LA SITUAZIONE FINANZIARIA DEI CONSUMATORI IN EUROPA

L’unione divisa in due. Cresce la divergenza tra Nord e Sud Europa

1622672814Copertina.jpg

L’Eurostat calcola la situazione finanziaria dei consumatori su base mensile. Gli ultimi dati disponibili fanno riferimento ad aprile 2021. I dati possono essere disposti in un ranking. Le variazioni percentuali sono da riferirsi alla condizione finanziaria dei consumatori nel mese precedente. Al primo posto della classifica vi è la Svezia con un valore pari a 9,3%, seguita dalla Finlandia con un valore pari a 9,00% e dalla Danimarca con un ammontare pari a 4,1%. A metà classifica vi sono l’Austria con un valore pari a -10,55, seguita dalla Croazia con un ammontare pari a -11,00% e dalla Lettonia con un ammontare pari a -12,8%. Chiudono la classifica il Montenegro con un ammontare pari a -35,2%, la Turchia con un ammontare pari a -35,7% e la Macedonia del Nord con un ammontare pari a -36,9%.

Di seguito si prendono in considerazione gli andamenti della condizione finanziaria dei consumatori in Svezia, Finlandia nel periodo da luglio 2020 e aprile 2021.

Svezia. Nel luglio del 2020 la condizione finanziaria dei consumatori è stata pari ad un valore di 4,9% e nel mese successivo tale condizione è diminuita fino ad un valore di 3,00 ovvero pari ad una variazione di un ammontare di -1,9 punti pari ad un valore di -38,8%. Nel passaggio tra l’agosto 2020 e il novembre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare pari a 3,00% fino ad un ammontare pari a 4,4% ovvero una variazione pari ad un valore di 1,4 unità pari ad un valore di 46,7%. Nel passaggio tra il settembre 2020 e l’ottobre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori in Svezia è passato da un ammontare pari a 4,4 fino ad un valore pari a 4,7% ovvero pari ad un variazione di 0,3 unità pari ad un valore del 6,8%. Nel passaggio tra l’ottobre 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’andamento della situazione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare pari a 4,7 unità fino ad un valore pari a 5,2 unità ovvero pari ad una variazione di 0,5 unità pari ad un valore di 10,6%. Nel passaggio tra il novembre 2020 e dicembre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori in Svezia è passata da un ammontare pari a 5,2% fino ad un valore pari a 6,4% ovvero pari ad un valore di 1,2 unità pari ad un ammontare di 23,1%. Nel passaggio tra il dicembre 2020 ed il gennaio 2021 il valore della situazione finanziaria dei consumatori è cresciuto da un ammontare di 6,4% fino ad un valore pari a 7,7% ovvero pari ad un valore di 1,3% pari ad una variazione di 20,3%. Nel passaggio tra il gennaio 2021 ed il febbraio 2021 il valore dell’andamento della situazione finanziaria dei consumatori in Svezia è passata da un ammontare pari a 7,7% fino ad un valore pari a 8,7% ovvero pari ad un variazione di 1 unità pari ad un ammontare del 13,00%. Nel passaggio tra il febbraio 2021 ed il marzo 2021 il valore dell’andamento finanziario dei consumatori in Svezia è passato da un ammontare pari a 8,7% fino ad un valore pari a 8,6% ovvero pari ad una variazione di -0,1 unità pari ad una variazione di -1,1%. Nel passaggio tra il marzo 2021 e l’aprile 2021 il valore dell’andamento della condizione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare di 8,6% fino ad un valore di 9,3% ovvero pari ad una variazione di 0,7 unità pari ad un ammontare di 8,1%. Complessivamente nel periodo considerato l’ammontare del valore della situazione finanziario dei consumatori è cresciuto di un ammontare pari a 4,40 unità ovvero di un ammontare pari a 89,80%.

Finlandia. Nel luglio del 2020 la condizione finanziaria dei consumatori è stata pari ad un valore di 2,8% e nel mese successivo tale condizione è diminuita fino ad un valore di 0,7 ovvero pari ad una variazione di un ammontare di -2,1 punti pari ad un valore di -75,00%. Nel passaggio tra l’agosto 2020 e il novembre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare pari a 0,7% fino ad un ammontare pari a 2,3% ovvero una variazione pari ad un valore di 1,6 unità pari ad un valore di 228,6%. Nel passaggio tra il settembre 2020 e l’ottobre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori in Finlandia è passato da un ammontare pari a 2,3 fino ad un valore pari a 3,9% ovvero pari ad un variazione di 1,6 unità pari ad un valore del 69,6%. Nel passaggio tra l’ottobre 2020 ed il novembre 2020 il valore dell’andamento della situazione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare pari a 3,9 unità fino ad un valore pari a 1,6 unità ovvero pari ad una variazione di -2,3 unità pari ad un valore di -59,00%. Nel passaggio tra il novembre 2020 e dicembre 2020 il valore della situazione finanziaria dei consumatori in Finlandia è passata da un ammontare pari a 1,6% fino ad un valore pari a 2,8% ovvero pari ad un valore di 1,2 unità pari ad un ammontare di 75,00%. Nel passaggio tra il dicembre 2020 ed il gennaio 2021 il valore della situazione finanziaria dei consumatori è cresciuto da un ammontare di 2,8% fino ad un valore pari a 3,2% ovvero pari ad un valore di 0,4% pari ad una variazione di 14,3%. Nel passaggio tra il gennaio 2021 ed il febbraio 2021 il valore dell’andamento della situazione finanziaria dei consumatori in Finlandia è passata da un ammontare pari a 3,2% fino ad un valore pari a -1,7% ovvero pari ad un variazione di -4,9 unità pari ad un ammontare del -153,10%. Nel passaggio tra il febbraio 2021 ed il marzo 2021 il valore dell’andamento finanziario dei consumatori in Finlandia è passato da un ammontare pari a -1,7% fino ad un valore pari a 2,7% ovvero pari ad una variazione di 4,4 unità pari ad una variazione di 258,8%. Nel passaggio tra il marzo 2021 e l’aprile 2021 il valore dell’andamento della condizione finanziaria dei consumatori è passato da un ammontare di 2,7% fino ad un valore di 9,0% ovvero pari ad una variazione di 6,3 unità pari ad un ammontare di 233,3%. Complessivamente nel periodo considerato l’ammontare del valore della situazione finanziario dei consumatori è cresciuto di un ammontare pari a 6,20 unità ovvero di un ammontare pari a 221,43%.

Conclusioni. In sintesi possiamo verificare che anche con riferimento alla dimensione della situazione finanziaria dei consumatori rilevata dall’Istat come variazione percentuale mensile vi sono comunque delle significative differenziazioni tra un Nord Europa più finanziariamente sostenibile ed un Sud Europa con evidenti difficoltà di carattere finanziario. Ovviamente la crisi del Covid ha enfatizzato le differenze tra Nord e Sud Europa, e le due aree economiche per quanto siano unite da istituzioni politiche comuni sono sempre più distanti sotto il punto di vista economico. La convergenza economica tra i paesi dell’EU che sembrava una necessità politica ed un comune destino dei popoli europei appare lontana e sostituita da un evidente fenomeno di divergenza e crescita dell’eterogeneità nell’interno del contesto dell’unione.

cms_22082/Foto_1.jpg

cms_22082/Foto_2.jpg

cms_22082/Foto_3.jpg

cms_22082/Foto_4.jpg

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos