RIPARTE ANCHE LA SERIE B. UFFICIALIZZATO IN LEGA IL NUOVO CALENDARIO

UN CAMPIONATO CON TANTE INCOGNITE, MA CON LA CERTEZZA ‘BENEVENTO’

RIPARTE_ANCHE_LA_SERIE_B.jpg

Dopo la Serie A è stata la volta della Serie B. L’Assemblea di Lega, infatti, ha ufficializzato ieri il calendario del campionato cadetto che partirà il 17 giugno con il recupero della sesta giornata di ritorno (Ascoli-Cremonese) e terminerà il primo agosto.

Nel weekend tra il 20 e 21 giugno torneranno in campo tutte le squadre per ripartire dalla 29ma giornata di campionato.

Sono stati previsti, inoltre, tre turni infrasettimanali: il 30 giugno, il 14 e 28 luglio.

Infine sono state stabilite anche le date per gli spareggi relativi alle promozioni e retrocessioni. I play-off inizieranno il 4 agosto e termineranno, con la finale di ritorno, il 20; i play-out, invece, dal 7 al 14 agosto.

Tutte le 111 gare si dovrebbero giocare nelle fasce serali e preserali, ma saranno date comunicazioni più dettagliate insieme alla programmazione delle prime giornate.

Va sottolineato che, come richiesto dalla Federazione, anche la Serie B potrà fare le cinque sostituzioni durante il campionato, da distribuire in un massimo di tre momenti durante la gara.

cms_17758/2_Balata_SerieB_adnkronos_libera_ok.jpg

Anche la Serie B, dunque, scalda i motori e si prepara alla ripartenza del campionato così come voluto e annunciato dal Presidente della Lega di B, Mauro Balata, che si è mostrato abile nel gestire con fermezza e convinzione tutta la vicenda legata alla ripresa del calcio post COVID-19.

Si preannuncia così un impegno gravoso con dieci giornate ancora da giocare, tre turni infrasettimanali e partite fino a fine luglio, ma che si protrarranno fino ad agosto inoltrato per le squadre che disputeranno i play-off e play-out.

Un problema, quest’ultimo, che non riguarda certamente la squadra di Pippo Inzaghi. Il Benevento, infatti, al momento della sospensione del campionato aveva accumulato un vantaggio di ben 20 punti sul Crotone, secondo in classifica.

Più incerta, invece, la lotta per il secondo posto, dove nel giro di 8 punti ci sono sette squadre, così come si prospetta un finale combattuto anche in coda.

Premesso ciò, si tratta di un finale di campionato - così come per la Serie A – insolito per via di una sosta lunga che non si era mai registrata fino ad ora. Pertanto si può parlare di un nuovo campionato dove tutto è possibile. Potrebbe capitare che la squadra più in forma al momento dello stop, potrebbe oggi trovarsi in palese difficoltà e viceversa. E non sarà solo un problema di condizione atletica, ma anche mentale. La squadra che saprà reagire meglio anche da un punto di vista emotivo e caratteriale quasi certamente farà la differenza anche in campo. Prepariamoci, pertanto, ad un ritorno del calcio particolarmente avvincente.

(Foto da legab.it adnkronos.com – si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos