La Mejanes di Aix en Provence, connubio tra passato e presente

La_Mejanes_di_Aix_en_Provence_connubio_tra_passato_e_presente.jpg

Per chi ama la lettura nel mondo ci sono sempre luoghi molto curiosi che valorizzano la letteratura. Lo stesso si può dire di Aix en Provence, una città di circa 150.000 abitanti situata nel sud della Francia. Infatti, è proprio qui che si trova la biblioteca di Mejanes, un edificio atipico caratterizzato da tre grandi blocchi verticali a forma di libri giganti. Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, Il Malato immaginario di Molière e Lo Straniero di Camus: questi i tre titoli impressi sull’edificio, che saltano subito all’occhio di ogni visitatore. Fu Philippe Deslandes a realizzare l’affascinante facciata, mentre le decorazioni furono affidate a Gerard Ottaviano.

cms_9707/2.jpg

La biblioteca fu fondata nel 1810, ma la sua fama accrebbe nel 1898, quando l’edificio si trasferì in una fabbrica abbandonata. Attualmente questo magico luogo di cultura vanta più di 60.000 documenti, facente parte della collezione dell’aristocratico settecentesco Jean-Baptiste Marie de Piquet, marchese di Mejanes (da cui prende il nome la biblioteca) e tante altre opere dell’epoca moderna. All’interno dell’edificio si svolgono tantissimi eventi all’anno, come convegni e mostre.

Ma non finisce qui. Infatti, la Mejanes è soltanto il centro di una città, Aix en Provence, che fa della lettura il suo sponsor migliore. Passeggiando per ogni via della città ci si può imbattere in locali, caffè letterari, in cui si possono sfogliare le pagine di un buon libro davanti a un caffè, in un’atmosfera molto suggestiva. Tutto questo rappresenta un vero e proprio sogno per i lettori, che possono godersi un soggiorno unico in una città dall’espressione culturale ricca e variegata. Non solo letteratura: ad Aix en Provence ci sono anche istituti di ricerca di arti visive e il teatro cittadino.

cms_9707/3.jpg

Inoltre, Aix en Provence è da sempre considerata una delle città più vivibili della Francia, rinomata anche per la sua università fondata nel 400 e che vanta un buon prestigio, soprattutto per gli studenti che si trasferiscono in Francia per l’Erasmus. Tutto questo a conferma di una sempre più crescente popolarità della città provenzale rispetto anche ad altri centri più noti, come Parigi o Lione.

Si può dire che Aix en Provence vive un forte connubio tra passato a presente, mai scissi da alcuni luoghi caratteristici visitati da grandi personaggi francesi, come il Café Les Deux Garçons, frequentato dallo scrittore Émile Zola e dal pittore Paul Cezanne, che accrescono il cosiddetto turismo letterario. Infatti, i lettori più appassionati e a caccia di novità possono rivivere ad Aix en Provence esperienze uniche sulle orme di quei grandi personaggi che hanno fatto la storia nella cultura francese dei secoli passati.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos