ITALIA FANTASTICA! CHIUDE CON 40 MEDAGLIE (10 ORI, 10 ARGENTI E 20 BRONZI) ED È RECORD ASSOLUTO

Malagò: “Le mie previsioni sono state superate con un record storico”

ITALIA_FANTASTICA!_CHIUDE_CON_40_MEDAGLIE__Tokyo_OLIMPIADI_2020.jpg

Una super Italia chiude con un bilancio più che positivo questa 32ma edizione delle Olimpiadi ‘Tokio 2020’. Finisce, infatti, al 10° posto nella classifica generale con 40 medaglie (10 ori, 10 argenti e 20 bronzi) e in settima posizione - come numero complessivo di medaglie conquistate - dietro a Usa, Cina, ROC (Comitato Olimpico Russo), Gran Bretagna, Giappone e Australia. L’Italia, dunque, non solo migliora i risultati di Londra 2012 e Rio 2016 (dove aveva conquistato 28 podi complessivi), ma registra il record assoluto di medaglie conquistate superando anche Los Angeles ’32 e Roma ’60 (ferme entrambe a 36 medaglie).

cms_22772/2_malago_afp_ok.jpg

"Le mie previsioni sono state migliorate con un record storico- ha dichiarato a ‘Casa Italia’ il Presidente del Coni Giovanni Malagò – per merito di un’Italia multietnica e super integrata. Nel nostro Paese sono andate a medaglie 16 regioni, contro le 15 della passata edizione e per la prima volta l’Italia ha vinto almeno una medaglia ogni giorno di gara, un record che nessuno potrà battere ma solo eguagliare. La responsabilità era grande, ma indubbiamente abbiamo reso felice un Paese”.

Questo risultato, in effetti, andato al di là di ogni più rosea aspettativa, ha inorgoglito e reso felici gli italiani. E non solo per il numero di medaglie conquistate.

Come dimenticare, infatti, le lacrime liberatorie di Tamberi? E come non ricordare il record storico di Marcell Jacobs, il primo italiano a centrare e addirittura a vincere una finale dei 100 metri? E come restare indifferenti alle lacrime di gioia e alle gesta di tutti quegli atleti saliti sul podio nelle varie discipline (lotta, scherma, ciclismo, sollevamento pesi, tiro a volo, canottaggio, tiro con l’arco, boxe, atletica leggera, ginnastica, vela)?

Indubbiamente ci si aspettava qualcosa di più da qualche altra disciplina sportiva come la scherma, la pallavolo, la pallanuoto o il basket, ma il risultato della spedizione italiana, come di seguito riportato, resta ugualmente eccezionale.

24 luglio (1a giornata)

cms_22772/2a_dellaquila_medagliabis_afp_ok.jpg

Partiamo dall’oro conquistato dal pugliese Vito Dell’Aquila che, nella finale dei 58 kg di taekwondo, ha sconfitto il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi. Sempre nel primo giorno arriva anche l’argento di Luigi Samele nella sciabola sconfitto in finale dal fortissimo ungherese Aron Szilagyi (già oro nelle precedenti due Olimpiadi).

25 luglio (2a giornata)

Bene l’Italia anche nella seconda giornata. Conquista tre bronzi con Elisa Longo Borghini nel ciclismo femminile (prova su strada), Odette Giuffrida nel judo 52 chili e Mirko Zanni nel sollevamento pesi categoria 67 kg.

26 luglio (3a giornata)

L’Italia incrementa il proprio bottino con altre quattro medaglie (tre argenti e un bronzo).

cms_22772/3_nuoto_staffetta_afp_ok.jpg

Iniziamo dallo storico secondo posto conquistato nella staffetta 4x100 stile libero (per la prima volta sul podio in una Olimpiade) da Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo e poi, sempre nel nuoto maschile, da segnalare il bronzo di Nicolò Martinenghi nei 100 rana. Mentre gli altri due argenti arrivano grazie a Diana Bacosi nel tiro a volo (già oro a Rio de Janeiro nel 2016) e a Daniele Garozzo nel fioretto individuale (oro nelle Olimpiadi di Rio anche per lui).

27 luglio (4a giornata)

Brillano i colori azzurrianchein questa quarta giornatagrazie all’argento di Giorgia Bordignon nel sollevamento pesi 64 kg femminili e ai due bronzi di Maria Centracchio nel Judo femminile 63 kg e delle ragazze della scherma, Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria e Alberta Santuccio nella spada a squadre.

28 luglio (5a giornata)

cms_22772/4_sciabola_tokyo2020_argento_afp_ok.jpg

L’Italia conquista altre tre medaglie e arricchisce ulteriormente il proprio medagliere. Luca Curatoli, Enrico Berré, Aldo Montano e Luigi Samele conquistano l’argento nella sciabola a squadre, mentre vincono il bronzo Federico Burdisso nel nuoto - ‘200 farfalla’ - e Matteo Castaldo, Marco Di Costanzo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino nel canottaggio maschile ‘quattro senza’.

29 luglio (6a giornata)

cms_22772/5_canottaggio_italia_2_afp_ok.jpg

Giornata storica per il canottaggio azzurro. Valentina Rodini e Federica Cesarini, infatti, conquistano la seconda medaglia d’oro per l’Italia in questi Giochi - la prima per il canottaggio femminile in una Olimpiade - nel doppio pesi leggeri femminile di canottaggio. Nella stessa disciplina maschile conquistano un bronzo anche Stefano Oppo e Pietro Willi Ruta. Ma le acque giapponesi regalano un insperato argento anche nel nuoto grazie ad uno strepitoso Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero. La sesta giornata, tuttavia, porta anche un altro bronzo grazie alle ragazze del fioretto Alice Volpi, Arianna Errigo, Erica Cipressa e Martina Batini.

30 luglio (7a giornata)

Magro bottino per l’Italia che conquista solo un bronzo con Lucilla Boari nel tiro con l’arco individuale. Ma si tratta di una medaglia storica in quanto è la prima italiana a salire sul podio in questa disciplina.

31 luglio (8a giornata)

cms_22772/6_quadarella_simona_afp_ok.jpg

Giornata ricca di medaglie per gli azzurri che vincono un argento con Mauro Nespoli nel tiro con l’arco e ben tre bronzi grazie a Simona Quadarella nel nuoto, 800 stile libero, Irma Testa nella boxe (prima medaglia femminile in questa specialità) e Antonino Pizzolato nel sollevamento pesi.

1 agosto (9a giornata)

Giornata memorabile per i colori azzurri nell’atletica leggera. Gianmarco Tamberi nel salto in alto e Marcell Jacobs nei 100 metri conquistano 2 ori e riscrivono la storia dello sport italiano. Il marchigiano, dopo il grave infortunio del 2016 a Montecarlo che lo aveva costretto a saltare le Olimpiadi di Rio de Janeiro, si riscatta salendo cinque anni dopo sul gradino più alto del podio - insieme al qatariota Barshim – dopo aver saltato 237 centimetri al primo tentativo. Un’emozione dietro l’altra con Tamberi che non riesce a trattenere la sua gioia e si lascia andare in un pianto liberatorio davanti al suo ‘stivaletto di gesso’ ricordando quell’infortunio che avrebbe potuto rovinargli la carriera.

cms_22772/7_jacobs_tamberi9_afp_ok.jpg

Bello ed emozionante, tuttavia, anche l’abbraccio con ‘l’altro oro’, Marcell Jacobs. L’azzurro, l’uomo più veloce del mondo, non solo è il primo italiano a centrare una finale dei 100 metri, ma addirittura il primo anche a vincerla con un tempo pazzesco (9 secondi e 79 centesimi).

Due storie diverse, ma dall’identico e memorabile finale.

La giornata, tuttavia, era iniziata già bene con il bronzo conquistato nel nuoto dal quartetto formato da Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi nella staffetta 4x100 misti maschile.

2 agosto (10a giornata)

Arriva un’altra storica medaglia per l’Italia grazie a Vanessa Ferrari nel corpo libero. Ci son voluti ben 93 anni, infatti, per riportare sul podio la ginnastica azzurra. Non accadeva addirittura da Amsterdam 1928. Si tratta della 28ma medaglia conquistata dall’Italia che, al momento, eguaglia il numero di podi delle due precedenti Olimpiadi di Londra e Rio.

3 agosto (11a giornata)

Altra giornata importante per l’Italia che conquista un prezioso oro nella vela - ‘Nacra 17’ - con Ruggero Tita e Caterina Banti. Un risultato importante se pensiamo che l’ultimo oro in questa disciplina (conquistato da Alessandra Sensini) risale ai Giochi di Sidney 2000. E con la 29ma medaglia l’Italia supera i podi di Londra e Rio.

4 agosto (12a giornata)

cms_22772/8_ciclismo_italia_pista_afp_ok.jpg

Ancora un oro per l’Italia grazie all’impresa realizzata nel ciclismo su pista - inseguimento a squadre maschile – da Simone Consonni, Francesco Lamon, Jonathan Milan e da uno strepitoso Filippo Ganna. Il quartetto azzurro supera in finale i forti danesi fissando anche un nuovo record del mondo.

5 agosto (13a giornata)

Giornata ricca di medaglie (5) per i colori azzurri: oro per Massimo Stano nell’atletica leggera – marcia 20 km -, argento nella canoa K1 200 metri per Manfredi Rizza e infine i tre bronzi con Gregorio Paltrinieri nella 10 km in acque libere, Elia Viviani nel ciclismo su pista e Viviana Bottaro nel Karate.

6 agosto (14a giornata)

Altra giornata fantastica per l’Italia che conquista tre incredibili medaglie d’oro.

cms_22772/9_palmisano_esulta_afp_ok.jpg

Ci pensano Antonella Palmisano nella 20 km di marcia (prima donna a vincere in questa disciplina), il quartetto composto da Marcell Jacobs,Eseosa Desalu, Lorenzo Patta e Filippo Tortu nella staffetta 4 X 100 e Luigi Busà nel Karate - categoria 75 Kg - al termine di tre gare stupende ed emozionanti.

7 agosto (15a giornata)

L’Italia arricchisce ulteriormente il proprio medagliere con il bronzo conquistato da Abraham ConyedoRuano nella lotta libera maschile -97 kg.

8 agosto (16a ed ultima giornata)

Arriva un bronzo anche in questa ultima giornata di Olimpiadi. Ci pensano le ragazze della ginnastica ritmica che finiscono terze dietro a dietro alla Bulgaria e alla Russia.

(Foto da: adnkronos.com Afp - Si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos