UN FUTURO COMMERCIALE DIGITALE ?

Nei piani della BCE non ci sarebbe solo il denaro contante nell’Eurozona

UN_FUTURO_COMMERCIALE_DIGITALE.jpg

Abbandono delle tradizioni. Se in un ipotetico esercizio di sintesi si dovessero scegliere tre parole per riassumere il nuovo progetto della Banca Centrale Europea, al secolo BCE, si potrebbero scegliere quelle di apertura di questo articolo. Ma si sa, staccarsi dalle dolci abitudini e uscire da una comfort zone durata molto tempo non è facile. Ecco perché il passaggio dal denaro contante alla moneta digitale è lento e sovente anche a singhiozzo. Anche perché il mondo di quelli che in tempi recenti sono diventati noti come bitcoin è ancora avvolto da una coltre di nebbia. Quello che nel nostro mondo globalizzato è altresì conosciuto come e-cash (elettronic cash, moneta elettronica) è l’unione dei meno in voga – almeno nella nomenclatura – cybercoin e digicash, e nasce presumibilmente con l’intento di eliminare la “materialità” del denaro. E dire che in questa “digitalizzazione” del commercio siamo già immersi, stante la necessarietà sempre più crescente di carte di credito e carte di debito.

cms_28047/Foto_1.jpg

Con bitcoin e gli ancora misteriosi NFT, o non-fungible token, però si fa un salto in avanti… talmente in avanti da sembrare nel vuoto: mentre le carte prepagate funzionano tramite banche e istituti di credito operanti nel mondo reale, le criptovalute trovano la loro ragion d’essere solamente in quello digitale. Motivo per cui, in un’epoca dove la digitalizzazione si sta fondendo in maniera sempre più simbiotica con la vita quotidiana, la direzione da intraprendere è – quasi paradossalmente – ben chiara. Alla situazione attuale, tuttavia, il contante rimane l’unica moneta legale. Alla situazione attuale, appunto! La BCE sta difatti già vagliando l’introduzione di un euro digitale: vorrebbe essere un mezzo di pagamento totalmente lecito e accessibile a tutti, e che andrà ad affiancarsi al contante fisico ma senza soppiantarlo. "Sarebbe un mezzo di pagamento digitale sicuro, facile da usare e a basso costo come oggi il contante. Potrebbe essere utilizzato gratuitamente per le operazioni di pagamento essenziali in tutta l’area dell’euro – spiega la Banca Centrale Europea – in un mondo in cui i cittadini ricorrono sempre più ai pagamenti elettronici e in cui il mercato dei pagamenti digitali continua a crescere, un euro digitale offrirebbe a tutti (famiglie e imprese, piccole e grandi) un’ulteriore soluzione di pagamento in moneta di banca centrale".

cms_28047/Foto_2.jpg

Inoltre "agli esercizi commerciali e alle piccole imprese un euro digitale fornirebbe un’altra modalità per ricevere pagamenti dalla clientela – si legge nell’analisi – un euro digitale potrebbe rendere disponibili funzionalità avanzate, come il pagamento automatizzato o l’applicazione di una qualche forma di identità digitale". Tasto stop, affrontiamo l’elefante nella stanza: sarà possibile accedere a questo tipo di pagamento senza farsi rintracciare da internauti con non esattamente benevole intenzioni? "Uno dei modi per assicurare la privacy potrebbe essere la separazione dell’identità degli utenti dai dati sui pagamenti, consentendo solo alle unità di informazione finanziaria di accedervi, nell’ambito di un quadro giuridico chiaramente definito, per individuare il debitore e il beneficiario in caso di sospetta attività illecita".

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram