IN ITALIA ULTERIORI 12.448 CONTAGI E ALTRI 85 MORTI

I dati dalle Regioni - Super green pass, decreto: misure da 6 dicembre per salvare Natale

163782113825.jpg

cms_23935/4.jpg

cms_23935/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 12.448 contagi e altri 85 morti

Sono 12.448 i contagi da coronavirus in Italia, secondo numeri e dati covid - regione per regione - nel bollettino di Protezione Civile e ministero della Salute.

Registrati altri 85 morti. I nuovi casi sono stati individuati 562.505 tamponi, il tasso positività è al 2,2%. 49 gli ingressi in terapia intensiva in 24 ore.

573 (+13) i pazienti in area critica. 4.629 (+32) i pazienti ricoverati con sintomi.

cms_23935/italia.jpg

I dati dalle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 24 Novembre 2021)

LOMBARDIA - Sono 2.207 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Lombardia oggi, 24 novembre, secondo i dati del bollettino Covid della Regione. Nelle ultime 24 ore si registrano 13 decessi che portano il totale di vittime dall’inizio della pandemia a 34.311. I tamponi effettuati sono 113.920 mentre il rapporto positivi/test sale all’1,9%. In crescita i ricoveri in terapia intensiva: sono 72 (+5) mentre calano i ricoverati non in terapia intensiva: sono 729 (-7).

Sono 737 i nuovi positivi al Covid registrati nella provincia di Milano nelle ultime 24 ore, di cui 301 a Milano città. Quanto alle altre province, a Bergamo si registrano 136 nuovi casi, a Brescia 261, a Como 140, a Cremona 128, a Lecco 55, a Lodi 42, a Mantova 72, a Monza 220, a Pavia 108, a Sondrio 51, a Varese 177.

CAMPANIA - Sono 965 i nuovi contagi da coronavirus emersi in Campania oggi, 24 novembre, secondo il bollettino odierno diffuso dall’Unità di crisi della Regione. Effettuati 31.981 test. Cinque i nuovi decessi, 4 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e uno avvenuto in precedenza, ma registrati ieri. In Campania sono 21 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 312 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

LAZIO - Sono 1.283 nuovi contagi Covid registrati nel Lazio oggi, 24 novembre, secondo i dati del bollettino della Regione. Eseguiti 19.734 tamponi molecolari e 31.525 tamponi antigenici per un totale di 51.259 tamponi. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,5%. Sei i decessi (+2), 697 i ricoverati (+20), 87 le terapie intensive (+3) e +793 i guariti. I casi a Roma città sono a quota 605. "Su 6 decessi, 4 non avevano ricevuto la vaccinazione", riferisce l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

PIEMONTE - Sono 650 i nuovi contagi da coronavirus oggi 24 novembre in Piemonte, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 6 morti. L’Unità di Crisi della Regione fa sapere i nuovi casi, di cui 310 individuati dopo test antigenico, sono pari allo 1,3% di 50.762 tamponi eseguiti, di cui 42.124 antigenici.

Gli asintomatici sono 377 (58%). I casi sono 383 di screening, 246 contatti di caso, 121 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 398.823, di cui 32.837 Alessandria, 19.218 Asti, 12.564 Biella, 57.245 Cuneo, 30.878 Novara, 212.417 Torino, 14.828 Vercelli, 14.218 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.651 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.967 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 716 i nuovi contagi da coronavirus rilevati oggi, 24 novembre, in Friuli Venezia Giulia, secondo il bollettino con i dati Covid della Regione. Eseguiti 8.959 tamponi molecolari con una percentuale di positività del 7,99%.

Sono inoltre 15.860 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 66 casi (0,42%). Nella giornata odierna si registrano 5 decessi: si tratta di due uomini di Trieste, rispettivamente di 81 e 73 anni, deceduti in ospedale, di un uomo di Muggia, di 74 anni, deceduto in una residenza per anziani, di una donna di 101 anni, di Pasiano di Pordenone, deceduta in ospedale, e di un uomo di Tavagnacco, di 75 anni, deceduto in ospedale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 26, mentre i pazienti in altri reparti sono 232.

CALABRIA - Sono 249 i nuovi contagi da coronavirus oggi 24 novembrein Calabria, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 5 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 5.796 tamponi effettuati. Ci sono +203 guariti. Il totale dei decessi da inizio pandemia sale a 1.488. Il bollettino, inoltre, registra +41 attualmente positivi, +35 in isolamento, +7 ricoverati e, infine, -1 terapie intensive (per un totale di 11).

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.058 i nuovi contagi da coronavirus oggi 24 novembre in Emilia Romagna, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 14 morti. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, nella regione si sono registrati 448.368 casi di positività. I nuovi casi sono stati individuati su un totale di 36.505 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,9%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 7.269.377 dosi; sul totale sono 3.545.230 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 415.678.

ABRUZZO - Sono 256 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Abruzzo oggi, 24 novembre, secondo i dati del bollettino Covid della Regione. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2580 (si tratta di un 93enne della provincia di Pescara). Sono 94 i pazienti (+3 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 8 (-1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 3589 (+37 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

PUGLIA - Sono 273 i nuovi contagi da coronavirus oggi 24 novembre in Puglia, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 2 decessi.

I nuovi casi di positività sono stati rilevati su 22.533 test giornalieri. Sono 3.910 le persone attualmente positive in Puglia, 144 quelle ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva. Da inizio emergenza, nella Regione sono stati registrati 277.988 casi totali, 4.656.738 i test eseguiti, 267.198 le persone guarite e 6.880 i decessi.

TOSCANA - Sono 391 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Toscana oggi, 24 novembre, secondo il bollettino con i dati Covid della Regione. Sono stati eseguiti 8.905 tamponi molecolari e 19.290 tamponi antigenici rapidi, di questi l’1,4% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 8.100, -1% rispetto a ieri.

I ricoverati sono 300 (3 in meno rispetto a ieri), di cui 47 in terapia intensiva (2 in più). Oggi si registrano 4 nuovi decessi: 4 uomini, con un’età media di 72,3 anni. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 282.994 (94,8% dei casi totali).

VALLE D’AOSTA - Sono 36 i contagi da coronavirus in Valle d’Aosta oggi, 24 novembre 2021, secondo i numeri del bollettino covid della regione. Non si registrano morti. Da inizio epidemia, le persone contagiate dal virus salgono a 12.855. I positivi attuali sono 466 di cui 453 in isolamento domiciliare 11 ricoverati in ospedale, 2 in terapia intensiva.

Il totale complessivo dei guariti è di 11.911, + 13 rispetto a ieri. I casi complessivamente testati sono 96.187, i tamponi fino ad oggi effettuati 273.620. I decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza ad oggi in Valle d’Aosta sono 478.

VENETO - Sono 1.931 i nuovi contagi da coronavirus oggi 24 novembre 2021 in Veneto, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 3 decessi. I nuovi casi a fronte dell’effettuazione di 23.285 tamponi molecolari e 67.307 antigenici, registra il bollettino aggiornato alle ore 8 di oggi.

"Lo scenario di questa ondata ci dice che i vaccini stanno funzionando. Il bollettino di questa mattina in Veneto ci dice che ci sono 1931 contagiati, l’anno scorso, senza vaccini, avevamo già 2.000 persone in ospedale, oggi sono 500 - ha detto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ai microfoni di Rtl 102.5 - L’83% dei miei ricoverati in terapia intensiva sono non vaccinati. Io rispetto le idee di tutti, ma ho l’obbligo di dire ai cittadini che la vaccinazione è il vero grande fronte, per l’ospedalizzazione e anche per il contagio: riduce di 6 volte la possibilità di essere contagiati e di 8 volte quella di essere ricoverati".

BASILICATA - Sono 47 i contagi da coronavirus in Basilicata oggi, 24 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi (45 riguardano residenti) sono stati individuati su un totale di 926 tamponi molecolari. Dei nuovi contagi, 17 sono a Ferrandina in provincia di Matera, asintomatici o con sintomi lievi. I lucani guariti o negativizzati sono 11. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 17 (-2) e di questi 2 (uno in più rispetto a ieri) sono in terapia intensiva. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 1.036 (+34).

Per la vaccinazione, sono state effettuate 3.273 somministrazioni di cui circa 2.400 sono terze dosi. Finora 436.231 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (78,8 per cento del totale della popolazione residente), 401.992 hanno completato il ciclo vaccinale (72,7 per cento) e 32.530 sono le terze dosi (5,9 per cento), per un totale di 870.753 somministrazioni effettuate.

cms_23935/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

Super green pass, decreto: misure da 6 dicembre per salvare Natale

Super green pass in Italia dal 6 dicembre, anche in zona bianca fino al 15 gennaio. Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per contenere l’ondata di contagi covid. Bar, ristoranti, cinema, teatri diventano accessibili solo a vaccinati e guariti, in possesso del certificato verde che sarà valido 9 mesi e non 12. Il green pass ’semplice’, legato anche all’esito negativo dei tamponi, serve per recarsi al lavoro, accedere agli alberghi, utilizzare i mezzi di trasporto pubblico locale, i treni regionali e interregionali.

Il decreto si sviluppa in quattro ambiti: obbligo vaccinale e terza dose; estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie; istituzione del Green Pass rafforzato; rafforzamento dei controlli e campagne promozionali sulla vaccinazione.

- Obbligo vaccinale e terza dose

Il decreto legge prevede di estendere l’obbligo vaccinale alla terza dose a decorrere dal 15 dicembre prossimo e con esclusione della possibilità di essere adibiti a mansioni diverse.

- Obbligo nuove categorie

Inoltre il provvedimento stabilisce l’estensione dell’obbligo vaccinale a ulteriori categorie a decorrere dal 15 dicembre, prosegue palazzo Chigi. Le nuove categorie coinvolte saranno: personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria), personale del soccorso pubblico.

- Green pass e Super green pass

Il testo approvato oggi prevede che la durata di validità del Green Pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi. L’obbligo di Green pass viene esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale. A decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il Green pass rafforzato: vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti: Spettacoli, Spettatori di eventi sportivi, Ristorazione al chiuso, Feste e discoteche, Cerimonie pubbliche. In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green pass rafforzato per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla, debba essere utilizzato anche in zona bianca.

- Controlli e campagne promozionali

- Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno.

- Sarà potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione.

Il governo ha assunto e ha intenzione di assumere in via amministrativa altre decisioni:

- è già consentita la terza dose dopo 5 mesi dalla seconda;

- aprirà da subito la terza dose per gli under 40;

- se autorizzate, potranno essere avviate campagne vaccinali per la fascia di età 5-12 anni, conclude il governo.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos