LE CURE TERMALI

Il fine giustifica i mezzi

cure-termali.jpg

Estate, tempo di follie e non solo meteorologiche. Anche se le temperature sono altalenanti, i più giovani non possono fare a meno del falò in riva al mare con conseguente bagno di mezzanotte dal quale ne potrebbe scaturire un nuovo amore. Costi quel che costi. Al contrario a causa dei maledetti reumatismi le signore ed i signori, dopo una certa età, cercano la tranquillità o, per dirla meglio, “l’acchiappo” frequentando le stazioni termali. Vi riporto testualmente quanto predicava un mio vecchio compagno di merende: “...Abano, bel suol d’amore...” Lo stesso era solito circondarsi di amici, organizzare zingarate per mettere a frutto queste escursioni “terapeutico sessuali.” Altri tempi, penserete. Niente affatto. Sotto questo aspetto nulla è cambiato. Seguitemi nel discorso, prendete appunti e vedrete come la “solitudine” delle afose giornate estive sia facile da combattere in maniera abbastanza piacevole e piena di sorprese.

cms_996/20130808-142209.jpg

L’estate, appunto, compresa la prima quindicina si settembre, è uno di quei momenti magici per cominciare a frequentare Abano terme, Montecatini o Fiuggi. Gran parte delle “signore bene” Italiane, dopo un estenuante periodo invernale, stressate da party che duravano sino all’alba, lunghe sfilate di moda e galà nei migliori atelier italiani o parigini, estenuanti sedute nei centri di abbronzatura, piccoli o grandi ritocchi dal chirurgo plastico, sbronze a base di ostriche e champagne nei salotti bene romani, hanno “giustamente” necessità di una pausa di riflessione. Un momento di relax per ossigenarsi e rimettersi in sesto. Oltretutto i loro mariti, dopo lo stress elettorale, sono tornati a fare politica attiva, in Senato o in Direzione, lasciando le poverine da sole.

cms_996/terme_(1).jpg

Se, cari lettori, anche voi foste un pò avanti con gli anni, vi consiglierei una capatina rigeneratrice in un ambiente tranquillo e affogato nel verde ( leggi Montecatini ), dove ostentando tutto il vostro charme, vi disintossicherete e di sera potreste coprire l’antiestetica “pancetta” con un maglioncino leggero e sopratutto utile alla salute cagionevole. Provate e vedrete che le terme diventeranno così un appuntamento del quale, l’anno prossimo, non potreste più farne a meno.

cms_996/tour-lago-terme.jpg

A detta di chi frequenta assiduamente questi centri vi consiglierei “Abano terme”. Posto molto frequentato essenzialmente da signore che, tra le tante terapie offerte dalle terme, sono solite approfittarne per delle appropriate “lavande vaginali”. Se ci andaste anche voi potreste unire “l’utile al dilettevole”. Il grande Niccolò Machiavelli, sin dal 1.500, asseriva: “il fine giustifica i mezzi”. Ma fate molta attenzione. Il raggiungimento del fine non deve far sottovalutare il mezzo. Se il “mezzo” è abbastanza grande, sarà ancora meglio per voi e...per lei. Se i maschietti, invece dei fanghi e delle inalazioni, dovessero preferire la “cura delle acque”, sarebbe opportuno seguire attentamente questi tre consigli basilari:

cms_996/cure-termali_(1).jpg1 = Alle acque andateci sempre con comode scarpette da ginnastica. Lo scatto iniziale per poter raggiungere i bagni è molto importante.

2 = Non siate assolutamente cavalieri nel cedere il primo bagno libero che riuscirete a trovare. In determinati momenti nessuno vi guarderebbe in faccia e, pertanto, nessuno si ricorderebbe di voi. Certe forme di buona educazione potrebbero riservarvi brutte sorprese.

3 = Siate egoisti. Nei momenti di necessità ognuno preferisce “scaricare” le proprie responsabilità!

Credetemi, comunque vada, questa avventura sarà un successo. Al rientro il vostro portatile avrà la memoria piena di numeri di telefono di nuove amiche ricche e importanti, sparse per l’Italia, ben disposte a rivedervi e a ricordare i momenti più belli del periodo termale.

cms_996/5030794_23_z.jpg

Il solo fatto che, nei loro momenti di “solitudine”, abbiate collaborato a tenerle “buona compagnia” col tempo vi ripagherà! Facciamo qualche esempio. Potrebbe capitarvi che per “motivi di lavoro” vi trovaste in una città dove non eravate mai stati, in un posto dove non conoscete nessuno, grazie al menù del vostro telefonino, non vi sentirete più soli come un cane. Avrete ovunque e comunque un amica da chiamare. Il successo dipenderà esclusivamente dal ricordo che avreste lasciato in lei durante il “noioso” soggiorno termale. Un ulteriore consiglio: “sappiate che chi trova un’amica trova un tesoro”. Per i più sfigati altro adagio consolatorio:...”chi trova un “tesoro” di amiche ne trova quante ne vuole.

Buona estate.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos