RIPARTITA LA BUNDESLIGA. TANTI GOL SEGNATI NEL SILENZIO

SPADAFORA: “INVITEREI UN PO’ TUTTI A FARE MENO I FENOMENI”

RIPARTITA_LA_BUNDESLIGA.jpg

C’era grande curiosità per la ripartenza della Bundesliga, il primo campionato in Europa a riaprire i battenti dopo l’emergenza COVID-19. E le aspettative non sono state disattese nonostante gli stadi vuoti e le partite giocate in un silenzio assordante. Ma è stata anche la prima giornata con il nuovo protocollo di garanzia sanitaria, con le mascherine e il distanziamento sociale per tutti i presenti a bordocampo, con i palloni disinfettati e con i festeggiamenti molto contenuti. Fortunatamente sono tornati anche i gol. Ben 16 in 6 partite con 4 vittorie e due pareggi, di cui uno a reti inviolate.

Spicca il 4-0 interno del Borussia Dortmund sullo Schalke 04 e le vittorie esterne del Borussia Mönchengladbach (1-3), dell’Hertha Berlino (0-3) e del Wolfsburg (1-2) rispettivamente contro Eintracht Francoforte, Hoffenheim e Augsburg. Solo due i pareggi: Lipsia-Friburgo (1-1) e Fortuna Düsseldorf-Paderborn (0-0) l’unico match della giornata senza reti.

Finalmente, dunque, si torna a parlare di calcio giocato, anche se per ritrovare la normalità bisognerà ancora aspettare parecchio.

cms_17517/2_spadafora_adnkronos_Fotogramma_ok.jpg

RIPRESA CAMPIONATO – Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, intanto, continua a parlare della ripresa del campionato anche attraverso i social e in seconda serata. Durante una diretta facebook del sito Casanapoli.net, il Ministro ha spiegato che per la ripartenza molto dipenderà dalla curva dei contagi dopo la seconda ondata della Fase 2. Ma ha spiegato anche il motivo della sua durezza nei confronti del calcio: “Si pretendeva una data certa non oggi, che sarebbe stato legittimo, ma un mese fa quando avevamo gli ospedali pieni. Mi sembrava inopportuno che il calcio dovesse andare avanti a prescindere. Insomma, si sono fermate addirittura le Olimpiadi. Ci sono anche calciatori che mi scrivono preoccupati. Pertanto inviterei un po’ tutti a fare meno i fenomeni”.

Ma il Ministro Spadafora è tornato anche sul tema del protocollo: “Sembrava fosse stato accettato dalla Figc. Poi qualcosa è cambiato con la Lega Serie A. Tra l’altro la questione dell’isolamento è stata proposta proprio da loro. Per la questione, invece, della quarantena si tratta di una norma che possiamo rivedere. Spero si possa ripartire il 13 giugno, ma dobbiamo ancora aspettare”.

Insomma continua il dialogo a distanza tra il Governo e il mondo del calcio. La sensazione è quella di fare un passo avanti e due indietro. A quasi tre mesi dal primo caso di coronavirus in Italia sarebbe stato lecito aspettarsi qualche certezza in più.

(Foto da it.finance.com e adnkronos.com Fotogramma – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos