LA FARMACIA DI MADRE NATURA

L’Olivo, significato simbolico e proprietà terapeutiche.

Olivo_significato_simbolico_e_proprieta_terapeutiche.jpg

I nostri avi tenevano in grande considerazione il significato simbolico e le proprietà delle piante, assimilandole a divinità oppure attribuendo loro contenuti simbolici o magici che trascendevano la funzione terapeutica o estetica. L’olivo è da sempre considerato, sia dai popoli orientali che da quelli europei, un simbolo della pace. Nell’antica Grecia veniva donato agli atleti olimpici in caso di vittoria. All’epoca non era ancora l’olivo coltivato, ma il suo progenitore selvatico, l’oleastro. Secondo la leggenda fu Atena a trasformarlo in pianta coltivata, che da allora divenne simbolo di castità ed emblema della dea, tanto che era proibito bruciarne il legno o danneggiarla. Sacra a Giove e Minerva presso i Romani, i suoi rami venivano utilizzati in una cerimonia tipica di Capodanno. All’alba delle calende di gennaio due fanciulli, portando ramoscelli d’olivo e sale, entravano nelle abitazioni per augurare salute e ogni bene. Secondo la tradizione i gemelli Romolo e Remo nacquero sotto un albero d’olivo, così come quelli divini Diana e Apollo.

Per gli Egizi fu Iside, dea della Luna, sorella e moglie del Sole Osiride, ad insegnare agli uomini la coltivazione di questo albero sacro.Per gli Ebrei significava giustizia e sapienza.Nella religione cristiana si racconta che, calmatosi il diluvio universale, una colomba portò a Noè un ramoscello d’olivo per annunciargli la riconciliazione tra cielo e terra, diventando il simbolo della pace e della rigenerazione del suolo che tornava a fiorire. L’olivo è per i cristiani una pianta sacra e sacro è anche l’olio che si produce dai suoi frutti, il Crisma usato nelle liturgie cristiane, dal Battesimo all’Estrema Unzione, dalla Cresima alla Consacrazione dei nuovi Sacerdoti. Esso rigenera spiritualmente e introduce alla sfera divina.

cms_6024/2.jpg

L’olivo è l’”Asse del mondo”, l’Albero della vita e della Conoscenza che, al pari della Quercia per i Celti, collega cielo, terra ed inferi.Anche nella Magia si fa largo uso dell’olio, prediligendo il suo aspetto protettivo. L’olio d’oliva e l’acqua sono gli strumenti base per comprendere se qualcuno sia o no vittima del malocchio nella cultura popolare.La coltivazione dell’olivo risale almeno a 6000 anni fa, probabilmente ebbe il suo habitat originario in Siria. E’ una pianta sempre verde, una delle più diffuse nel Mediterraneo, molto longeva e può raggiungere i 15 metri di altezza. Il tronco è spesso contorto e vuoto, tanto da sembrare una scultura della natura, le sue radici sono molto superficiali ed espanse.Ha foglie lanceolate di colore grigio verde sulla pagina superiore e grigio argento in quella inferiore. I fiori compaiono in primavera, sono molto piccoli e bianchi, raggruppati a grappolo. Il frutto, l’oliva o drupa ovoidale, è verde e diventa nera a completa maturazione.Dell’olivo si utilizzano la corteccia, le foglie e i frutti, ricchi – Gli ultimi due - di una sostanza particolare, l’Oleouropeina, un glucoside amaro, la cui idrolisi genera molecole importanti per la nostra salute: l’acido elenolico antibatterico e antivirale e l’idrossitirosolo, potente neuroprotettivo, in grado di rallentare il processo d’invecchiamento cellulare. Il Tirosolo la molecola della felicità, aumenta del 30% i livelli di serotonina. La Rutina, un flavonoide che ha un’azione antiossidante superiore a quella delle vitamine C ed E è utile nel ripristino del microcircolo. Queste preziose molecole, presenti solo nell’estratto acquoso delle foglie - astringenti, depurative e antinfiammatorie, con forte effetto ipotensivo - sono il segreto di longevità e resistenza dell’olivo.

cms_6024/3.jpeg

I frutti, ricchi di minerali e vitamine, si raccolgono da novembre a febbraio e l’olio, che si ricava dalla spremitura a freddo, essendo ricco di acidi grassi monoinsaturi, è utile per far diminuire il colesterolo nel sangue. Per mantenere intatte le sue proprietà, va conservato al buio e preferibilmente in bottiglie di vetro scuro che lo proteggono dai raggi ultravioletti.Ha proprietà lenitive, emollienti e cura screpolature e ustioni. I Romani lo impiegavano per massaggiare il corpo, ritenendolo un bagno di giovinezza. Grazie alla presenza di antiossidanti quali i polifenoli e all’elevato contenuto di vitamina E, ha un’azione benefica contro la sterilità nell’uomo..È un colagogo, favorisce cioè il drenaggio della bile. Attenzione quindi se si hanno i calcoli poiché può provocare l’insorgenza di coliche biliari. Possiede un effetto lassativo e favorisce la crescita ossea, producendo un aumento significativo dei livelli del calcio e prevenendo l’osteoporosi.In Omeopatia o in Eroboristeria, l’Olea Europaea, viene impiegata sotto forma di granuli, gocce, tintura madre e macerato glicerico, come rimedio naturale contro febbre, diabete e ipertensione, specie se associata, in Quest’ultimo caso, al biancospino. E’ un tonico cardiaco, dà elasticità ad arterie e migliora la circolazione del sangue. È un utile rimedio anche per l’artrite reumatoide e per prevenire infezioni, essendo un valido antibatterico naturale.

Possiamo preparare l’estratto di foglie d ‘olivo anche in casa. Prima di tutto occorre pulirle, lasciandole a bagno per qualche minuto in una soluzione di acqua e bicarbonato, e risciacquarle accuratamente. In una pentola capiente piena d’acqua, si porteranno ad ebollizione e, a fuoco basso, si lasceranno sobbollire per quindici minuti. Dopo aver fatto raffreddare l’estratto, lo si verserà in una bottiglia di vetro, conservandolo in frigorifero. Si può assumere, anche 3 volte al giorno, un cucchiaino durante i pasti. Sempre meglio evitare il fai da te se si soffre di pressione bassa o se si assumono farmaci per il diabete.

cms_6024/4.jpg

Tra i fiori di Bach, Olive, è indicato per i sintomi da esaurimento e stanchezza cronica, mancanza di energia vitale e senso di frustrazione, per recuperare dopo una convalescenza o un intervento chirurgico. Riporta l’equilibrio, ricarica energetica, amore per la vita, aiutando ad affrontare le situazioni e i doveri con gioia e forza interiore.

Cosa significa sognare l’albero d’olivo?

Sicuramente assume sempre un significato positivo poiché esprime amore e possibilità di un’unione felice. Simbolo di ricchezza e successo negli affari.Chi sogna l’olivo è in pace con se stesso e con gli altri. Se invece si trova in un momento difficile, vuol dire che presto arriverà la soluzione che appianerà tutti i suoi problemi.

Renata Are

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram