L’ITALIA SPRECA, SUBISCE IL GOL DALLA MACEDONIA NEL RECUPERO ED È FUORI DAL MONDIALE

Mancini: “Questa è la mia più grande delusione. È difficile anche parlare della partita”.

1648173620MONDIALI_ITALIA_.jpg

L’Italia inizia e finisce male l’avventura dei play-off mondiali, spareggi validi per l’accesso ai campionati di Qatar 2022. Perde, infatti, in semifinale con la Macedonia del Nord 1-0 e viene esclusa, ancora una volta, dalla massima competizione per nazionali. Un gol in pieno recupero di Trajkovski - nell’unico tiro in porta della squadra macedone - che gela il ‘Barbera’ di Palermo e l’Italia intera.

Una delusione enorme che la nazionale italiana avrebbe potuto anche evitare se avesse sfruttato al meglio, durante la fase a gironi, le tante occasioni che pure ha avuto per poter finire davanti alla Svizzera.

Ma questo, ormai, fa parte del passato. La realtà ci dice che l’Italia, campione d’Europa, è per la seconda volta consecutiva fuori da un mondiale.

Eppure, l’Italia non è dispiaciuta sotto l’aspetto del gioco, dell’intensità e delle occasioni create. Ciò che è mancato è stato il gol. Poca concretezza sotto porta, un paio di buoni interventi del portiere e un po’ di sfortuna spiegano, almeno in parte, l’esclusione dal mondiale.

cms_25332/2_Mancini_Ftg_IPA_OK.jpg

Luglio è stata la soddisfazione più bella nella mia carriera - ha dichiarato il CT, Roberto Mancini, ai microfoni di Rai 1 – ma questa è la mia più grande delusione. È difficile anche parlare della partita. Abbiamo fatto di tutto per vincere, ma il calcio è così e possono accedere cose incredibili. Ad ogni modo quando si perde e si va fuori bisogna anche saper soffrire. Il futuro? Bisogna far passare un po’ di tempo perché la delusione è grande. Ma questo è un gruppo di bravi giocatori e farà bene in futuro”.

In effetti diventa difficile commentare una partita come questa. Se oggi l’Italia avesse fatto due o tre gol parleremmo di una buona nazionale. È evidente che l’Italia avrebbe dovuto fare di più, ci si aspettava di più anche perché di fronte c’era pur sempre una nazionale modesta che occupa il 67° posto nel ranking Fifa. Ma è andato tutto storto. Ora ci sarà tempo per poter riflettere sulle criticità del calcio italiano perché saltare due mondiali consecutivi, probabilmente, non sarà frutto del caso. E poi bisognerà subito ripartire possibilmente con lo stesso Mancini che ha regalato, con il gioco e con i risultati, grandi soddisfazioni. Ma oggi, intanto, resta la sconfitta e la grande delusione per un altro mondiale mancato.

LA PARTITA IN SINTESI

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

Con il 4-3-3 il CT azzurro, Mancini, manda in campo: Donnarumma; Florenzi, Mancini, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Berardi, Immobile, Insigne.

Con il 4-4-2, invece, il CT macedone, Milevski, schiera: Dimitrievski; S. Ristovski, Velkovski, Musliu, Alioski; Churlinov, Bardhi, Ademi, Nikolov; Trajkovski, M. Ristovsk.

Parte subito forte l’Italia che costringe i macedoni nella propria metà campo. Gli azzurri giocano tutto il primo tempo con grande intensità e sfiorano ripetutamente il gol con Berardi (29’), Insigne (32’) e Immobile (38’), ma il risultato resta incredibilmente in parità sia per merito del portiere che per imprecisione sotto porta degli avanti azzurri. Clamorosa l’occasione di Berardi che si divora un gol a porta vuota. Nella ripresa gli azzurri si rendono subito pericolosi con Berardi (53’, 54’, 57’ e 62’). L’Italia insiste e ci prova con Bastoni (66’) e Pellegrini (84’), ma la palla non entra. Nel finale, così, arriva la beffa perché Trajkovski - nell’unico tiro in porta della Macedonia - pesca l’angolino dalla distanza e regala la finale con il Portogallo.

(Foto da adnkronos.com Ipa e Fotogramma - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram