LORENZO MARIANI, IL MAGO DEGLI EQUILIBRI IMPOSSIBILI

1651542606LORENZO_MARIANI,_IL_MAGO_DEGLI_EQUILIBRI_IMPOSSIBILI_INCONTRO_CON__L’ALTRO__Incontri_in_Galleria.jpg

Lorenzo Mariani - in arte L’orMa - è un giovane e talentuoso artista che realizza vere e proprie sculture di carta.

Le sue opere, originali ed uniche, lasciano lo spettatore a bocca aperta, consapevole di trovarsi di fronte ad un puro miracolo dell’ingegno.

La padronanza della tecnica è maniacale, al punto da sfidare le leggi della materia e della gravità.

Il suo perfezionismo è amore per i dettagli, è conoscenza del soggetto che si spinge fino all’ultima piuma, o pelo, o squama che sia.

La carta, questo materiale che tutti conosciamo ed utilizziamo in maniera alquanto scontata diventa, nelle sue mani, pura bellezza. Una bellezza che - lo rivelerò tra poco - è riuscito a rendere quasi eterna.

cms_25888/FOTO_1.jpg

Lorenzo Mariani, in arte L’orMa

Vediamo come è nata questa passione per la carta e, soprattutto, per le sculture realizzate con questo materiale.

“È stato un approccio abbastanza casuale - racconta -. Qualche anno fa, in occasione della fiera d’arte su carta Wop Art di Lugano, chiamarono la galleria con cui lavoravo per chiedere se fosse interessata a partecipare con me. Quella volta partecipai con alcuni lavori realizzati con vegetali, ripromettendomi, per l’anno successivo, di preparare un lavoro specifico su carta. Ho avuto quindi un anno intero per pensare a cosa fare e per sperimentare, perché il 50% del mio è sperimentazione. Volevo realizzare qualcosa di altamente innovativo, non il solito disegno o dipinto, così sono emersi vecchi ricordi da cui è poi scaturita l’idea. Quando ero piccolo e desideravo qualcosa che non avevo - magari un giocattolo - lo realizzavo con il materiale che avevo a casa: carta, forbici, pennarelli, scotch, eccetera. Principalmente utilizzavo la carta perché non avevo materiali plastici a disposizione. Ma dovevo scontrarmi con i tanti limiti di questo materiale: la delicatezza, l’ingiallimento, le trasparenze e molto altro. Da lì, dunque, l’idea di presentare una serie di sculture realizzate solamente con carta, sia all’esterno che all’interno. Questa è una delle regole fondamentali che mi sono dato nel mio lavoro.

In quell’anno di preparazione mi sono dedicato anche alla ricerca di carte di ultima generazione, perché volevo che la scultura fosse garantita nel tempo. Mi sono così procurato carte la cui durata è garantita dai cinquecento ai mille anni! Per intenderci, con queste carte sono stati ricostruiti i pezzi mancanti del codice Atlantico di Leonardo Da Vinci.”

Sembra fantascienza ma non lo è. In realtà tutto questo si chiama amore, cura del dettaglio ed anche rispetto per il fruitore o il collezionista, che potrà tramandare l’opera acquistata alle generazioni future.

Chiunque avrà modo di osservare dal vivo le opere di Lorenzo Mariani, scoprirà la magia delle trasparenze, della delicatezza, della leggerezza dinanzi a realizzazioni talvolta imponenti ma che, in ogni caso, sfidano allegramente le leggi della natura. L’artista riesce a creare stabilità là dove un minimo soffio di vento potrebbe distruggere tutto. E davvero non si capisce come riesca a farlo!

cms_25888/FOTO_2.jpg

“Decisions” - scultura fatta a mano in carta, cm 75x51x30 by L’orMa

Una volta trovato il materiale giusto, parte la sperimentazione. Deve capire come creare le forme, le trasparenze, le eventuali piume, peli, fili d’erba o quant’altro. Tutto rigorosamente fatto a mano. Lorenzo non utilizza né stampe né tagli meccanici perché ci tiene a che il suo lavoro sia completamente artigianale. Il bello, la capacità tecnica - cose che si sono un po’ perse negli ultimi decenni - hanno tutta la sua attenzione poiché sono il mezzo attraverso il quale crea emozione nello spettatore. E, diciamolo, è una dichiarazione di altissima professionalità.

Quanto ai tempi di realizzazione, questi dipendono dalla complessità dell’opera. “Solitamente ne porto avanti più di un insieme, altrimenti impazzisco - spiega divertito. Posso garantire che passare ore ed ore a ritagliare peli, piume o fili d’erba fa andare insieme la vista! Ad ogni modo una scultura di medie dimensioni richiede circa tre mesi di lavoro. Bene inteso, si tratta di lavoro ininterrotto dalla mattina fino a tarda notte, weekend e festività comprese.”

Lorenzo si definisce una “macchina sforna lavori” ma questo non gli pesa. Confida che, in realtà, il suo è anche il suo hobby per cui, una volta timbrato il cartellino del primo, attacca con il secondo. Questo è ciò che accade quando si vive della propria passione!

Ma a questo punto viene da chiedersi: come è nato questo amore per la scultura? Quando e perché ha deciso di diventare un artista?

“Il mio percorso artistico non è stata una scelta fatta a un certo punto della vita: io sono nato così - racconta. Sin dai tempi della scuola materna, quando la maestra ci faceva fare i lavoretti, ero galvanizzato dall’idea di imparare una nuova forma espressiva e ci mettevo davvero tutto l’impegno del mondo. Questo atteggiamento è andato crescendo negli anni, fino ad oggi. Quando, adolescente, ho approcciato la pittura ad olio, mi si è aperto un mondo ma mi sono sempre sentito più portato alla scultura che alla pittura.”

Per Lorenzo, infatti, la pittura era una sorta di scultura bidimensionale.

Il sostegno della famiglia, che ha saputo riconoscere il suo talento e nutrirlo, è stato fondamentale. Ha quindi intrapreso tutti gli studi del caso - Liceo artistico e Accademia - approfondendo le sue conoscenze tecniche.

Nel 2007, prima ancora di terminare gli studi, diventa assistente della celebre coppia di artisti internazionali Vedovamazzei fino all’incontro con le Gallerie.

Frequentando quotidianamente l’atelier di questi due grandi artisti, ha sentito l’esigenza di mettersi in gioco in prima persona. È stato un passaggio forte, esigente: non stava più creando per amici o membri della famiglia ma per un pubblico più vasto, sconosciuto e, a volte, impietoso. La paura della critica è stata, però, largamente superata da un consenso internazionale.

cms_25888/FOTO_3.jpg

“Leonardo Da Vinci, 500 anniversario” - collana fatta a mano con 23 perle di vetro contenenti sculture by L’orMa

La collana realizzata per il 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, è un pezzo di pura magia. Solo un artista estremamente esperto - nonché provvisto di una pazienza certosina - avrebbe potuto realizzare un’opera del genere! Si tratta di una collana a tutti gli effetti, assolutamente indossabile, composta da 23 sfere di vetro che vanno da un diametro di 4 millimetri ad un massimo di due centimetri. Le perle sono tenute insieme da un filo d’argento bagnato in oro 22k, per una lunghezza totale di cm 60.

All’interno di ogni sfera si snodano, come in un laico rosario, scene della vita del grande maestro in ordine cronologico. Qui la carta non è la protagonista assoluta ma si stringono la mano una molteplicità di materiali: resine, stucchi, ceramica, legno. Un lavoro di altissima precisione che ha richiesto lenti speciali e strumenti - pinze, nello specifico - che Lorenzo si è forgiato da solo, per poter lavorare sia all’esterno che all’interno delle sfere di vetro.

Il risultato, non serve dirlo, è stupefacente.

Ma oltre a quella della leggerezza e della miniaturizzazione, Lorenzo ha dovuto affrontare un’altra grande sfida: la luce. Come fa il nostro artista ad inserire la luce all’interno delle sue opere?

cms_25888/FOTO_4.jpg

“Senza dubbio sono l’unico bambino qui dentro” - scultura fatta a mano in carta, cm 62x153,5x24 by L’orMa

Prendiamo l’esempio della scultura con Pinocchio e il pescecane.

L’enorme squalo, lungo oltre un metro e mezzo, presenta un’apertura all’interno della quale si vede Pinocchio nell’atto di specchiarsi. Anzitutto diciamo che si tratta di un’opera introspettiva, il titolo già ce ne dà contezza. Pinocchio si guarda allo specchio, malinconico, ragionando sul fatto di essere - agli occhi altrui - un bambino diverso. Ma ora che non lo vede nessuno e che non sente i commenti altrui, riesce a vedersi per quello che è: un bambino vero. Lo specchio gli rimanda l’immagine reale di se stesso, non quella che gli restituisce lo sguardo altrui.

Al di là del significato squisitamente psicologico, la maestria tecnica di Lorenzo Mariani si evidenzia nell’illuminazione all’interno della scultura, che catalizza e rapisce lo spettatore.

A livello tecnico c’era anche da affrontare il problema del calore e, quindi, di eventuali incendi. “Non posso certo rischiare che, a un certo punto, l’acquirente veda la sua scultura prendere fuoco! - spiega. Così ho dovuto prevedere, sul lato, una sorta di tubo che attraversasse l’opera fino al punto di locazione della lampadina, senza che i fili elettrici toccassero la carta. La lampadina, inoltre, deve essere ben separata dalla carta e non deve essere calda, quindi utilizzo i LED. Al tempo stesso, deve essere facilmente sostituibile.” Insomma, un lavoro che, non esito ad affermarlo, ha del geniale.

A marzo 2022, Lorenzo Mariani - L’orMa - è stato insignito del Premio Artistico Fondazione VAF. La Fondazione VAF, con sede a Francoforte sul Meno, si pone come obiettivo quello di promuovere i talenti dell’arte italiana, facendoli conoscere al pubblico tramite mostre, pubblicazioni e l’assegnazione di un premio.

Quest’anno la corona del vincitore - meritatissima - è toccata a Lorenzo. Vi invito a seguire questo incredibile artista sul suo sito e sui social.

cms_25888/L_INTERVISTA.jpg

L’intervista che segue è stata realizzata da “Tavoli HeArt” per la Social TV della storica Libreria Bocca di Milano, all’interno della splendida cornice di Galleria Vittorio Emanuele II.

La Libreria Bocca dal 1775 è locale Storico d’Italia con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

L’articolo è pubblicato su “International Web Post” che, nella persona del suo fondatore e direttore Attilio Miani, si fa portavoce della partnership tra un magazine di informazione internazionale e una libreria storica unica nel suo genere.

#socialtvlbocca

Dove trovare Lorenzo Mariani:

https://lorma.weebly.com/

https://www.facebook.com/LorMa-269905169690690

https://www.instagram.com/lorma_artist/

Simona HeArt

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos