Quell’ossessione per l’“effetto filtro” che spesso cela un disagio interiore

Il progetto del chirurgo estetico Monica Gabetta Tosetti per sconfiggere il cyberbullismo

1594162295Copertina.jpg

Il lockdown ha radicalmente cambiato il modo di rapportarci agli altri, di mantenere, consolidare e (perché no) costruire i nostri legami sociali. Tutto è stato mediato da uno schermo - ad esclusione delle interazioni strettamente familiari o di coabitazione - e talvolta, per i più vanitosi, dai filtri forniti dalle varie App per levigare e rendere più luminoso il volto. “Mai come in questo momento il nostro viso è stato sotto riflettori, e anche le persone più comuni sono state protagoniste di una sorta di Grande fratello del lockdown” spiega il chirurgo estetico ed esperta di moda e bellezza, Monica Gabetta Tosetti.

cms_18193/Foto_1.jpg

Adesso che la quarantena è finita, però, molti utenti - in particolare i più giovani - stentano a mostrarsi al “naturale” e tendono a rivolgersi al chirurgo con la richiesta di riprodurre il fantomatico “effetto filtro”. Un obiettivo molto ambizioso da raggiungere, che a volte non è realisticamente realizzabile, parlando appunto di App o filtri presenti sulle applicazioni, con effetti difficili da replicare nella realtà. La gravità del fenomeno consta nel fatto che, dietro queste richieste all’apparenza effimere, si celano delle gravi vicende di cyberbullismo.

cms_18193/Foto_2.jpg

La dottoressa Monica Gabetta Tosetti, che è stata spesso durante questo lockdown in rapporto con i clienti dell’atelier di famiglia che gestisce, e le pazienti in videochiamata, ha sentito particolarmente chiaro e forte questo problema. Problema che la dottoressa sente fortemente già da tempo, visto che già lo scorso anno, con l’amica e avvocato Silvia Giampà, aveva pensato di scrivere un libro riguardante proprio il cyberbullismo ed il rapporto che il mondo social ha con la bellezza esteriore.Un progetto importante, ma rimandato causa del Covid-19, insieme alle lezioni da tenere con gli alunni di diverse scuole comasche, al prossimo anno. L’obiettivo finale è quello di mettere in rete piccoli e-Book, inerenti ad ogni singolo problema, dedicati agli adolescenti e non, che spieghino come poter superare ogni tipo di disagio.

Alice My

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos