LA SORELLA DI KIM JONG-HUN CONTRO SEUL

“La pagherete”. Nel mirino le dichiarazioni del governo centrale sulla gestione della pandemia

1607551944Copertina.jpg

La gestione della pandemia, come ormai palese da mesi, sta mettendo a nudo le criticità dei vari stati, che cercano come possono di contenere le ondate di contagi. Ma la guerra contro il virus non è l’unica che si sta combattendo, poiché ve n’è anche un’altra, di logoramento e più subdola: quella contro le uscite infelici, a maggior ragione in pubblico. Stavolta è il turno della Corea del Nord, che deve affrontare l’ennesimo scontro con la “sorella” Corea del Sud. Kim Yo-Jong, sorella del capo di stato nordcoreano Kim Jong-Hun, ha lanciato un’autentica bordata alla Ministra degli Esteri Kang Kyung-Wa. Quest’ultima è tacciata di dichiarazioni poco fortunate (come si diceva qualche rigo sopra) riguardo l’osservazione delle misure antiCoViD-19 - con velato riferimento alla gestione della pandemia a livello nazionale e applicazione delle regole di sicurezza da parte dei cittadini nordcoreani - adottate da Pyongyang e dintorni. La risposta è stata davvero poco rassicurante: “La pagherà a caro prezzo”, con tanto di “le congelate relazioni tra le Coree potrebbero peggiorare”.

cms_20271/Foto_1.jpg

In particolare, la ministra di Seul ha messo in dubbio il fatto che la zona nordcoreana sia covid free, come affermato. Questa asserzione deriva dalle misure varate dal governo di Pyongyang: chiusura delle frontiere e quarantena estesa fino a trenta giorni. A queste si aggiunge anche il rifiuto di qualsivoglia aiuto esterno, eccezion fatta per i kit dei test e il materiale protettivo in arrivo dalla Cina. La risposta di Kim Yo-Jong non è andata per nulla per il sottile: “Si può vedere dalle osservazioni sconsiderate, fatte da lei senza alcuna considerazione delle conseguenze, che è troppo ansiosa di raffreddare ulteriormente i rapporti già gelidi tra le due Coree – ha vigorosamente replicato alla KCNA, a dimostrazione dell’accrescimento delle responsabilità e dei poteri concessile dal fratello – non dimenticheremo mai le sue parole e potrebbe dover pagare un caro prezzo”.

cms_20271/Foto_2.jpg

Interpretato con un’altra chiave di lettura: “affronteremo il virus in via autonoma”. Non la migliore delle scelte, ma sempre meglio di dover arrivare a risolvere eventuali incomprensioni (interne o esterne) con le cattive. Soluzione che, in questo periodo, nessuno può permettersi di adottare.

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos