LA VPN DI GOOGLE ARRIVA ANCHE IN ITALIA

Inclusa nei piani One da 2TB in su

1628789925copertina.jpg

Google ha recentemente annunciato l’estensione della disponibilità del suo servizio di Vpn, basato sulla piattaforma Google One, anche in Italia, Canada, Messico, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito. Ma cos’è e in cosa consiste una Vpn? Questa è una sigla che sta per “virtual private network”, tradotto letteralmente “Rete virtuale privata”, è un tipo di servizio che permette di crittografare il traffico Internet e proteggere la propria identità online. Utilizzando una Vpn l’utente potrà accedere in modo sicuro ad app, siti Web e piattaforme di intrattenimento da qualsiasi parte del mondo e, quando utilizzerà reti wi-fi pubbliche come quella di un bar o un hotel, lo proteggerà da eventuali fughe di dati o hacker. Il servizio con Vpn inclusa avrà un costo di 9,99 euro al mese (o 99,99 euro all’anno) e sarà disponibile solo per gli utenti con piani Google One da 2 Tb.

cms_22812/foto_1.jpg

Nella pagina ufficiale della guida alla piattaforma, possiamo inoltre leggere “Google non utilizza la Vpn per tracciare, registrare o vendere dati e si serve di librerie client open source e di sistemi end-to-end che sono stati oggetto di revisione indipendente”. Una particolarità che però la differenzia dai molteplici servizi di reti private in circolazione è che, nonostante l’indirizzo IP venga anonimizzato, quello fittizio risulterà comunque come un indirizzo del proprio Paese: ovvero i siti che visitiamo sapranno comunque che la connessione parte da un telefono o un tablet in Italia, anche se non potranno sapere esattamente da dove.

cms_22812/foto_2.jpg

Una scelta dettata da un motivo molto semplice: usare un indirizzo IP mascherato di un altro Paese è uno dei metodi più usati per accedere a contenuti in streaming non disponibili in quel Paese. Se Google avesse permesso questa pratica si sarebbe trovata contro tutta l’industria dello streaming e tutte le piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video. Infine, il servizio offerto dal Colosso di Mountain View al momento è limitato ai soli dispositivi Android, ma dovrebbe arrivare nel breve tempo anche per iOS, Windows e MacOS.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram