IL MILAN PAREGGIA CONTRO IL PARMA, MA È SEMPRE PRIMO

Vincono le altre grandi, mentre perde la terza gara la Fiorentina di Prandelli

IL_MILAN_PAREGGIA_CONTRO_IL_PARMA,_MA_È_SEMPRE_PRIMO_14_12_20_CALCIO_SERIE_A.jpg

Archiviata la parentesi europea torna, più avvincente e incerto che mai, il campionato di Serie A.

Partiamo dal Sassuolo di De Zerbi che batte, in casa, il Benevento 1-0 grazie alla rete di Berardi (c.d.r.) in avvio di gara. Da segnalare l’espulsione di Harasin (S) che ha costretto gli emiliani a giocare in dieci per tutto il secondo tempo.

Pioggia di gol a Crotone dove la squadra di casa batte lo Spezia per 4-1. Le reti sono state realizzate da Messias (doppietta), Reca e Eduardo Henrique. Il gol del temporaneo pareggio ospite, invece, è stato realizzato nel primo tempo da Farias.

Caterva di gol anche allo ‘Stadio Olimpico Grande Torino’, dove l’Udinese - alla seconda vittoria consecutiva in trasferta - supera i granata per 3-2 grazie alle reti di Pussetto, De Paul e Nestorovski. Di Belotti e Bonazzoli, invece, le reti che avevano determinato, nella ripresa, il provvisorio pareggio granata.

E conquista i tre punti anche il Verona che in trasferta batte la Lazio 2-1. Dopo l’autogol di Lazzari, in chiusura del primo tempo, arriva il pareggio laziale con Caicedo prima del definitivo vantaggio veneto con Tameze verso metà ripresa.

cms_20317/2_AntonioConte_Afp_ok.jpg

Reagisce immediatamente alla clamorosa eliminazione in Champions League la squadra di Conte che, a Cagliari, si impone in rimonta per 3-1. Dopo il vantaggio di Sottil, infatti, l’Inter va a segno per ben tre volte negli ultimi quindici minuti del match, con Barella, D’Ambrosio e Lukaku.

E vince in rimonta (2-1) anche il Napoli grazie ai gol, nel secondo tempo, di Lozano e Petagna. A farne le spese è la Sampdoria che era passata in vantaggio con Jankto nella prima frazione di gioco.

Netta vittoria dell’Atalanta contro la Fiorentina per 3-0 in virtù delle reti realizzate da Gosens, Malinovsky e Toloi. Notte fonda per i gigliati che con Prandelli hanno conquistato un solo punto in quattro gare.

Conquista l’intera posta in palio anche la Roma che, al ‘Dall’Ara’, supera il Bologna 5-1. Dopo le reti di Poli (autogol), Dzeko e Pellegrini, gli emiliani accorciano le distanze grazie ad un autogol di Cristante. Ma sempre nel primo tempo i giallorossi dilagano con Veretout e Mkhitaryan.

Con un secondo tempo convincente la Juventus si impone sul campo del Genoa 3-1 grazie alle reti di Dybala e Ronaldo (doppietta su calci di rigore). Sturaro, invece, aveva illuso i rossoblù con il gol del temporaneo pareggio.

Nel posticipo serale, infine, il Milan pareggia - in rimonta - 2-2 contro il Parma. Al doppio vantaggio emiliano con Hernani e Kurtic, risponde la squadra di Pioli con una doppietta di Hernandez.

Con questo risultato i rossoneri restano al primo posto in classifica con 27 punti, seguiti da Inter (24), Juventus e Napoli (23), Sassuolo (22), Roma (21) e Verona (19).

(Foto da adnkronos.com e Afp - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos