IN ITALIA 16.146 ULTERIORI CONTAGI E ALTRI 477 MORTI

Report Iss: rischio alto in 11 regioni. I dati delle Regioni. Vaccino covid Pfizer, Arcuri: "Da lunedì 29% di dosi in meno"

16.jpg

cms_20651/4.jpg

cms_20651/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia 16.146 ulteriori contagi e altri 477 morti

Sono 16.146 i contagi da coronavirus in Italia resi noti, secondo i dati del bollettino della Protezione Civile, diffuso dal ministero della Salute. Sono stati registrati altri 477 morti che portano il totale a 81.325 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia di covid-19. Sono stati eseguiti ulteriori 273.506 tamponi tra molecolari e antigenici. Il tasso di positività si attesta al 10,3% ma scende al 5,9% se si considerano i test rapidi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.522, con un calo di 35 unità. I ricoverati con sintomi sono 22.841 (-269).

cms_20651/report_ISS.jpg

Report Iss: rischio alto in 11 regioni

Rischio alto in 11 regioni. Terapie intensive oltre la soglia critica in 12 regioni. E’ la mappa delineata nella bozza nella bozza del report di monitoraggio di Istituto superiore di sanità (Iss) e ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia di Covid-19 in Italia. Il documento si riferisce al periodo 4-10 gennaio, con dati aggiornati al 13.

In Italia "11 Regioni/Province autonome sono classificate a rischio alto (contro 12 della settimana precedente), 10 a rischio moderato (di cui 4 ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e nessuna a rischio basso", si legge.

"Sono 12 le Regioni e Province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e aree mediche sopra la soglia critica (era 13 la settimana precedente). Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale continua a essere sopra la soglia critica (30%)". E’ quanto riporta la bozza del report di monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità (Iss) e del ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia di Covid-19 in Italia. Il documento si riferisce al periodo 4-10 gennaio, con dati aggiornati al 13.

"Complessivamente, il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in lieve aumento da 2.579 (al 4 gennaio) a 2.636 (12 gennaio); il numero di persone ricoverate in aree mediche aumenta anche lievemente, passando da 23.317 (04 gennaio) a 23.712 (12 gennaio) - evidenzia il documento - Tale tendenza a livello nazionale sottende forti variazioni inter-regionali con alcune regioni dove il numero assoluto dei ricoverati in area critica e il relativo impatto, uniti all’incidenza impongono comunque misure restrittive".

"L’indice di trasmissione nazionale è in aumento per la quinta settimana consecutiva e sopra 1. Sono 9 le Regioni (Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta) che hanno un Rt puntuale maggiore a uno nel limite inferiore, compatibili con uno scenario tipo 2. Altre 10 hanno un Rt compatibile con uno scenario di tipo uno ma sono tutte, tranne una, con un Rt medio sopra uno o appena sotto", è il dato che emerge.

cms_20651/0.jpg

I dati delle regioni

Toscana - Sono 446 i nuovi casi positivi registrati in Toscana "su 9.053 tamponi molecolari e 5.164 test rapidi". Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull’andamento dell’epidemia di coronavirus. Il totale dei positivi, da inizio epidemia, è pari a 127.010 unità. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei nuovi positivi odierni è di 45 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 16% tra 60 e 79 anni, l’11% ha 80 anni o più).

Abruzzo - Sono 240 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 90 anni) di coronavirus registrati oggi in Abruzzo. Nelle ultime ore, secondo i dati diffusi dalla regione, sono stati segnalati altri 2 morti.

Puglia - Sono 1.295 i contagi da coronavirus in Puglia secondo i dati contenuti nel bollettino diffuso dalla Regione. Sono stati registrati 321 morti. Tra i positivi, 453 sono in provincia di Bari, 52 in provincia di Brindisi, 130 nella provincia Bat, 292 in provincia di Foggia, 87 in provincia di Lecce, 278 in provincia di Taranto, 3 casi di residenza non nota.

Veneto - Sono 1.079 i contagi da coronavirus. Registrati altri 74 decessi nella regione.

Sardegna - Altre 13 persone sono morte in Sardegna per il Covid 19 nelle ultime 24 ore, 260 sono i nuovi casi di positività registrati nell’aggiornamento dell’Unità di crisi regionale. I tamponi in più eseguiti sono 2.258 test. I pazienti attualmente ricoverati in ospedale sono 510 (-17), mentre sono 50 (dato invariato) i pazienti in terapia intensiva.

Lombardia - Scende all’8,3% dal 9% di ieri il tasso di positività rispetto ai tamponi processati che sono stati 26.535, rilevando 2.205 nuovi contagiati al Covid19 nella regione. I morti sono 68 e portano il totale da inizio pandemia a 26.094.

Lazio - "Su oltre 12mila tamponi nel Lazio (-1.873) e oltre 16mila antigenici, per un totale di oltre 28mila test, si registrano 1.394 casi positivi (-422), 36 i decessi (-11) e +1.583 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi e i ricoveri, mentre aumentano i ricoveri nelle terapie intensive". Lo riferisce l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Valle d’Aosta - Nessun nuovo decesso e 416 positivi attuali, di cui 40 ricoverati in ospedale, 3 in terapia intensiva, e 373 in isolamento domiciliare. Sono i numeri dell’emergenza Coronavirus in Valle d’Aosta, resi dal bollettino di aggiornamento sanitario della Regione.

Emilia-Romagna - Altri 1.794 positivi e vengono registrati 67 nuovi decessi.

Friuli Venezia Giulia - Sono stati rilevati 576 nuovi contagi ai quali si aggiungono 122 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività del 9,15%. I decessi registrati sono 24, ai quali si aggiungono 5 morti pregresse afferenti al periodo tra il 30 dicembre 2020 e il 10 gennaio 2021.

Campania - Sono stati registrati 1.150 nuovi casi. Segnalati altri 37 morti, che portano il totale a 3.335 dall’inizio dell’emergenza.

cms_20651/vaccinocoviddfgtr5.jpg

cms_20651/ARCURI_(2).jpgVaccino covid Pfizer, Arcuri: "Da lunedì 29% di dosi in meno"

Pfizer ridurrà il numero di dosi di vaccino covid nella consegna della prossima settimana. "Alle 15,38 di oggi la Pfizer ha comunicato unilateralmente che a partire da lunedì consegnerà al nostro Paese circa il 29 per cento di fiale di vaccino in meno rispetto alla pianificazione che aveva condiviso con gli uffici del Commissario e, suo tramite, con le Regioni italiane", sottolinea in una nota il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri.

"Non solo: ha unilateralmente deciso in quali centri di somministrazione del nostro Paese ridurrà le fiale inviate e in quale misura. Analoga comunicazione è pervenuta a tutti i Paesi della Ue. La Pfizer ha altresì annunciato che non può prevedere se queste minori forniture proseguiranno anche nelle prossime settimane, né tantomeno in che misura", aggiunge.

Arcuri "preso atto della gravità della comunicazione nonché della sua incredibile tempistica, ha inviato una formale risposta a Pfizer Italia, nella quale esprime il proprio disappunto, indica le possibili conseguenze di una riduzione delle forniture e chiede l’immediato ripristino delle quantità da distribuire nel nostro Paese. Riservandosi, in assenza di risposte, ogni eventuale azione conseguente in tutte le sedi". "Oggi in Italia abbiamo raggiunto il primo milione di somministrazioni, a dimostrazione che la campagna di vaccinazione è stata avviata a ritmi che non hanno pari in nessun altro Paese Ue - ha aggiunto Arcuri - L’ipotesi di iniziare la somministrazione del vaccino agli over 80, di provvedere alla seconda dose per il personale sanitario e socio sanitario e per gli ospiti delle Rsa, senza la totalità delle dosi necessarie porta quindi un grave nocumento al suo proseguimento. E penalizzare l’Italia è assai più grave, considerando lo sforzo sinora profuso da tutte le Regioni per accelerare l’andamento delle somministrazioni".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos