I CINQUE ELEMENTI NEL CORPO

1623858815Copertina.jpg

Ciascuno di noi, secondo la sua costituzione fisica e il suo temperamento, è una miscela di diversi elementi. La medicina ayurvedica è una medicina olistica che mira a guarire, ma anche a prevenire le malattie, ed offre una cura accuratamente adattata a ciascuna delle tre grandi categorie energetiche umane: i Vatas, tipo di persone costituite principalmente da Etere e Aria; i Pittas, costituite da Fuoco e Acqua; i Kaphas da Acqua e Terra.

Ciascuno dei cinque elementi circola nel corpo e regola, simbolicamente, una particolare funzione definita del metabolismo. Per esempio, la mancanza dell’elemento Acqua e Fuoco nella nostra alimentazione disequilibra la fragile armonia dei cinque elementi influendo sulla nostra salute psico-fisica.

cms_22220/a.jpg

I cinque elementi sono indispensabili per l’armonia di tutto il cosmo e il loro equilibrio sostiene la vita sotto una forma spirituale e materiale. Essi sono le sostanze primarie di cui noi siamo costituiti ed esercitano un’azione particolare a livello fisico, emozionale, psicologico e spirituale.

I testi antichi riportano che gli Indiani, come anche gli antichi greci, in particolare Democrito, concepivano il mondo come un insieme di minuscole particelle legate insieme da un filo di catene atomiche. I saggi indiani consideravano la Materia come un’energia invisibile condensata e solidificata che diviene visibile sotto l’azione di sostanze e potenze elementari. L’invisibile si manifesta e conserva una forma visibile sotto l’azione di un’intelligenza direttrice appartenente al Tutto. Noi sappiamo che le cellule e gli organi del corpo umano sussistono grazie all’intelligenza che è in loro, che le funzioni essenziali del corpo sono controllate da subconscio o inconscio. Per gli Indiani, tutta la Natura funziona in questo modo, in quanto essa è la manifestazione del Grande Spirito.

La scienza fisica ci dice che la materia è composta da centinaia di elementi chimici: ossigeno, idrogeno, azoto, carbone, etc. Ma gli Indiani avevano una visione più semplicista delle cose e l’esprimevano in un modo più poetico, in quanto riconoscevano l’esistenza dei quattro elementi presieduti dal “Soffio invisibile”. Questa visione è stata ripresa anche dalla medicina e filosofia cinese.

Alla fonte del più piccolo atomo, l’energia che anima la materia più inerte è il soffio divino di Brahmâ. Nella Genesi biblica, Dio soffia nelle narici di una statuetta d’argilla e dà vita al primo uomo: Adamo. Brahmâ, anche lui, dopo aver estratto dalla sua essenza i cinque elementi che costituiscono il mondo, espira il suo soffio pranico nella materia inerte del mondo. Poi affida ai quattro Dei che presiedevano le quattro direzioni cardinali il compito di sostenere l’elemento Acqua, Aria, Fuoco e Terra con la loro essenza divina.

L’Etere contiene il soffio divino di Brahmâ, il Creatore; l’Aria, il soffio di Vayu, dio del Vento; il Fuoco, il soffio di Agni, dio del Fuoco; l’Acqua, quello di Varuna, dio delle Acque e degli Oceani; la Terra, quello del Prithvi, dea della Terra.

Il primo elemento, il più elevato, è l’Etere, detto anche “Vuoto” o “Spazio di Nessuno”, da cui provengono tutte le cose. Prima che qualsiasi cosa possa nascere, è necessario che si crei uno spazio che le permette di manifestarsi. Il “Soffio invisibile” è anche un’espressione poetica per evocare l’attivazione della Forza Vitale che conferisce alle cose il loro stato vivente e la loro percezione cosciente. Nelle religioni questa presenza è denominata Dio. Essa è eterna perché si trova nell’eternità del momento presente, che esisteva e sempre esisterà.

L’Etere è lo spazio universale ed atomico che contiene l’essenza di tutti I cinque elementi. Esso è l’apice della piramide, sovrasta tutto come tutte le possibilità. Vicino al divino, è per essenza etereo, inafferrabile ed evanescente. L’Etere è l’ossigeno degli dei, l’atmosfera che essi inspirano ed espirano, pura e vivente. La fiamma latente che veglia e presiede l’intelligenza, l’evoluzione, la conoscenza del Sé. Esso è direttamente associato al pensiero e al risveglio spirituale in noi. Senza l’Etere, l’essere diventa pari ad un animale che lotta istintivamente per la sua sopravvivenza e riproduzione o all’uomo che rincorre il successo, il denaro, il materialismo e l’ego. La vita spirituale dell’uomo è regolata dal suo Etere che è strettamente connesso con la sua origine divina.

cms_22220/Foto_2.jpg

Ogni movimento e gesto della danza dell’essere rispetta la funzionalità di ognuno di questi elementi preservandone l’armonia e riportando l’equilibrio laddove si presentano delle disfunzionalità. È importante essere a conoscenza della nostra vera Natura e delle forze primarie di cui siamo costituiti, perché esse sono alla base della nostra salute psico-fisico. Sta a noi mantenerle nel giusto equilibrio per garantirci uno stato di benessere perpetuo.

Rossella Rubini

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram