NUCLEARE, IRAN: “RISULTATO SIGNIFICATIVO DA COLLOQUI CON ONU”

Soddisfazione di Teheran per il dialogo con Aiea: si riapre la strada per accordi sul nucleare

1614029287copertia.jpg

I colloqui tra Iran e Agenzia dell’Onu per l’energia atomica (Aiea) hanno prodotto "un risultato diplomatico molto significativo". Lo ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Saeed Khatibzadeh, all’indomani della visita a Teheran del direttore generale dell’Aiea, Rafael Grossi. L’Iran e l’Agenzia Onu hanno spiegato in un comunicato congiunto che le attività di verifica e sorveglianza sulle attività nucleari della Repubblica islamica potranno proseguire per altri 3 mesi. Un segnale distensivo fondamentale, in una situazione non semplice.

cms_21057/foto_1.jpg

Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro Teheran, quantificate dal governo iraniano in mille miliardi di dollari, hanno alzato ulteriormente la tensione insieme all’omicidio del generale Qasem Soleimani, rivendicato da Donald Trump poco dopo l’accaduto, che sembrava indirizzare i due Paesi verso una guerra, il tutto congiunto alla decisione, sempre dell’amministrazione repubblicana, di stracciare gli storici accordi sul nucleare ottenuti da Obama. Joe Biden però, nonostante inizialmente avesse confermato la linea dura contro l’Iran, ha deciso, su richiesta dell’Unione Europea, di concedere udienza al governo di Teheran, invece di pretendere che il Paese ricominciasse prima ad applicare gli accordi di Obama.

cms_21057/foto_2.jpg

In questo modo, l’Onu ha potuto giocare d’anticipo sul Parlamento dell’Iran, controllato dai fondamentalisti, portando il sopra citato Rafael Grossi a Teheran un giorno prima dell’entrata in vigore nel Paese degli Ayatollah di una legge che prevede diverse limitazioni alle ispezioni dell’Aiea, come reazione alla mancata revoca delle sanzioni USA. Sanzioni, queste, la cui revoca senza prima un accordo definitivo per un progresso sul tema del nucleare, che si avvicini il più possibile a quanto precedentemente ottenuto da Obama, sarebbe un chiaro segnale di debolezza, cosa che gli Stati Uniti e l’Occidente tutto non si possono permettere.

Giulio Negri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram