PACE IN UCRAINA,VATICANO,PAROLIN:"SPAZI RISTRETTI MA CI SONO"

Biden chiama leader Finlandia e Svezia su Nato - Erdogan:"No a Finlandia e Svezia nella Nato"

1652508378361_PROVA_CRISI_UCRAINA_RUSSIA.jpg
cms_26038/papaparolinftg.jpgLa Santa Sede è in procinto di avviare una nuova missione in Ucraina con il ‘ministro degli Esteri’ mons. Paul Richard Gallagher che partirà per Kiev. Quali obiettivi? "Gli obiettivi - dice il segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin, ai margini di un convegno alla Gregoriana su papa Luciani - rimangono sempre i soliti: abbiamo lavorato e stiamo lavorando nella misura possibile, gli spazi sono molto ristretti ma ci sono, per il cessate il fuoco prima di tutto: questo ci sembra il punto di partenza fondamentale".
Parolin auspica che si "concludano le operazioni belliche e poi si cominci un dialogo serio, senza precondizioni in cui si cerchi di trovare una strada per risolvere questo problema. Ho sentito ieri un commento che condivido, ma alla fine dovranno trovare una soluzione perché la geografia li costringe a vivere non insieme ma vicini, condividono quanti migliaia di Km di frontiera. E peccato che ancora non abbiamo capito la lezione che invece di fare tutti questi macelli e produrre tutte queste macerie, si potrebbero trovare soluzioni prima. Quello che la Santa Sede ha sempre auspicato".
"Però - aggiunge il porporato - era anche non dico prevedibile ma negli ultimi decenni il tema del multilateralismo è andato erodendosi, perciò è logico che quando ognuno si concentra sui propri interessi, sul proprio punto di vista e non sa condividere e trovare risposte comuni, alla fine questi sono gli sbocchi".
***** ***** ***** ***** *****
cms_26038/(AMERICA_Licenze_Creative_Commons).jpgIl presidente americano Joe Biden ha avuto oggi una telefonata di una quarantina di minuti con il presidente della Finlandia, Sauli Niinisto e la premier svedese, Magdalena Andersson, in vista della prospettiva della loro adesione alla Nato. Lo ha reso noto la Casa Bianca.

La telefonata arriva dopo che ieri il presidente finlandese Niinisto e la premier Sanna Marin hanno annunciato il loro sostegno alla richiesta d’ingresso nella Nato, che verrà presto formalizzata. A breve si attende un analogo passo dalla Svezia.

"Condividiamo una profonda preoccupazione sulla guerra della Russia in Ucraina. Ho esposto i prossimi passi della Finlandia verso l’adesione alla Nato.

La Finlandia apprezza profondamente il necessario sostegno americano", ha scritto su Twitter Niinisto. "Importante telefonata" sull’aggressione russa contro l’Ucraina e "la politica di sicurezza di Svezia e Finlandia.

Apprezziamo molto il sostegno americano per la nostra sicurezza e le rispettive scelte di politica di sicurezza", si legge in un tweet della Andersson.

Il presidente americano ha assicurato il proprio appoggio alla decisione di Finlandia e Svezia di entrare nella Nato. Nel corso del colloquio avuto con la premier svedese Magdalena Andersson e con il presidente finlandese Sauli Niinistö - ha riferito la Casa Bianca - "il presidente ha sottolineato il proprio appoggio alla politica delle porte aperte della Nato e al diritto di Svezia e Finlandia di decidere del proprio futuro, della propria politica estera e delle intese in materia di sicurezza". "I leader - ha ancora reso noto la Casa Bianca - hanno discusso della stretta partnership tra i nostri Paesi in una serie di questioni globali, sulla base dei comuni valori ed interessi".

Nel corso del colloquio di 40 minuti è stato ribadito "l’impegno condiviso a far proseguire il coordinamento a sostegno dell’Ucraina e del popolo ucraino, colpito dalla guerra".

***** ***** ***** ***** *****

cms_26038/erdogan_bandiera_afp.jpgLa Turchia, Paese Nato, "non è favorevole" a Finlandia e Svezia nell’Alleanza, mentre i due Paesi appaiono sempre più vicini all’adesione. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. "Stiamo seguendo con attenzione gli sviluppi riguardo Svezia e Finlandia, ma non abbiamo un’opinione favorevole", ha detto Erdogan in dichiarazioni riportate da Hurriyet.

"Non abbiamo un’opinione positiva", ha insistito parlando con i giornalisti dopo le preghiere del venerdì a Istanbul. "I Paesi scandinavi - ha aggiunto, stando al Daily Sabah - sono come una guest house per le organizzazioni terroristiche".

(fonte AdnKronos - foto dal web)

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos