QUASI AMICI

Draghi intasca la fiducia al Senato

1613615523Draghi_intasca_la_fiducia_al_Senato_.jpg

cms_21005/0.jpgTutti lo vogliono, ma in pochi applaudano. L’era di Mario Draghi è iniziata senza troppe polemiche, avvolgendo il neo presidente in una sorta di aura mistica.Insomma, il salvatore della patria con poche parole istituzionali non ha fatto percepire realmente quale sarà la sua linea programmatica, ma tiene tutti con il fiato sospeso, come se qualcosa dovesse scoppiare da un momento all’altro.

Ad ogni modo, la maggioranza è stata ottenuta, forse mai con questi numeri. Infatti, il nuovo governo intasca 262 voti favorevoli e solo 40 contrari. Una giornata frenetica, piena zeppa di dichiarazioni e di malumori.

cms_21005/1.jpg

I primi a scoraggiarsi sono i 5 stelle, dopo aver votato in modo anomalo la fiducia a questo esecutivo. Ovviamente, le piccole fazioni non mancano e tra Toninelli, che gioca a fare il diplomatico, Barbara Lezzi sembra molto nervosa, non rilasciando nessuna dichiarazione all’uscita del palazzo.

cms_21005/3.jpgProprio l’ex ministro dei trasporti, intercettato dalla nostra redazione, ha affermato: “Dobbiamo capire realmente chi è Draghi, soprattutto sul tema del ministero della transazione ecologica. Se riuscirà a mettere in atto i punti programmatici del movimento lo sosterremo”. Anche sul discorso tenuto in aula, Toninelli replica: “Mi è sembrato un discorso buono, ha parlato di unità, di nazione, evidenziando l’importanza di ripartire in sicurezza, proprio come chiedevamo noi nel governo precedente”.

Parole che mirano a rassicurare, ma che non schiariscono i mugugni di diversi Grillini. Con il cambio di statuto, che non prevede più un capo politico, il movimento rischia seriamente la deriva, ponendo un grande interrogativo: chi guiderà le scelte all’interno?

cms_21005/5.jpgSe da una parte ci sono malumori, dall’altra parte Italia Viva sorride come se avesse vinto le elezioni. Oltre alle consuete dichiarazioni gioiose di Renzi, l’onorevole Faraone arriva dritto al punto: “Abbiamo un governo di altissimo profilo e ne è valsa la pena creare questo governo, perché ha dimostrato di essere capace di gestire una situazione difficile come quella di oggi”. In realtà, il governo Draghi non ha ancora iniziato a governarema per Italia Viva va bene a prescindere, senza menzionare nessuna critica.

cms_21005/2.jpg

In questo frangente politico, non può non sorprenderci la scelta della Lega, che ha attuato un autentico processo di trasformismo da anti europeismo a pro europeismo convinto. Lo stesso Matteo Salvini, uno degli uomini più ricercati in questo momento, visibilmente imbarazzato, rilascia una breve dichiarazione: “Posso solo dirvi che il discorso di Draghi mi è piaciuto”.

cms_21005/4.jpgAltro grande sostenitore di questa maggioranza è Forza Italia, che a discapito delle polemiche dei 5 stelle intasca ben 3 ministeri. Ai nostri microfoni Antonio Tajani rilancia con entusiasmo: “Ora dobbiamo lavorare insieme per dare una risposta al nostro Paese. Dobbiamo abbandonare la maglietta del club e metterci la maglietta della nazionale. Forza Italia vuole essere protagonista nell’azione di governo con nuove proposte concrete. Ricordo a tutti che siamo stati l’unico partito a presentare un piano completo sulle vaccinazioni”. Un fiume in piena, che non dissente dal discorso di Draghi, aggiungendo alcune considerazioni sull’appoggio alla Cina: “Il governo precedente era troppo cedevole nei confronti della Cina. L’Italia è stato l’unico paese a firmare per la via della Seta. In ultimo, siamo soddisfatti, perché il presidente Draghi ha ribadito che il nostro maggior alleato sono gli Stati Uniti”. Anche questa lunga giornata è giunta al termine. Tra le tante promesse fatte, ci auspichiamo una seria e netta presa di coscienza. Fuori il palazzo, la gente attende speranzosa l’alba di un nuovo giorno.

(Foto: Anita Ancora)

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos