IL VITIGNO AUTOCTONO NERO BUONO

Percorsi di vini

1652152914Il_vitigno_autoctono_Nero_Buono_Cori(ITALIA_Licenze_Creative_Commons).jpg

Nella regione Lazio, in provincia di Latina, si trova una delle città più antiche dell’intero patrimonio culturale italiano.

cms_25982/1_Cori_(Licenze_Creative_Commons).jpg

Si tratta della città di Cori, anticamente chiamata Cora, che la leggenda vuole fondata tra il XIII e XII secolo a.C. Certo è che recenti ricerche archeologiche testimoniano la presenza stabile di un nucleo abitativo risalente all’età del Bronzo e questo rende di fatto la città di Cori testimonial d’eccezione di un passato molto distante da noi.

Eretta su una collina a circa 400 m. s.l.m. in posizione dominante rispetto alla pianura pontina ha visto il susseguirsi delle epoche della storia quasi come fosse un elemento distaccato da esso.

cms_25982/2_Federico_Barnarossa.jpgE’ stata al centro di molteplici battaglie ed è stata contesa più di una volta trovandosi saccheggiata dalle truppe di Federico Barbarossa.

Donata a Pietro degli Annibaldi da Papa Innocenzo III, divenne feudo del Senato di Roma. Inserita nella legazione di Velletri, nel 1870 a seguito dell’Unità d’Italia venne annessa alla provincia di Roma e successivamente alla provincia di Latina.

Fin qui le nozioni storiche… ma un fattore ha accomunato quasi tutti i periodi citati: la coltivazione di un vitigno di cui non si conosce la provenienza ma che di fatto è presente da sempre nel territorio del comune di Cori, il vitigno a bacca rossa Nero Buono.

Vitigno con buona capacità produttiva in grado di sviluppare acini dal colore intenso che danno vita nella produzione in purezza a vini di colore rosso rubino, che si presentano al palato caldi, intensi, avvolgenti e di buon corpo. All’olfatto, note di frutti di bosco come more, lamponi, ribes, sono i benvenuti, così come il passaggio in barrique che alcuni Produttori prediligono, genera note speziate andando anche ad ammorbidire i già vellutati tannini.

In abbinamento si trova a suo agio con primi piatti al ragù di carne oppure con guanciale. Non disdegna salumi e formaggi stagionati.

cms_25982/3.jpg

La produzione limitata al solo territorio del Comune di Cori fa sì che venga considerato un “vino di nicchia” che va ricercato per le sue ampie qualità organolettiche. La storia di questo vitigno, vissuta attraversando migliaia di anni, lo identifica tra i messaggeri in grado di spiegarci le origini della nostra civiltà.

cms_25982/4.jpgIl solo pensare che questo vino sia stato degustato dai grandi nomi della storia ci fa sentire dentro la storia stessa ed in qualche modo non ci allontana molto da essa.

Una linea sottile ci lega profondamente alla storia della nostra nazione e tutte le volte che abbiamo la possibilità di degustare questi figli “minori” siamo in grado di scardinare le nostre assopite abitudini a vantaggio di momenti dal grande valore esperenziale.

Buona degustazione!

Carlo Dugo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos