Tendiamoci una mano… il Covid non deve uccidere l’economia

Di Enrico Duratorre - Giornalista e artista della fotografia

I_COLORI_DELLA_CULTURA_SR_2.jpg

cms_18861/1v.jpgL’emergenza sanitaria legata al nuovo coronavirus ha lasciato uno strascico di crisi economica equiparabile a quella di una guerra.

L’Italia e le sue aziende, medie e soprattutto piccole sono state le più colpite da questa crisi che, prima ha costretto i commercianti e gli imprenditori a tenere chiuse le proprie attività, attività che forse non riapriranno più o chiuderanno per sempre, distruggendo quel tessuto economico fatto di piccole attività che come tasselli di un mosaico costruivano e costruiscono il tessuto su cui si basa la nostra società.

Da queste considerazioni, e dopo aver sentito alcuni imprenditori piangere, pensando ai tanti sacrifici fatti per mettere su un’attività, magari storica, magari costruita dai nonni o dai genitori, che è nato il progetto "Tendiamoci una mano".

cms_18861/2.jpg

Un progetto che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica al fine di sostenere le attività commerciali che a causa dell’emergenza sanitaria legata al covid-19 hanno vissuto e stanno vivendo questa profonda crisi economica.

L’obiettivo del progetto, messo in piedi da Sonia Annunziata e da Enrico Duratorre, vuole provare a dare un nuovo slancio ad un settore notevolmente colpito dall’emergenza sanitaria. e da una profonda crisi economica che, ad oggi, appare come il più grande problema oscurando ogni prospettiva futura per il nostro Paese.

"Il nostro progetto - spiega Sonia Annunziata, non nuova a progetti apparentemente impossibili come Il Mondo che vorrei - vuole rappresentare uno sguardo al futuro fatto di persone laboriose che non si arrendono all’amara contigenza. Un vero e proprio inno alla collaborazione tra cittadini ed attività commerciali, a favore di una economia che deve privilegiare il rapporto con il territorio, fatto di piccole e medie imprese. Riusciremo nel nostro intento? Chi lo sa! Intanto ci proviamo".

Il primo ad aderire alla chiamata di Sonia Annunziata è stato il fotografo Enrico Duratorre, che da diverso tempo supporta le iniziative rivolte al sociale che la stessa cantante fondana ha portato avanti "Quando Sonia mi ha parlato del suo progetto ho accettato immediatamente e senza riserve - spiega Duratorre - sicuramente la crisi economica che sta mettendo in ginocchio tante piccole e medie imprese è enorme ed il nostro gesto sarà una goccia nell’oceano, ma come diceva Madre Teresa, se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno."

Il progetto ha bisogno del sostegno di tutti perchè solo così, "Tendendoci una mano", tutti insieme possiamo rilanciare il nostro paese ed uscire fuori da una crisi che potrebbe mietere più vittime dello stesso virus.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos