LA FARMACIA DI MADRE NATURA

Il karkadè, l’elisir del benessere

Il_karkade__l_elisir_del_benessere.jpg

La parola karkadè deriva dal nome karkadeb, come viene chiamata la pianta nel dialetto Tacruri, in Etiopia.

Conosciuta anche con altri nomi come “Tè rosso d’Abissinia” o “Tè Nubiano”, è una bevanda molto diffusa in Africa e in Medioriente, dove viene consumata sia calda che fredda, perché molto rinfrescante e dissetante. Gli antichi carovanieri del deserto, masticavano i fiori secchi di Hibiscus sabdariffa, durante i loro viaggi proprio per attenuare la sete.

In Italia arrivò per merito dei vari imperi coloniali occidentali, nel XVIII secolo. Durante il fascismo, venne importata dopo la guerra contro l’Etiopia (1935), quando la Società delle Nazioni inflisse all’Italia alcune sanzioni economiche e il governo sabotò i prodotti stranieri. In quell’occasione il tè prodotto nelle colonie inglesi venne sostituito con il Karkadè. Nel periodo del proibizionismo
americano, fu usato al posto del vino, per il suo aspetto molto simile.

cms_6287/2.jpg

E’ una bevanda acidula che si ottiene dai petali secchi dei fiori d’ibisco, che le conferiscono l’inconfondibile colore rosso intenso. Si prepara come un normale tè. In commercio possono trovarsi anche tisane miste, in cui i fiori di ibisco sono abbinati alla malva, alla camomilla o ad altre piante officinali. Gli acidi organici, malico, fitosteroli, antocianosidi, ibiscico, citrico e tartarico, ossalico e ascorbico, le conferiscono proprietà diuretiche e antisettiche delle vie urinarie, molto utili in caso di cistite. Ricca di vitamina C, è un potente antiossidante e antinfluenzale. I flavonoidi le conferiscono un’efficacia vasoprotettiva, utile in caso di fragilità capillare, varici, emorroidi e couperose.

Alcuni studi recenti ne hanno evidenziato le capacità regolatrici della pressione sanguigna, perché permette l’eliminazione delle tossine con la diuresi, e la sua azione fluidificante migliora il funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. Come la malva e l’altea, contiene mucillagini che esercitano un’azione lenitiva e protettiva sulle mucose e dunque è indicata per tutte le infiammazioni come il mal di gola, gengiviti, raffreddore e tosse. Le mucillagini a contatto con l’acqua formano una massa gelatinosa, svolgendo anche un’azione delicatamente lassativa, nonostante contenga tannini, che la rendono astringente. È dunque sconsigliato abusarne in gravidanza o durante l’allattamento. Stessa cosa per chi soffre di pressione bassa, dati gli effetti
ipotensivi.

cms_6287/3.jpgCon il karkadè si preparano ottimi impacchi per dare luminosità e morbidezza ai capelli opachi e sfibrati, grazie agli acidi della frutta, e – appunto - alle mucillagini. Gli antociani inoltre conferiscono ai capelli scuri o ramati, splendidi riflessi mogano. Come si prepara l’impacco per capelli al karkadè?

Occorrono 10 gr. di karkadè e 300 ml di acqua. Si porta tutto a bollitura, spegnendo il gas e lasciando in infusione per 10 minuti. Si filtra e si versa il liquido in un contenitore con spruzzino. Nel caso non lo si utilizzasse subito, si potrà tenerlo in frigo per tre giorni. Vaporizzare sui capelli bagnati dopo lo shampoo e lasciare agire per 10 minuti. Sciacquare, asciugare e il gioco è fatto! Attenzione però perché potrebbe macchiare gli abiti. E’ un ottimo rimedio per prolungare il colore fatto con l’hennè, donandogli lucentezza.

Una curiosità: il fiore di ibisco può avere vari colori, il bianco, il giallo, il pesca oltre al rosso che rimane quello più conosciuto. Con quelli bianchi in alcune zone dell’Africa viene preparata tradizionalmente una bevanda per brindare agli sposi, durante le feste nuziali.

Renata Are

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram