LA BENEDISIÒN

LA_BENEDISIÒN__NR_13_I_SEGRETI_DELLA_PAROLE_(1).jpg

cms_21050/0.jpg

La benedisiòn

(dialetto Abbiatense)

A sto nòst fioeu bislacch

tegnuu in scòssa

che foeura l’ tireva

on vent bastard

fagh mai mancà

la cà, on foeugh,

la man del pader,

on gutt de vin,

de quel mes’ciaa

col nòster sangh.

(Traduzione)

La benedizione

A questo nostro figlio balordo

tenuto in grembo

quando fuori impazzava

un vento di tempesta

non fargli mai mancare

la casa e un fuoco

la mano del padre

un goccio di vino

di quello mischiato

con il nostro sangue.

cms_21050/2.jpg

Punto di riflessione di Luigi Paraboschi:

dalla scrittura del poeta, dall’uso intelligente che fa della lingua, dalle metamorfosi che combina nei versi, ci si può rendere conto della sua bravura.

La sua poesia procede per folgorazioni, sprazzi di luce, ombre, è una sintesi profonda delle emozioni che solo la vera poesia sa creare.

Complimenti

Luis Balocchi

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos