IN ITALIA ULTERIORI 12.694 CONTAGI E ALTRI 251 MORTI

I dati dalle Regioni. Vaccini, superata quota 15 milioni dosi somministrate in Italia

19_4_2021.jpg

cms_21630/4.jpg

cms_21630/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 12.694 contagi e altri 251 morti

Sono 12.694 i contagi da coronavirus in Italia, secondo i dati, regione per regione, del bollettino della Protezione Civile.

Da ieri, registrati altri 251 morti. Sono 230.116 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore con un tasso di positività al 5,51% (era al 4,6%). 163 gli ingressi in terapia intensiva in un giorno, 23.648 ricoverati con sintomi. Considerando le persone dimesse, in rianimazione cala a 3.311 il numero totale dei ricoverati (-29). I ricoverati con sintomi sono 452 in meno in 24 ore, così il totale dei pazienti nei reparti covid scende a 23.648.

Dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate dal covid-19 3.870.131 persone mentre ne sono morte 116.927. I dimessi/guariti in 24 ore sono 13.135, che portano il totale delle persone che dall’inizio dell’emergenza hanno superato il virus a 3.248.593. Sono 697 in meno gli attualmente positivi, ovvero le persone con covid-19 seguite dal sistema sanitario nazionale. In totale a oggi in Italia sono 504.611 le persone positive al Sars Cov2.

cms_21630/italia.jpg

I dati dalle Regioni

LOMBARDIA - Sono 1.782 i nuovi contagi da coronavirus.La tabella dei dati dalla regione registra inoltre altri 64 morti.

VENETO - Sono 761 i nuovi contagi da coronavirus. Registrati altri 16 morti, che portano il totale a 11.104 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia di covid-19.

LIGURIA - Sono 259 i nuovi contagi da coronavirus. Registrati altri 5 morti, che portano il totale a 4.072 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia di covid-19.

SARDEGNA - Sono 351 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 2 morti.

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.104 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 21 morti.

VALLE D’AOSTA - Sono 29 i nuovi contagi da coronavirus. Nessun decesso registrato.

LAZIO - Sono 1.127 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano 25 morti.

CAMPANIA - Sono 1.700 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 18 morti. Il totale dei decessida inizio pandemia è 5.952.

PIEMONTE - Sono 751 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 3 morti.

ABRUZZO - Sono 258 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 4 morti.

PUGLIA - Sono 1.278 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 17 morti.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 169 nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 8 morti, a cui se ne aggiungono cinque pregressi. I decessi complessivamente ammontano a 3.601.

SICILIA - Sono 875 nuovi cas da coronavirus. Si registrano altri 10 morti.

TOSCANA - Sono 958 i nuovi contagi da coronavirus. Si registrano altri 28 decessi.

CALABRIA - Sono 500 i nuovi contagi da coronavirus . Si registrano altri 6 morti.

MARCHE - Sono 277 i nuovi contagi da Coronavirus. L’indice di positività è al 10%.

BASILICATA - Sono 147 i nuovi contagi da coronavirus. Non si registano morti nelle ultime 24 ore.

cms_21630/vaccino_in__ITALIA.jpg

Vaccini, superata quota 15 milioni dosi somministrate in Italia

Superata quota 15 milioni di vaccini anti covid somministrati in Italia. Alle 15.20 di ieri, domenica 18 aprile, il sistema di monitoraggio della Struttura Commissariale ha rilevato il dato di 15.099.777 somministrazioni dall’inizio della campagna vaccinale. L’87,2% delle dosi consegnate alle Regioni è stato somministrato. È in corso la distribuzione delle oltre 400mila dosi di vaccino Moderna arrivate ieri sera all’hub nazionale di Pratica di Mare.

cms_21630/Roberto_Speranza.jpg"Io credo che in questa fase dobbiamo tenere insieme due parole: fiducia e prudenza, che devono guidarci nelle prossime settimane", ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza a ’Mezz’ora in più’. "Siamo in una fase diversa, con una campagna di vaccinazione che va avanti, abbiamo superato i 15 milioni di somministrazioni - ha evidenziato -, negli ultimi tre giorni abbiamo fatto un milione di somministrazioni, c’è un’accelerazione in corso e in più nelle ultime settimane abbiamo adottato misure molto dure, il 70% degli italiani ha vissuto in zona rossa".

Misure che ci permettono "di costruire una road map, ma serve ancora tanta prudenza: guardare avanti ma con i piedi ben piantati per terra facendo un passo alla volta perché se facciamo un passo troppo lungo rischiamo poi di dover tornare indietro. Abbiamo trovato un punto di equilibrio - ha proseguito - non c’è un ’giorno x’ in cui d’incanto scompaiono tutte le misure. Ora possiamo guardare con più fiducia, possiamo permetterci alcune aperture".

La scuola, ha sottolineato il ministro, "è l’architrave della nostra società, mancano poche settimane alla fine dell’anno scolastico e vogliamo che il più alto numero di questi ragazzi possa tornare a scuola in presenza. Ci stiamo assumendo un po’ di rischio, un rischio ragionato come ha detto il presidente del Consiglio, non è un rischio folle. Per questo chiedo alle persone ancora una mano: avremo ancora più bisogno di attenzione. Oggi più che mai abbiamo bisogno di una mano da parte di tutti per gestire questa fase di transizione".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos