IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

La finta novità del tunnel sottomarino

1597159753Copertina.jpg

Dopo la ricostruzione del ponte di Genova si torna a parlare del ponte sullo stretto di Messina, che divide animi e pareri dai tempi degli antichi Romani. Lo stretto di Messina consiste in un pezzo di mare a forma di imbuto di circa 3,14 chilometri che separa la Sicilia dalla Calabria, un luogo dove due mari s’incontrano rincorrendosi e rifuggendo l’uno dall’altro a causa delle differenze costitutive.

cms_18630/Foto_1.jpg

Già i Romani cercarono di realizzare un ponte con le barche. Il 1969, con il “concorso internazionale di idee” indetto dal Ministero dei lavori pubblici, sembra l’anno della svolta. I progetti sono molteplici e diversi: il tunnel a mezz’acqua ancorato al fondo tramite cavi d’acciaio, il ponte stellato a tre campate, il ponte sospeso a campata unica, il ponte sospeso a tre campate, il ponte sospeso a quattro campate, il ponte sospeso a cinque campate, la galleria sotterranea e il tunnel incassato nella diga sottomarina. Dunque il ponte di Messina è un progetto di cui si parla, ormai, da anni senza mai giungere ad una conclusione a causa delle difficoltà tecniche e reali che costituiscono una responsabilità di non poco conto. Perciò i vari governi si passano la patata bollente evitando, però, di giungere ad una soluzione perché l’idea c’è ma è complicata da realizzare; tanto che la società Stretto di Messina S.p.a., pur avendo dedicato decenni alla progettazione del ponte, adesso è in liquidazione. Neanche l’accordo con Eurolink per l’appalto fa intravedere una via d’uscita, eppure il Presidente Conte torna a parlarne nuovamente specificando che, comunque, prima occorre maturare e completare il programma dell’alta velocità nel sud Italia.

cms_18630/Foto_2.jpg

Sicuramente ci sono lavori più importanti da iniziare e portare a termine, tuttavia l’idea di un tunnel sottomarino affascina il presidente nonostante l’immediata risposta negativa dell’opposizione. Pertanto, la questione appare ancora irrisolta e, probabilmente, richiede del tempo per una effettiva risoluzione. Forse qualche decennio o, magari, centinaia di anni.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App