RUSSIA E UCRAINA A UN PASSO DAL CONFLITTO ARMATO

Zelensky: “Siamo preparati per un’escalation”. Putin: “Continue provocazioni dall’Ucraina”

1637969047Copertina.jpeg

"Ho ricevuto dalle agenzie di intelligence di altri paesi informazioni su un colpo di stato che potrebbe avere luogo nel nostro paese il primo dicembre. O tra il primo e il 2 dicembre. È un’informazione interessante e anche importante". Queste le allarmanti parole che hanno animato l’ultima conferenza stampa del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha poi incalzato: “Abbiamo informazioni da agenti e anche informazioni audio su una discussione, per così dire, tra i rappresentanti ucraini con i rappresentanti russi sulla partecipazione di Rinat Akhmetov a un colpo di stato in Ucraina e un’assegnazione di un miliardo di dollari”.

cms_23950/Foto_1.jpg

Ormai da tempi non sospetti, l’attività militare russa al confine con l’Ucraina si è intensificata tanto da preoccupare la comunità internazionale circa la possibilità che possa scaturirne un conflitto armato. Di fatto, lo stesso Zelensky non ha escluso tale eventualità, pur ridimensionando la prospettiva fornita dalle diverse fonti di informazione: “C’è una minaccia concreta oggi che potrebbe esserci una guerra, ma è anche vero che c’è troppo allarmismo da parte di vari mass media su questo argomento - ha detto - Siamo comunque preparati per un’escalation”. Tuttavia, persino gli Stati Uniti, l’Unione Europea e la Nato hanno espresso forte apprensione per quanto sta accadendo tra i due paesi dell’Est. Sia il presidente Biden che il segretario di Stato Blinken hanno affermato a gran voce la volontà di difendere “la sovranità dell’Ucraina dall’aggressione russa”.

cms_23950/Foto_2.jpg

Dal canto suo, Mosca nega ogni possibile implicazione nel piano ordito ai danni del governo ucraino. Il presidente Putin ha parlato addirittura di “continue provocazioni della parte ucraina indirizzate all’aggravamento della situazione sulla linea di contatto”. Ma i fatti sembrano confermare l’esatto contrario: tra le tante notizie che giungono quotidianamente da Kiev, domenica scorsa il capo dell’intelligence militare Kyrylo Boudanov ha svelato che sul confine Ucraina-Russia stazionano oltre 92.000 soldati russi.

Massimo Montinari

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos