L’ITALIA IN BASE AI FARMACI

L’AIFA evidenzia un diversificato aumento delle patologie tra Nord e Sud

1631819785copertina_copia.jpg

Dopo quasi due anni dall’inizio della pandemia parlare di patologie potrebbe risultare forviante e pericoloso. Proprio questo momento storico, ha segnato in modo indelebile la vita di ognuno di noi causando (in alcuni casi) danni irreversibili sulla personalità. In merito a questo, il rapporto dell’Aifa riportato sull’Atlante delle disuguaglianze, evidenzia come in diverse aree geografiche del nostro paese si verifichi un amento costante di patologie. La differenzia sostanziale si verifica sostanzialmente tra nord e sud, che in questo caso sono accumunate da un unico denominatore, la patologia stessa. Seppur con sintomi diversi, il fattore scatenante non cambia. La depressione frequente maggiormente nelle donne, è più evidente nella parte settentrionale del nostro paese, ma anche nel meridione la situazione sta sfuggendo di mano.

cms_23185/foto_1.jpg

Pertanto, cercando di fare una mappatura delle patologie nelle diverse zone dell’Italia, bisogna subito ricordare una statistica preoccupante. In Italia attualmente abbiamo 12 patologie per adulti e ben 3 in età pediatrica. Tutto questo, è risolvibile con dei farmaci che purtroppo causano altri problemi. Sempre nel rapporto si legge: “La posizione socio economica non preclude l’accesso alle cure, ma è fortemente correlata all’uso dei farmaci”. Le indicazioni sono chiare e evidenti, perché la stragrande di queste patologie è associato ad uno stile di vita sano.

cms_23185/foto_2.jpg

Nonostante gli sforzi profusi per tornare alla quasi normalità, i forti impedimenti alle libertà personali sono stato un grosso danno per la psiche dei cittadini, che ad oggi si vedono nel vortice della depressione. Proprio le malattie della mente sono in forte aumento, di cui il 60-70% pari a 1.279.00 sono riconducibili all’Alzheimer. Numeri che preoccupano, dimostrando che in tutta la nostra penisola si sta verificando un disagio diffuso. Nord e sud non sono differenti e si riscoprono vicini in un momento difficile, cercando di guardare con ottimismo al futuro.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram