RUSSIA E TURCHIA SEMPRE PIÙ VICINE

Vertice Putin-Erdogan a Sochi durato quattro ore: sì alla cooperazione

1659741593RUSSIA_E_TURCHIA_SEMPRE_PIÙ_VICINE.jpg

Un vertice di ben quattro ore nella città russa di Sochi ha visto protagonisti i leader Vladimir Putin e Recep Tayyp Erdogan, ultimamente sempre più vicini. A renderlo noto è stato proprio il Cremlino, secondo cui i due presidenti avrebbero "concordato di rafforzare la cooperazione economica e energetica" tra Russia e Turchia, promettendo di intrattenere relazioni basate “sul rispetto reciproco”. Sono in programma provvedimenti volti ad intensificare gli scambi economici e non solo, in un’ottica di collaborazione allargata.

cms_27050/Foto_1.jpg

Il presidente russo e quello turco hanno ribadito la necessità della piena messa in pratica dell’accordo di Istanbul per l’esportazione di cereali, "incluse le esportazioni di materiale grezzo necessario per la produzione di grano e fertilizzanti della Russia".

cms_27050/Foto_2.jpg

Tema centrale del lungo colloquio è stata la situazione politica siriana, che non trova d’accordo i due leader: Ankara sostiene l’opposizione al presidente Bashar al Assad mentre Mosca appoggia il regime di Damasco. Si è discusso anche della guerra in Ucraina, nella quale la Turchia continuerà a vestire i panni del paese mediatore, come accaduto proprio per l’esportazione dei cereali ucraini attraverso corridoi sicuri nel Mar Nero. Di questo Putin ha voluto ringraziare l’omologo turco, aggiungendo che il suo apporto è stato essenziale anche per "l’esportazione di cibo e fertilizzanti russi". “L’Europa dovrebbe essere grata alla Turchia per essere in grado di acquistare gas dalla Russia attraverso il gasdotto Turkish Stream” ha aggiunto il presidente russo.

Massimo Montinari

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos