UN NOBEL PER LA FISICA TUTTO ITALIANO

Il successo di Giorgio Parisi

1633483097UN_NOBEL_PER_LA_FISICA_TUTTO_ITALIANO.jpg

Dopo gli strabilianti successi in ambito sportivo, l’Italia eccelle in questo 2021 “d’oro” anche in ambito scientifico. Quest’anno va infatti al fisico teorico dell’Università Sapienza di Roma e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) Giorgio Parisi il Nobel per la Fisica. Vicepresidente dell’Accademia dei Lincei, una delle istituzioni scientifiche più antiche d’Europa, Parisi si è aggiudicato il premio grazie ai suoi studi sui sistemi complessi. L’italiano “condivide” il Nobel con Syukuro Manabe e Klaus Hasselmann, premiati per ricerche sui modelli climatici e sul riscaldamento globale.

cms_23389/Foto_1.jpg

Immediata la reazione delle principali autorità italiane, nonché dello stesso Parisi, che ha commentato a caldo: “Sono felice, non me lo aspettavo, ma sapevo che avrebbero potuto esserci delle possibilità. La ricerca è estremamente importante per creare il futuro ed è importante che la ricerca in Italia sia finanziata sul serio. Spero che questo sia un buon momento per investire sulla ricerca perché questo significa investire sui giovani". “Tanti altri ricercatori italiani avrebbero meritato il Nobel - ha aggiunto poi - Il Nobel sarebbe dovuto andare anche a Nicola Cabibbo, mi dispiace che le scelte della Fondazione Nobel non siano andate in questa direzione. Il Nobel è un riconoscimento importante per la scienza italiana, che avrebbe potuto prendere svariati Nobel nella fisica e in altre discipline”.

cms_23389/Foto_2.jpg

Il premier Mario Draghi ha convocato il Professor Giorgio Parisi a Palazzo Chigi per porgere personalmente le sue congratulazioni, ricordando anche i meriti del ricercatore nell’ambito della cromodinamica quantistica e dello studio dei sistemi disordinati complessi. Intanto, il ministro dell’Università e la Ricerca, Maria Cristina Messa, ha colto l’occasione per omaggiare i valori fondanti della ricerca scientifica italiana elogiando l’operato di Parisi e dei suoi colleghi: “Dire ’complimenti’ al nostro neo-vincitore del Premio Nobel per la Fisica è persino riduttivo: Giorgio, con la vita dedicata alla scienza e alla ricerca, con la passione che non lo ha mai abbandonato, è stato negli anni, e continua a esserlo oggi, maestro ed esempio per tanti giovani, ricercatori e non. La ricerca richiede idee originali, libertà, rigorosità, disciplina; richiede di saper perseguire i propri scopi con alti e molti bassi, ma dà opportunità e speranza al mondo, soprattutto alle nuove generazioni, insegna a usare metodi che spingono al confronto e consentono di giungere a sintesi utili. Anche questa, oggi, è la lezione che ci consegna Giorgio Parisi”.

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos