, le uniche possibilità, oltre a vedere le opere realmente in un museo, sono state quelle di acquistare un libro o di guardare uno dei tanti docu-film prodotti per le emittenti televisive pay for view. Finalmente, oggi, grazie a "Van Gogh Alive - The Experience" tanti stanno avendo la possibilità di poter ammirare, seppur solo in maniera multimediale, le opere del grande artista vissuto nell’800.

cms_11202/Foto_1.jpg

E dopo il successo di pubblico e critica in Australia, USA e Russia, e aver superato in Italia le 500 mila visite, anche il capoluogo pugliese sta facendo registrare in queste ore un notevole successo, almeno, per il numero di visitatori. Sia ben chiaro che le tele non ci sono: le “Notti stellate…”, i “Campi di grano…”, “i Girasoli” e altri capolavori continuano a rimanere custoditi nei musei dei Paesi Bassi.

cms_11202/Foto_2.jpg

La mostra schermo-visiva, allestita fino a febbraio nella rinata cornice del Teatro Margherita, consente di immergersi in un ambiente illuminato esclusivamente dalle immagini delle opere del grande maestro, così nitide e reali da coinvolgere emotivamente il visitatore e farlo sentire totalmente inserito nel contesto delle opere (effetto immersivo). Grazie alla tecnologia SENSORY4™, con l’utilizzo di 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround si realizza uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Lo spettatore diventa, così, “parte integrante” delle opere, scorgendo i dettagli nei minimi particolari.

cms_11202/3.jpg

“Van Gogh – The Experience”, si apre con la vita e le opere di Van Gogh grazie a pannelli esplicativi, ed è in linea con la magia evocata dalle opere: l’elegante ambiente della palazzina liberty si articola in più sale che hanno la caratteristica di essere molto vaste, in questo modo le immagini sono proiettate nelle quattro dimensioni nel quale le opere originali si ingigantiscono in proiezioni a 360° ad altissima definizione fondendosi con musiche, luci, colori. A rendere ancor più suggestiva l’atmosfera generale è la vibrante colonna sonora, con le musiche di Vivaldi, Schubert, Bach, Handel, Satie. Insomma, una vera esperienza emotiva a contatto con la vita e le opere di un personaggio morto suicida e povero, vero inventore dell’arte moderna.

(La riproduzione delle foto è riservata)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App