SI FA PRESTO A DIRE FASHION ADDICTED!

DIECI INDIZI CHE FANNO UNA PROVA

SI_FA_PRESTO_A_DIRE_FASHION_ADDICTED.jpg

La definizione più giusta, quella in cui mi rispecchio in pieno, per descrivere una fashion addicted è quella di una donna, ma vale anche per un uomo, che ama la moda, la studia, ne conosce profondamente le sue origini e che solitamente ne fa la sua professione. La fashion victim (colpa di cui a volte mi macchio!) è una persona che, citando Gianni Versace, altera il proprio look ad ogni cambio di stagione seguendo i trend del momento anche in modo esasperato. Contrariamente una fashion addicted ha inevitabilmente dei lati in comune con la prima, ma non è una vittima passiva della moda e dei suoi diktat, certo li conosce, li indossa, ci gioca, ma sa usarli solo a proprio vantaggio. In questo articolo leggerete dieci indizi per riconoscervi e riconoscere una vera fashion addicted e il suo tasso di fashion, inutile sottolineare che se già avete acquistato e indossato tutti e dieci i capi siete una perfetta fashion victim, se ne avete acquistato e indossato la metà siete una buona fashion addicted, se ne avete acquistato e indossato meno della metà la vostra strada è ancora lunga, se non ne avete acquistato e indossato nemmeno uno, ne sono certa, non sapete chi diavolo io sia e non state leggendo questo articolo!

cms_10508/foto_1.jpg

LOGOMANIA: il messaggio arriva forte e chiaro sia dalle passerelle che dallo street style, senza logo non si va da nessuna parte. Tutte le maison hanno portato in passerella capi logati anche in total look, a volte certo rischia di essere eccessivo, ma con piccoli accorgimenti può diventare persino un trend chic. Tendenza nata negli anni ’80 per esibire il proprio status acquisito, ripreso poi anche negli anni ’90, oggi per i millennials è solo un modo giocoso per reinterpretare la moda. La maison che ha vinto la scommessa di rendere chic questa tendenza è senza alcun dubbio Fendi, ma se volete essere una fashion addicted senza spendere un patrimonio anche il colosso spagnolo del fast fashion ha creato una collezione ad hoc niente affatto male.

cms_10508/foto_2.jpg

VINILE: quest’inverno la perfetta fashion addicted sarà riconoscibile da lontano un miglio, il motivo è presto detto, il capospalla meglio se un maxi trench in vinile possibilmente declinato in colori strong come il rosso, il giallo, l’arancio e il verde più brillante. Come abbiamo potuto vedere nelle sfilate del fashion month appena passato dedicato alle collezioni e tendenze per la prossima primavera-estate il vinile, soprattutto il capospalla lucido in giallo vibrante sarà un must have, quindi bando alla timidezza (che per una fashion addicted è un ossimoro) perché la parola chiave di quest’inverno e per la prossima estate sarà osare. Comunque se rientrate nella categoria della buona fashion addicted, ma non perfetta potete optare per un trench in finitura lucida, ma in una nuance più minimal come può essere il beige.

cms_10508/foto_3.jpg

TARTAN: la stampa tartan, come la stampa animalier, sta invadendo tutte le vetrine dei negozi, ma se le donne non addicted indosseranno una stampa tartan in nuance classica, la perfetta fashion addicted concentrerà la sua attenzione su stampe dai colori decisi che virano al fluo, azzarderà accostamenti di stampe tartan diverse nello stesso outfit, amerà gli accessori in versione tartan dando vita ad un outfit perfettamente trendy e very cool.

cms_10508/foto_4.jpg

ACID COLORS: altro trend che arriva dritto dritto dagli anni ’90 è una palette colori in versione neon come avrete già intuito leggendo di vinile e di stampa tartan da scegliere. Dai colori in versione acida quest’inverno non si scappa anche in uno strong total look per essere delle perfette fashion addicted in modalità evidenziatore.

cms_10508/foto_5.jpg

WHITE BOOT: il freddo che prima o poi ci appresteremo ad affrontare finalmente quest’anno non sarà più uno spauracchio per i nostri piedi, perché se fino alla scorsa stagione si doveva andare in giro con bellissime décolleté a pelle quest’inverno sarà l’anno degli stivali. Tanti sono i modelli tra cui scegliere a seconda dei propri gusti: camperos (must have), tronchetto, anfibi, alti sino al ginocchio con gambale largo e floscio, i cuissardes. L’unica condizione sine qua non per tutte le fashion addicted sarà il colore, esclusivamente il bianco, da abbinare con tutto (sostituirà il classico nero, che sicuramente possedete già), very cool con un outfit in stampa animalier o rettile, una vera e propria mania fashion che sta spopolando tra tutte le influencer.

cms_10508/foto_6.jpg

MAXI BAG: quale sarà il tratto distintivo che più degli altri farà la differenza tra una donna non addicted e una perfetta fashion addicted? La maxi bag in morbidissima pelle così da renderla malleabile per poterla portare rigorosamente sotto braccio come una maxi pochette, per essere scomodo è scomodo, ma è fashionissimo all’ennesima potenza! (per lezioni di portamento rivolgersi a Victoria Beckham che della maxi bag da portare sottobraccio ne ha fatto uno stile di vita sin da tempi non sospetti…chapeau!).

cms_10508/foto_7.jpg

PVC: impossibile da portare sottobraccio causa la sua struttura rigida, ma in questo caso abbiamo una deroga, è la bag in pvc che ci obbligherà a sacrificare sull’altare del fashion la sacra privacy della nostra borsa, ma se questo vi risulta intollerabile virate su un bel paio di stivali o décolleté, questa scelta implicherà una pedicure impeccabile. Quale sia la vostra scelta un accessorio (meglio più d’uno) in pvc per noi fashion addicted sarà imprescindibile.

cms_10508/foto_8.jpg

SADDLE BAG: è stata la it bag degli anni’90, oggi con il ritorno prepotente della logomania la borsa più iconica della maison Dior a forma di sella è tornata ad essere un must have per quest’inverno ed anche per la prossima estate. E’ la borsa che tutte le fashioniste desiderano, di sicuro sappiamo che è in cima alla lista di ogni addicted che si rispetti e di sicuro sappiamo che il suo prezzo non è per tutte le tasche, ma sognare di trovare qualche brand low cost che si ispiri alla sua forma non costa nulla…che la caccia abbia inizio!

cms_10508/foto_9.jpg

LAYERING: è l’arte sopraffina di creare outfit stratificati praticabile solo dalle fashion addicted più esperte che sapranno cimentarsi in tale arte senza essere too much. Per le neofite del genere posso consigliare di iniziare con l’indossare un dolcevita sotto la camicia (anche qui rivolgersi alla solita Victoria Beckham) per arrivare ad indossare una gonna midi o un abito con sotto un pantalone.

cms_10508/foto_10.jpg

SPILLA: è un accessorio che ci porta indietro nel tempo, ad uno stile da vera lady, ma oggi la spilla diventa l’accessorio più glam e inedito che una perfetta fashion addicted possa indossare, oggi diventa un accessorio multifunzione che tiene insieme i lembi di una mantella o di una sciarpa, che diventa il focus di un dolcevita basic o la decorazione per il nostro blazer preferito…so so lovely!

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App