IL FARAONE AMENHOTEP I “SENZA VELI”

La rimozione virtuale delle bende rivela sconvolgenti verità

1640733214Copertina.jpg

Ha ben 3.500 anni, ma ne “dimostra” 35. È stata scoperta nel lontano 1881 ma solo adesso ha conquistato l’attenzione degli archeologi grazie a una ricerca dell’Università del Cairo, coadiuvata dall’Egyptian Mummy Project. Parliamo della mummia del faraone Amenhotep I, a capo dell’Egitto per 21 anni di regno tra il 1525 e il 1504 avanti Cristo. Un periodo pacifico, dicono gli storici, in cui il secondo re della XVIII dinastia commissionò la costruzione di molti templi.

cms_24283/Foto_1.jpg

La storia di questo reperto è singolare, poiché gli archeologi lo reputavano talmente fragile da non poterne autorizzare l’esposizione. Pertanto, quella di Amenhotep I – decorata con ghirlande di fiori e una maschera facciale in legno – era l’unica mummia egiziana rivenuta nel XIX secolo e non ancora accessibile ai ricercatori. Poi l’illuminazione: rimuovere le bende virtualmente, sfruttando le nuove tecnologie digitali. "Scaricando digitalmente la mummia e ’staccando’ i suoi strati virtuali, potremmo studiare questo faraone ben conservato con dettagli senza precedenti" ha spiegato il coordinatore della ricerca, il radiologo Sahar Saleem.

cms_24283/Foto_2.jpg

Secondo le conseguenti analisi, Amenhotep I avrebbe perso la vita a 35 anni, probabilmente a causa di una malattia organica poiché non sono emerse lesioni esterne, se non alcune ferite post mortem probabilmente causate dai ladri di tombe. Al momento della morte vantava denti sani (anche se l’arcata superiore era leggermente sporgente), mento e naso stretti, capelli ricci, statura pari a circa 169 centimetri. È stata inoltre evidenziata la presenza di 30 amuleti e una cintura d’oro fatti indossare al faraone al momento della sepoltura, come da consuetudine egizia.

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos