TONGA FUORI DALL’INCUBO: ATTERRANO I PRIMI AIUTI UMANITARI

L’incredibile storia di un uomo salvato dal tronco di un albero

1642733168TONGA_FUORI_DALL_INCUBO_ATTERRANO_I_PRIMI_AIUTI_UMANITARI.jpeg

Tonga inizia a vedere la luce in fondo al tunnel, dopo la terribile eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai e il conseguente tsunami che si è scatenato nel Pacifico. Rimasto in isolamento forzato per 5 giorni, a causa dei fumi e della cenere che limitavano la visibilità, nell’arcipelago sono da poco atterrati aerei militari australiani e neozelandesi con aiuti umanitari. “Questa assistenza aiuterà i nostri partner, il governo tongano, a soddisfare i bisogni della comunità tongana e a sostenere gli sforzi immediati di pulizia. Molte case sono state distrutte e molte persone sfollate dallo tsunami” ha spiegato il ministro degli Esteri australiano Marise Payne. Anche il Giappone farà recapitare beni di prima necessità, come l’acqua potabile, e strumentazioni per sbarazzarsi della cenere vulcanica.

cms_24514/Foto_1.jpg

Intanto, ha fatto il giro del web l’incredibile storia di Lisala Folau, falegname 57enne, raccontata da lui stesso ai microfoni della radio tongana Broadcom Broadcasting. Travolto dalle onde anomale che si abbattevano sulla costa di Atata, piccola isola abitata da sole 60 anime, l’uomo si è salvato arrampicandosi su un albero e restando aggrappato per circa 24 ore a un tronco, raggiungendo a nuoto un’altra isola, Toketoke, senza tuttavia riuscire a farsi avvistare da nessuno. Stessa fallimentare esperienza gli è toccata una volta giunto nei pressi dell’isola di Poloa. Solo a Sopu è riuscito ad ottenere soccorsi trascinandosi fino ad una strada asfaltata, dove è stato poi rinvenuto e messo in salvo da un automobilista.

cms_24514/Foto_2.jpg

L’onda secondo me non era alta meno di sei metri [...] Tenete presente che sono disabile. Non riesco a camminare bene [...] credo che un bambino cammini più velocemente di me. Sono riuscito a rimanere a galla, sbattuto dalle onde che continuavano ad arrivare” queste le dichiarazioni rilasciate dal sopravvissuto.

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram