UCRAINA AD ANKARA COLLOQUI USA-RUSSIA.WASHINGTON:’ALTOLA’ SU USO NUCLEARE’

UCRAINA_AD_ANKARA_COLLOQUI_USA-RUSSIA_WASHINGTON_ALTOLA_SU_USO_NUCLEARE.jpg

Colloqui ad Ankara fra Stati Uniti e Russia. Il primo a darne notizia è stato il quotidiano russo ’Kommersant’ anticipando solo che il direttore dei servizi di intelligence estera Sergei Naryshkin rappresentava Mosca all’incontro. Solo un no comment, in un primo momento dal portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

cms_28284/1.jpg

Ma la conferma del vertice è arrivata più tardi dagli Usa. Il direttore della Cia William Burns - ha reso noto un portavoce della Casa Bianca - ha incontrato ad Ankara il capo dei servizi segreti russi Alexander Bortnikov per mettere in guardia Mosca contro il ricorso ad armi nucleari in Ucraina.

Dopo l’annuncio Usa è arrivata anche la conferma di Mosca: "I colloqui sono avvenuti, è stata una iniziativa americana", ha affermato Peskov che non ha riferito però i contenuto dei colloqui. La Tass non riporta i nomi o gli incarichi dei partecipanti all’incontro, ma cita il quotidiano russo Komemrsant, secondo il quale la delegazione russa era guidata dal direttore del servizio d’intelligence esterno, Sergei Naryshkin.

Ancora nessun negoziato dunque. E a ribadire la linea è dal G20 di Bali il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ribadendo che niente potrà essere deciso "sull’Ucraina senza l’Ucraina".

cms_28284/2_1668479626.jpgIntanto, oggi il governo russo ha definito "inaccettabile" la condizione di ritirare le truppe schierate in Ucraina per avviare negoziati di pace che mettano fine al conflitto.

"Queste condizioni sono inaccettabili", ha affermato il viceministro degli Esteri del governo di Mosca, Alexander Grushko.

"Il nostro presidente ha affermato in numerose occasioni che siamo pronti a negoziare, ma questi negoziati devono tenere conto della situazione sul terreno".

Col passare dei mesi però, secondo gli ucraini "l’appoggio alla guerra nella Federazione Russa sta diminuendo. Nella società comincia a formarsi un’opinione: ’è ora di farla finita’. Politicamente e mentalmente - dichiara su Twitter il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Mikhailo Podolyak - la Russia non è ancora abbastanza matura per veri negoziati e ritiro delle truppe. Ma accadrà. Subito dopo la liberazione di Donetsk o Luhansk", oblast del Donbass, afferma.

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram