Un”territorio” poco esplorato dalle donne, la Massoneria

donne,_la_Massoneria.jpg

Sono stata sempre affascinata dagli ambienti poco conosciuti, dalla posizione della “donna “ in vari momenti della storia, dell’arte, della politica, della massoneria.

La posizione delle donne all’interno della Massoneria è complessa e controversa. In molti hanno sostenuto e continuano a sostenere che solo gli uomini possono diventare massoni.

cms_18427/1v.jpgCiò , a causa del “ Landmark” ossia della regola massonica stabilità dal reverendo inglese James Anderson nel 1723 nelle sue Costituzioni che avrebbero riunito tutte le regole della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, considerata la Loggia “Madre” della Massoneria mondiale. Anderson vedeva la massoneria come una forma di solidarietà maschile; ha vietato sotto la mentalità collettiva dell’epoca l’ingresso delle donne in Loggia, perché con la loro presenza, sensibilità, sensualità, fragilità, potevano interferire nel comportamento degli uomini.

Sono di opinione che le donne hanno un’evoluzione spirituale diversa, anche alla causa della maternità, sono anime elette. Tante donne sono state sempre interessate ad un senso più alto alla loro vita, hanno una profondità di pensiero straordinario, il loro interesse per la conoscenza è vivo e autentico. Queste qualità possono aumentare i tratti femminili facendole diventare più graziose, più vibranti. Quello che era una volta la donna nella società matriarcale.

Sono tanti esempi nella storia che ci insegnano che la donna non è stato un elemento pur decorativo:

cms_18427/Cleopatra.jpg

Cleopatra, regina egizia, la più famosa dei sovrani dell’Antico Egitto, non soltanto perché fu una grande seduttrice, ma per la sua intelligenza, aveva interesse per le arti, per le scienze;

cms_18427/Elisabetta-I-regina-Inghilterra.jpg

Elisabeta I, Regina che sposo la patria, l’Inghilterra, uno dei sovrani più popolari dell’intera storia inglese;

cms_18427/Caterina_de_Medici.jpg

Caterina de Medici, una figura emblematica del XVI secolo, la sposa del re Enrico II di Francia; il suo nome rimane legato alle guerre di religione contro le quali ha combattuto tutta la sua vita. “ Era lei che faceva tutto e il re non muoveva paglia senza che lei lo sapesse”, una testimonianza di uno storico;

cms_18427/Cristina_di_Svezia.jpeg

Cristina di Svezia, che sali al trono all’età di sei anni, ebbe squisita educazione, imparò otto lingue, acquisto grande amore per le lettere e scienze, simbolo di libertà intellettuale . Si converti dal luteranesimo al cattolicesimo, abdicò nel favore del suo cugino Carlo Gustavo nel 1654 e nel 1658 sì stabili a Roma dove formò una corte di letterati e di artisti, da cui nacque la famosa Accademia dell’Arcadia ; è una delle tre donne laiche sotterrate nelle Grotte Vaticane, la sua splendida tomba è il capolavoro di Carlo Fontana;

cms_18427/Caterina-Russia.jpg

Caterina II, La Grande, la Zarina russa che rese la Russia una potenza dominante nel Medio Oriente, una protettrice delle arti e della letteratura;

cms_18427/jujugrde.jpg

Juliette Recamièr, nell’epoca del Direttorio e del Primo Impero, famosa salottiera francese che fu una figura chiave nell’opposizione al regime di Napoleone Bonaparte, grazie ai suoi frequentatori, salotto che fu un centro politico e intellettuale;

cms_18427/marie_elc3a9onore_godefroid_-_portrait_of_mme_de_stac3abl-1.jpg

Madame de Stael scrittrice francese, grande ammiratrice della cultura tedesca che nel 1816 si inseri nel dibattito in Italia fra classicisti e romantici;

cms_18427/Artemisia_Gentileschi_pittrice_italiana.jpg

Artemisia Gentileschi pittrice italiana di scuola caravaggesca; nel suo dipinto più famoso” Giudita che decapita Oloferne”, non si penserebbe nella sua brutalità, che è dipinto da una donna, ma nello stesso tempo emerge tanta forza ed espressività;

cms_18427/Berthe_Morisot,_pittrice_francese.jpg

Berthe Morisot, pittrice francese che si distingue per l’eleganza del tocco luminoso e le vibrazioni del colore chiarissimo, particolarmente preziosi nella serie degli acquarelli;

cms_18427/Frida-Kalho-1024x538.jpg

Frida Kalò, pittrice messicana del XX secolo con una vita travagliata;

cms_18427/Emily_Bronte,_scrittrice_e_poetessa_inglese.jpg

Emily Bronte, scrittrice e poetessa inglese famosa per l’unico romanzo”Cime tempestose” e la sorella Charlotte Bronte l’autrice del romanzo Jane Eyre;

cms_18427/Gorge_Eliott.jpg

Gorge Eliott, pseudonimo di Mary Anne Stevens, una delle più importanti scrittrici britanniche dell’epoca vittoriana;

cms_18427/agatha-christie-e1452196972645.jpg

Agatha Christie, famosa autrice di libri polizieschi appartenenti al genere inglese, impostati più sul succedersi di avvenimenti misteriosi che sulla violenza dell’azione;

cms_18427/marie-curie2.jpg

Marie Curie, fisico e chimico premiata Nobel nel 1903 per la fisica, insieme al marito Pierre Curie e per la chimica nel 1911 per i suoi lavori sul radio;

cms_18427/Sarah-Berhardt-1575x675-1542188196.jpg

Sarah Bernhard, famosa attrice francese che eccelleva nelle rappresentazioni di “Fedra”,” La Tosca”, “Cleopatra”, “Giovanna d’Arco”, ma anche nei ruoli maschili di “Hamlet” e dell’Aiglon; amputata ad una gamba nel 1914, continuò a recitare;

cms_18427/eleonora-duse.jpg

Eleonora Duse, una della più famose attrici italiane della fine dell’Ottocento e degli inizi del Novecento che ebbe un tempestoso legame sentimentale con Gabrielle D’Annunzio;

cms_18427/4429611_1604_isadora_duncan_1.jpg

Isadora Duncan, danzatrice statunitense considerata una tra le più significative precorritrici della danza moderna;

cms_18427/56-203363-anna-pavlova-kokoshnik.jpeg

Ana Pavlova, ballerina russa che fu una delle più celebre degli inizi del XX secolo.

Nel XVIII secolo alcune signore appartenenti alla aristocrazia francese erano membri di alcune società cosiddette”segrete” ; pare che la prima presenza femminile nella massoneria, è stata registrata in Irlanda dove l’affiliazione ad una “loggia” non era interdetta alle donne; una presenza attiva fu Elisabeth St.Leger, nata nel 1693, la prima donna massone nella storia.

cms_18427/00.jpgLa Massoneria francese ha avuto un ruolo importante per aver concesso alle donne di affiliarsi nelle logge organizzate a tale scopo. La Duchessa di Bourbon , figlia di Louis Philippe de Bourbon, il Grande Maestro del Grande Oriente, è la fondatrice della Loggia Saint Jean la Candeur, la loggia dov’è stata iniziata la principessa di Lamballe che diventerà il 18 Gennaio 1780 Grande Maestra della Loggia Scozzese Femminile regolare della Francia.

cms_18427/000.jpgIl 14 Gennaio del 1882, Marie Deraismes, giornalista di talento è stata iniziata dal Presidente della Loggia “Liberi Pensatori di Pec, Georges Martin (1844-1916) e insieme 11 anni più tardi creano la prima loggia nel mondo comprendenti sia uomini e sia donne come membri dell’Ordine Massonico “Le Droit Humain”. Georges Martin è considerato uno dei principali attori del progresso sociale , l’emancipazione delle donne, l’assistenza per i bambini, creò il Servizio sanitario nel 1866 e partecipò come lettighiere alla battaglia per la conquista di Venezia al fianco di Giuseppe Garibaldi. E’stato fra i primi a sostenere iniziazioni femminili. Esistono esperienze derivate dalle prime logge femminili francesi del XVIII secolo: dalle logge napoletane costituite da nobildonne, passando per quelle della Carboneria che combatterono per l’Unità d’Italia sino alla dichiarazione di Giuseppe Garibaldi Gran Maestro, di voler nominare donne nelle logge. Iniziano le fratellanze per le donne in Belgio, Olanda, Italia , Romania. Gli avvenimenti del 1940, sospendano la Massoneria, ma dopo il 1945, si ricreano le logge massoniche femminili. Donne eccezionali hanno primeggiato nella Massoneria Femminile in tutto il mondo. Fra queste , possono essere menzionate:

cms_18427/Josephine_de_Beauharnais.jpg

Josephine de Beauharnais, la moglie di Napoleon Bonaparte, Imperatrice di Francia fra 1804 e 1809;

cms_18427/george_sand_-la-stanza.jpg

George Sand , la scrittrice francese, la prima sostenitrice dei diritti delle donne e l’iniziatrice della letteratura femminile europea, nel suo romantico idealismo non privo di finezza e sensibilità;

cms_18427/alessandra_David_niel__Clara_Barton.jpg

Alexandra David Niel, Clara Barton, le fondatrici della Croce Rossa Americana nel 1877;

cms_18427/Edith_Clark.jpg

Edith Clark la prima donna impiegata come ingegnere elettrico e la prima professoressa di energia elettrica negli Stati Uniti;

cms_18427/Rosina_Ferrario_1912.jpg

Carina Massone Negrone, nobildonna una delle pioniere dell’aviazione, insieme a Rosina Ferrario “le prime eroine dei cieli”;

cms_18427/montessori.jpg

Maria Montessori,pedagogista ed educatrice italiana, prima donna laureata in medicina in Italia;

cms_18427/Josephine_Backer_star_di_colore.jpg

Josephine Backer star di colore, fra le più acclamate vedete di Parigi, che gioco un ruolo importante nel controspionaggio francese della Francia libera e lottò contro il razzismo e a favore dell’emancipazione dei neri;

cms_18427/Clara_Campoamorcare.jpg

Clara Campoamorcare che ha ottenuto il 1 Ottobre 1931 in Parlamento, il diritto delle donne per votare, consegnato nella Costituzione Spagnola nel 1931.

Il concetto frequente nella storia , filosofia e letteratura che avevano nella prima posizione della vita, del mondo l’uomo , cambia con l’osservazione intuitiva, la realtà interiore ed esteriore della donna che ha avuto un importante impatto nel mondo spirituale, sociale, intellettuale e politico. Come i fiori che per aprirsi e mostrare la loro bellezza hanno bisogno di sole e di pioggia , le donne hanno bisogno del calore emozionale , della forza , del supporto degli uomini, cosi insieme possono difendere i valori morali, spirituali, il progresso, per offrire alle generazioni future tutte le conquiste fate dall’essere umano in tutte le attività.

Stella Camelia Enescu

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos