NA TAZZULELLA E CAFE’...16 EURO.

SENZA PARLARE DELLA MINERALE...!

massaggio_ayurvedico_1.jpg

Una storia di straordinaria follia. Per motivi di lavoro, devo intervistare un celebre personaggio televisivo che alloggia, momentaneamente, in una spa o centro benessere del nord Italia.

cms_1461/ATOMIC-SPA-SUISSE-AREA-RELAX.jpg

Un hotel a 5 stelle che offre tra l’altro servizi quali la “cristallo terapia”, la “crenoterapia” i “massaggi ayurvedici” e le “docce emozionali”. Non chiedetemi di cosa si tratti, in quanto ammetto la mia totale ignoranza nel settore della beauty farm.

cms_1461/centro-benessere-arezzo-02.jpg

Potrei solamente significarvi che l’ambiente era di una accoglienza unica, calda, elegante e sontuosa. In parole povere...roba da ricchi. Nell’attesa, per nascondere il mio imbarazzo, mi porto con nonchalance al bar. Un barman, elegante e gentilissimo, mi accoglie sorridente e mi chiede cosa gradirei bere. Istintivamente chiedo un caffè.

cms_1461/tazzina_di_caff+¿.jpg

L’interlocutore, premuroso, mi domanda se volessi degustare una buona miscela arabica o un ottimo “kopi luwak”. Pur di non fare la figura del peracottaro, mi viene istintivo esclamare: ...la seconda...! Mi invita a prendere posto nel salottino adiacente dove mi viene servito il caffè accompagnato da acqua minerale in bottiglietta di vetro da 37 cl con tappo in sughero. La marca BLIND H2o è composta da piccoli cristalli swarovski. Comincio così ad avere qualche timore su quanto mi costerà questo scherzo visto che il conto mi è stato portato in una brochure di vera pelle morbidissima. Pur non avendo messo a fuoco la situazione, per non avvelenarmi la giornata, pur prevedendo una leggera batosta, decido di guardare in seguito l’ addition. Il caffè è veramente squisito, caramellato, con un retrogusto di bacche di bosco. L’ assaggio e pur di non perdermi l’aroma decido di non aggiungerci nemmeno lo zucchero.

cms_1461/zibetto_animale.jpg

Un cameriere, discreto, si avvina e mi spiega che il caffè che sto bevendo proviene dal sud est asiatico, più precisamente dalle isole di Sumatra o di Giava e che ogni anno, dello stesso, vengono prodotti al massimo 230 chili in quanto i chicchi sono stati raccolti dalle feci di un animaletto, lo ZIBETTO, che si nutre di bacche di caffè. I succhi gastrici di questa specie di scoiattolo, mi spiega il “cameriere sicuramente laureato in scienze naturali”, digeriscono le foglie ma non riuscendo ad assimilare i chicchi, li espellono integri. La permanenza nel loro intestino funge da “tostatura naturale” regalando agli stessi un “inconfondibile” sapore.

cms_1461/img_bling.jpg

All’improvviso mi assale un voltastomaco incredibile con conseguenti nausee. Certamente sarò diventato pallido. Il cameriere, accortosi del mio stato confusionale, premurosamente, mi stappa la bottiglietta e mi versa dell’acqua bling descrivendone le proprietà organolettiche. Aggiunge che la stessa proviene, nientepopodimeno che, da alcune sorgenti naturali situate al largo delle isole Hawai. Pur di non starlo più ad ascoltare fingo di sfogliare un quotidiano. Lo vedo allontanarsi e trovo finalmente la forza di guardare il conto. Scopro così che il caffè, che ho appena assaggiato, mi verrà a costare 16 euro e la stramaledetta acqua, udite udite, mi costerebbe la bellezza di 28 euro, per un totale di 44 euro.

cms_1461/FABB40AB90E937C677AD46A159758E.jpg

Infilo nella brochure una banconota da 50 euro ed il cameriere con un inchino ed un semplice “grazie” si allontana senza manco portarmi il resto. A pensarci bene se avessi optato per una cena frugale da loro non avrei potuto più pagare l’assicurazione annuale della mia autovettura. Dopo una lunga e ponderata riflessione ho capito che, probabilmente, la vita da nababbo non fa per me.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos