MIGRANTI, MELONI RISPONDE ALLA FRANCIA - PIANTEDOSI:"AVANTI DECISI, MA NON E’ GUERRA ALLA FRANCIA"

MIGRANTI_MELONI_PIANTEDOSI.jpg

"L’Italia ha fatto entrare 90mila migranti dall’inizio di quest’anno, finora sono stati ricollocati in 117".

cms_28279/mELONI.jpg

Giorgia Meloni interviene sulla questione Ocean Viking e sulle posizioni della Francia, la cui reazione per la premier italiana è stata "incomprensibile e ingiustificata.

In nessun accordo c’è scritto che l’Italia è l’unico porto di sbarco".

Matteo Piantedosi

cms_28279/piantedosi_ipa_fg.jpgAlla Francia "ci lega una fratellanza antica e la necessarietà di un percorso comune" e, dunque, "non abbiamo dichiarato guerra" a Parigi, "nel modo più assoluto".Ma "andiamo avanti nell’interesse dei cittadini", con "un’unica voce". Sono le parole pronunciate dal ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, oggi tornato nel suo paese d’origine, Pietrastornina nell’avellinese, per un incontro con gli amministratori locali irpini.

Un rapporto, quello con la sua terra d’origine, che Piantedosi ha voluto rivendicare e che non ha esitato a tirare in ballo anche nello spiegare come sta affrontando la crisi migranti con la Francia: "Questa è la terra di Francesco De Sanctis, di Fiorentino Sullo, ma anche, più recentemente, di Gerardo Bianco, Ciriaco De Mita. Sono persone che hanno dato lustro al paese con la loro raffinatezza intellettuale, con il loro equilibrio. Equilibrio e raffinatezza che io prendo a modello e che mai - ha detto Piantedosi - potrebbero portare me e i miei colleghi di governo, qualunque azione dovessimo porre in essere, fino al punto da immaginare di rompere i rapporti con un paese cui ci lega una fratellanza antica e la necessità di un percorso comune".

Poi, facendo riferimento a chi ha lanciato "qualche insulto gratuito pensando di incidere sul mio convincimento", Piantedosi ha assicurato: "Sono assolutamente tranquillo, siamo sulla strada giusta". Ancora, ha aggiunto il titolare del Viminale: "Ho l’orgoglio e l’onore di far parte di un governo totalmente pulito, monolitico, granitico e convinto di andare avanti per la sua strada e durare cinque anni al servizio del paese. Se qualcuno pensa di indebolirlo azzannando il ventre molle del tecnico si sbaglia di grosso. Stiamo parlando con un’unica voce".

Redazione

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram