Stop ai Notai giustizieri

Giustizia_6_6_2020.jpg

cms_17793/apertura.jpgCaso interessante: in base alle leggi croate il Notaio, oltre alla normale attività di attestazione dell’esistenza formale di un credito, ha il potere di ordinare al debitore il pagamento del dovuto. Una società croata, quindi, ha chiesto e ottenuto dal Notaio l’ordine di pagamento nei confronti di una società slovena e ha cercato quindi di far valere questo ordine nello Stato sloveno in virtù del Regolamento 1215/2012. La società di diritto sloveno si è opposta sostenendo l’illegittimità dei poteri attribuiti al Notaio croato e l’impossibilità di eseguire simili ordini, poiché un Notaio non è una Autorità Giurisdizionale. La Corte di Giustizia UE è stata quindi chiamata dal Tribunale dei Commercio di Zagabria a dire la sua. E la Corte l’ha detta, la sua, seguendo un percorso lineare e condivisibile. Il pensiero della Corte è che, sebbene sia stravagante (ndr) che una legge conferisca simili poteri a un Notaio, non vi sono norme che impediscano a uno Stato della UE di organizzare come crede il proprio sistema giudiziario, attribuendo poteri che sono tipicamente appannaggio dei Giudici anche a chi non lo è. Tuttavia questo tipo di provvedimenti non si può pretendere che trovi ingresso negli altri Stati UE attraverso il meccanismo di riconoscimento dei provvedimenti giurisdizionali previsto dal Regolamento 1215/2012, perché, appunto, non è un provvedimento emesso a seguito di un iter giurisdizionale. Insomma, la Corte dice: a casa sua lo Stato può fare un po’ come gli pare, sotto questo aspetto, ma certe stravaganze (sempre ndr) se le tenga per sé, cioè per i suoi cittadini. La massima è quindi:I notai possono emettere mandati di esecuzione sulla base di un atto autentico nei procedimenti di esecuzione forzata. I provvedimenti, però, non possono essere riconosciuti ed eseguiti in un altro Stato membro secondo il regolamento 1215/2012 sulla competenza giurisdizionale, l’esecuzione e il riconoscimento delle decisioni in materia civile e commerciale. Va salutata con favore tale pronuncia, poiché già tanti provvedimenti giurisdizionali sono decisamente imperfetti e provocano una serie infinita di contenziosi. La UE non potrebbe permettersi altra confusione che sarebbe inevitabile quando addirittura i provvedimenti non li vergasse un Magistrato.

Nicola D’Agostino

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App