UCRAINA, BOMBE RUSSE SU KHERSON

Ucraina, Pentagono: "Forniremo a Kiev necessario per combattere d’inverno"

UCRAINA,_BOMBE_RUSSE_SU_KHERSON.jpg

cms_28380/0.jpgNuovo raid contro Kherson. Almeno una persona è morta e altre quattro sono rimaste ferite in un bombardamento russo contro la città appena liberata e il vicino villaggio di Antonivka.

Lo denuncia su Telegram il vice capo dell’ufficio della presidenza ucraina, Kyrilo Tymoshenko, citato da Ukrainska pravda.

"La Russia ha iniziato a bombardare sistematicamente Kherson dalla riva sinistra" del fiume Dnipro, "non c’è logica militare, vogliono solo vendicarsi degli abitanti. Questo è un grande crimine di guerra. Qualcuno ha forse visto una dichiarazione dell’alto commissariato Onu per i Diritti umani? Oppure la routine delle atrocità russe non è più importante?" twitta il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

MISSILI RUSSI IN BIELORUSSIA - Mosca ha dispiegato missili Iskander e S-400 in Bielorussia. Lo ha dichiarato il portavoce dell’aviazione ucraina, Yurij Ihnat, citato da Ukrinform. Le forze russe hanno inoltre posizionato sistemi missilistici S-300 nella regione di Donetsk, ha aggiunto, con l’obiettivo di lanciarli sia sulle infrastrutture delle città vicine al fronte che contro i soldati ucraini.

Intanto il presidente lituano, Gitanas Nauseda, ha chiesto alla Nato di prestare maggiore attenzione alla Bielorussia poiché "è chiaro" che partecipa alla guerra mettendosi "a completa disposizione" di Mosca e dei suoi interessi. "Ci sono soldati russi in territorio bielorusso, pronti per partire per le zone di guerra in Ucraina", ha dichiarato Nauseda in un’intervista all’emittente Current Time TV.

"Dobbiamo pensarci", ha aggiunto, precisando di essersi messo in contatto con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, per sollecitare l’Alleanza a prestare maggiore attenzione "al fattore" Bielorussia. Nauseda ha ricordato che il suo Paese ha in comune con la Bielorussia una frontiera lunga 600 chilometri e ha reso noto che la Lituania è stata vittima di attacchi ibridi, principalmente, ha detto, attraverso il ricorso all’immigrazione illegale. "Abbiamo costruito barriere ma nessuna di queste potrà aiutarci con i missili".

DONETSK - Il fronte di Donetsk è l’area più difficile e dura del fronte, ha detto oggi la vice ministra ucraina della Difesa, Hanna Maliar. "La liberazione di Kherson ha demoralizzato i soldati e la società russi, per questo cercano dove applicare la forza per sollevarsi il morale. Stanno concentrando i loro sforzi nell’est (dell’Ucraina) e il fronte più caldo è l’oblast di Donetsk", ha affermato Maliar, citata da Ukrainska Pravda. Solo il maltempo ha impedito ora ai russi di condurre attacchi con la stessa intensità della settimana scorsa, ha proseguito la vice ministra, sottolineando che le forze ucraine hanno respinto tutti gli attacchi.

***** ***** ***** *****

cms_28380/2_1669095905.jpgUcraina, Pentagono: "Forniremo a Kiev necessario per combattere d’inverno"

Gli Stati Uniti intendono fornire all’Ucraina le armi e l’equipaggiamento necessario per combattere durante i mesi invernali.

Lo ha assicurato il capo del Pentagono Lloyd Austin durante la sua visita oggi in Indonesia, secondo quanto riferisce Ukrinform.

"Abbiamo assistito a numerosi successi sul campo di battaglia e mentre ci avviciniamo all’inverno cercheremo di preparare gli ucraini a combattere d’inverno e continuare a mantenere la pressione sui loro avversari nei mesi invernali", ha detto Austin.

Il capo del Pentagono si è inoltre detto fiducioso che gli ucraini siano ora addestrati molto meglio degli invasori russi. Sostegno a Kiev "fino a quando sarà necessario" in modo che l’Ucraina raggiunga l’obiettivo di "riprendere ogni centimetro del suo territorio sovrano".

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram