POLONIA E BIELORUSSIA ALZANO I TONI

Verso la crisi umanitaria e politica

1636584643Copertina.jpg

I migranti bloccati in Bielorussia avrebbero tentato più volte di entrare in Polonia con la forza durante la notte: lo ha riferito Varsavia, annunciando di aver rinforzato il confine mentre l’Unione europea si prepara a imporre sanzioni alla Bielorussia per la crisi. I 27 ambasciatori del blocco sono concordi sul fatto che il numero crescente di migranti che volano in Bielorussia per raggiungere il confine dell’UE equivale a una "guerra ibrida" del presidente Alexander Lukashenko, una base legale per nuove sanzioni.

"Il signor Lukashenko... sfrutta senza scrupoli le persone che cercano rifugio come ostaggi per il suo cinico gioco di potere" ha detto su Twitter il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, facendo riferimento alle immagini del confine bielorusso, dove i richiedenti asilo sono bloccati senza cibo né riparo, rischiando il congelamento. Maas ha precisato che l’Unione Europea non può essere ricattata.

cms_23780/Foto_1.jpg

Dal canto suo, la stessa Unione ha accusato la Bielorussia di aver organizzato un "attacco ibrido" spingendo i migranti oltre il confine verso la Polonia, aprendo la strada a sanzioni più estese contro Minsk in una crisi che minaccia di porre l’una contro l’altra la Russia e la NATO.

Mosca ha compiuto il passo di inviare due bombardieri strategici con capacità nucleare per pattugliare lo spazio aereo bielorusso in una dimostrazione di sostegno al suo stretto alleato. In una riunione a porte chiuse la Polonia ha informato la NATO, che ha promesso il suo sostegno.

I migranti dal Medio Oriente, dall’Afghanistan e dall’Africa intrappolati in Bielorussia hanno tentato più volte di entrare in Polonia durante la notte, ha detto Varsavia, annunciando di aver dovuto rinforzare il confine di stato inviando un rafforzamento delle truppe di frontiera.

L’alto rappresentante delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, ex Presidente del Cile, ha invitato tutti gli Stati a ridurre l’escalation e risolvere questa crisi definendola "intollerabile". "Queste centinaia di uomini, donne e bambini non devono essere costretti a trascorrere un’altra notte al gelo senza un adeguato riparo, cibo, acqua e cure mediche" ha commentato.

L’UE, che ha ripetutamente sanzionato la Bielorussia per violazioni dei diritti umani, accusa Minsk di attirare migranti da paesi devastati dalla guerra e impoveriti spingendoli ad attraversare la Polonia per cercare di seminare il caos al confine orientale europeo.

"Stiamo affrontando un brutale attacco ibrido ai nostri confini. La Bielorussia è una minaccia per i migranti, armati in modo cinico e scioccante" ha affermato il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel. I 27 ambasciatori del blocco hanno convenuto che questo costituisse una base legale per ulteriori sanzioni. "All’inizio della prossima settimana ci sarà un ampliamento delle sanzioni contro la Bielorussia" ha riferito ai giornalisti il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen dopo un incontro con il capo degli Stati Uniti Joe Biden a Washington. "Esamineremo la possibilità di sanzionare quelle compagnie aeree che facilitano la tratta di esseri umani verso Minsk e poi verso il confine UE-Bielorussia", ha aggiunto.

cms_23780/Foto_2.jpg

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko e il suo omologo russo Vladimir Putin hanno attribuito, invece, la colpa all’UE. Il Cremlino ha accusato l’Europa di non essere all’altezza dei propri ideali umanitari e di aver cercato di "strangolare" la Bielorussia con i piani per chiudere parte della frontiera. Mosca ha affermato che è inaccettabile che l’UE imponga sanzioni alla Bielorussia per la crisi.

In una conversazione telefonica del 10 novembre, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha chiesto a Putin di fare pressione sulle autorità bielorusse sulla questione dei rifugiati che cercano di entrare nell’Unione europea attraverso quel paese. Secondo il Cremlino, Putin ha proposto di discutere la questione della crisi migratoria nel quadro dei contatti tra gli Stati membri dell’UE e Minsk.

Carlo Coppola

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos