STATI GENERALI DEL TURISMO 2022

25, 26 e 27 Marzo 2022 in presenza e on line

1648176155STATI_GENERALI_DEL_TURISMO_2022.jpg

Il Turismo rappresenta un importante comparto dell’economia nazionale.

Nella sua ultima pubblicazione del 24-01-22 “IL CONTO SATELLITE DEL TURISMO IN ITALIA – ANNO 2019”, l’ISTAT evidenzia un valore aggiunto di settore pari a circa 100 miliardi pari al 6,2% del PIL, con una incidenza complessiva sino al 13,1%. Questi dati sono stati significativamente ridimensionati dalla pandemia Covid-10 per il 2020 ed il 2021 che, tuttavia, ha evidenziato segni importanti di ripresa. Proprio la pandemia ha proposto sfide complesse per il settore del turismo ma, per altro verso, ha anche aperto nuove prospettive, soprattutto nella direzione della sostenibilità come paradigma di riferimento per la costruzione della nuova prospettiva “new normal” o, per meglio dire, “next normal”.

L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con i suoi obiettivi, la risoluzione del Parlamento UE sulla “Strategia UE per il turismo sostenibile”, il documento del Consiglio UE “Il Turismo in Europa nel prossimo decennio: sostenibile, resiliente, digitale, globale e sociale”, il parere del Comitato delle Regioni “Verso un turismo più sostenibile per le città e le regioni dell’UE”, costituiscono importanti riferimenti per orientare le strategie e le politiche di sviluppo utili per recuperare il valore aggiunto perduto attraverso un modello di sviluppo sostenibile sotto il profilo ambientale, sociale ed economico.

In tale ottica si pongono GLI STATI GENERALI DEL TURISMO 2022: un momento, partecipato e aperto, per riflettere sulle criticità indotte dalla pandemia e definire le necessità del turismo italiano, per disegnare possibili prospettive di sviluppo e proporre soluzioni che tengano conto dei principali trend che, si ritiene, possano caratterizzare i prossimi 5 anni.

OBIETTIVI

L’evento si pone l’obiettivo di promuovere lo sviluppo locale secondo i modelli dell’ecologia integrale con alla base i principi e le pratiche della sostenibilità sociale, economica, ambientale, amministrativa e culturale attraverso momenti di riflessione partecipata degli attori dei territori e delle Istituzioni locali e nazionali. Altro obiettivo è quello di avviare un momento di co-progettazione e di co-creazione di interventi sul territorio attraverso il coinvolgimento di stakeholders del settore del turismo, della cultura, dell’enogastronomia e del made in Italy, quali amministrazioni pubbliche e reti di amministrazioni, imprese e loro consorzi, cittadini ed associazioni che, insieme, si propongano di disegnare uno sviluppo sostenibile ed accogliente dei territori e dove le comunità assumano un ruolo centrale.

Per le Amministrazioni Pubbliche:

Condividere esperienze vincenti per uno scambio di conoscenze che siano funzionali alla specificità di ciascun territorio, promuovere sistemi di autovalutazione che siano in grado di verificare l’attendibilità e l’efficacia delle azioni di promozione del territorio per comprendere anche quale riverbero esse hanno sulla comunità di cittadini e sulle imprese; promuovere iniziative e progetti di partecipazione dal basso volti a creare quel coinvolgimento necessario e funzionale alla condivisione e all’assunzione di una responsabilità.

Per le imprese:

Promuovere:

● la funzione sociale delle imprese che agendo sui territori, degli stessi, sono agenti di sviluppo locale;

● la connessione tra imprese, e fra queste e con la pubblica amministrazione, dove anche i cittadini abbiano un ruolo centrale; tutto questo determina l’orientamento economico del territorio e l’azione di sviluppo sulle aree territoriali condivisa.

● la funzione di mentore delle aziende a favore di quei ragazzi, che operando sui territori, potenzialmente possono essere portatori di innovazione concettuale e strategica per una sinergia operativa fra imprese e le comunità del territorio.

Per i cittadini:

Promuovere un coinvolgimento maggiore delle Comunità nella gestione delle decisioni assunte dalla Pubblica Amministrazione che attengono al rafforzamento dell’immagine del territorio.

Il panel organizzativo

Il panel organizzativo è stato composto con la volontà di rappresentare tre importanti priorità che sono al centro dell’Agenda 2030:

● Il ruolo dell’innovazione nel processo di rilancio del settore turistico

● Il contributo delle donne in un settore dove prevale l’attenzione alla persona ed alle relazioni

● Il ruolo del cibo come veicolo di attrazione e promozione di straordinaria efficacia.

cms_25334/A.jpg

Organizzato da YOUANDITALY - STATI GENERALI DELLE DONNE (FORUM DEL TURISMO SOSTENIBILE) - FUTURE FOOD INSTITUTE COMITATO TECNICO – SCIENTIFICO il comitato organizzatore è composto da personalità del mondo delle imprese e del mondo accademico nonché da personalità di comprovate competenze nel settore del turismo, della cultura e delle imprese artigiane. Ne fanno parte:

● Tullio Romita – Docente, Direttore del corso di Laurea in Scienze turistiche della Università della Calabria ● Stefano Pisani - Sindaco del Comune di Pollica, Presidente Italiano del Network Città Slow, membro dell’Osservatorio per il patrimonio immateriale UNESCO

● Nunzio Mezzanotte – Docente di lettere, Guida ambientale e Guida Turistica

● Franco Liuzzi - Professore a contratto dell’Università di Bari titolare dell’agenzia di comunicazione Moscabianca

● Antonella Perri – Professore a contratto Scienze sociali e giuridiche - Università della Calabria

● Linda Carobbi - Co-founder delle Donne dell’Ortofrutta e di Turismiamo srl

● Vittoria Cisonno - Direttore Movimento Turismo dell’Olio

● Arcangela Curci – Presidente nazionale della sezione agroalimentare di Confimi

● Raffaella Pergamo – Ricercatrice Senior CREA Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria

● Decio Chiarito Telegrafo – Imprenditore, componente del tavolo tecnico di Confindustria Turismo

● Mariangela Petruzzelli – Presidente Associazione Miss Chef

● Ivano Sassanelli - Prof. Incaricato di Diritto Canonico presso la Facoltà Teologica Pugliese di Bari

COLLEGAMENTI

Gli eventi sono articolati sia in presenza che in live streaming coinvolgendo i territori interessati come di seguito:

- Puglia, Bari presso Università degli Studi di Bari - Formazione, reskilling e nuove professioni

- Lombardia, Comune di Fortunago (Pavia) Amministrazione comunale - Aree Interne

- Campania, Pollica (Salerno) Paideia Campus - Turismo Slow, valorizzazione del patrimonio enogastronomico e naturalistico verso il modello “one health”

- Abruzzo, Parco della Majella Turismo religioso e degli eremi

- Liguria, Sanremo (Imperia) - Destagionalizzazione dei flussi turistici, dal mare alla montagna

- Sardegna, Cagliari – Associazione Imago Mundi Monumenti Aperti

- Basilicata, Matera (Amministrazione Comunale di Matera)

Sono previsti tavoli tematici i cui partecipanti potranno intervenire con proprie considerazioni e soluzioni su ogni tema presentato. Ogni tavolo tematico avrà la durata di 45 minuti circa, prevede la presenza di un moderatore e di 2/4 relatori. Gli eventi sono programmati nel periodo 25 – 27 Marzo 2022, con 2 sessioni giornaliere: - mattina: dalle 09:00 alle 13:00 - pomeriggio: dalle 14:30 alle 17:30

Ilaria Leccese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos