IL COMMERCIO INTERNAZIONALE GLOBALE IN PERCENTUALE DEL PIL

Hong Kong, Singapore e Taiwan dominano la classifica globale per valore del commercio internazionale in termini di PIL

1625653374Copertina.jpg

La Banca Mondiale calcola il valore del merchandise in percentuale del PIL. Il valore della variabile “Merchandise trade as a percentage of GDP” è costituito dalla somma delle esportazioni e delle importazioni di merci divisa per il valore del PIL in dollari USA.

Il ranking dei paesi per merchandise as a percentage of GDP.

I dati della banca mondiale, che fanno riferimento al 2020, possono essere disposti in ranking. Al primo posto vi è Hong Kong con un ammontare pari a 322,73, seguita da Singapore con un ammontare pari a 203,64, e dal Vietnam con un ammontare pari a 201,12. A metà classifica vi sono la repubblica Dominicana con un ammontare pari a 52,78, seguita dalle Maldive con un valore pari a 52,73% e il Qatar con un ammontare pari a 52,44%. Chiudono la classifica il Comoros con un valore pari a 19,92$, gli Stati Uniti con un ammontare pari a 18,34% e l’Etiopia con un valore pari a 16,36%.

Hong Kong.

Il valore del merchandise as a percentage of GDP ad Hong Kong è diminuito tra il 2014 ed il 2020 da un valore pari a 385,95% fino ad un valore di 322,72% ovvero una variazione pari ad un valore di 63,22 pari ad un ammontare di -16,38%. Tra il 2014 ed il 2015 il valore del merchandise as percentage of GDP ad Hong Kong è diminuito da un valore pari a 385,95% fino ad un valore pari a 345,61% ovvero una variazione pari ad un valore di -40,34 unità pari ad un valore del 10,45%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore del merchandise as percentage of GDP è diminuito da un valore pari a 345,61 fino ad un valore pari a 331,37% ovvero pari ad una variazione di -14,24 unità pari ad un valore di -4,12%. Nel passaggio tra il 2016 ed il 2017 il valore dell’ammontare del merchandise as percentage of GDP è passato da un valore pari a 331,37% fino ad un valore pari a 333,71% ovvero pari ad una variazione di 2,35 unità pari ad un valore dello 0,71%. Nel passaggio tra il 2017 ed il 2018 il valore del merchandise as percentage of GDP è diminuito da un valore pari a 333,71% fino ad un valore pari a 330,41% ovvero pari ad una variazione di 2,35 unità pari ad un valore di 0,71%. Nel passaggio tra il 2018 ed il 2019 il valore del merchandise as percentage of GDP è diminuito da un ammontare pari a 330,41 unità fino ad un valore pari a 306,52% ovvero pari ad una variazione di -23,89 unità pari ad un valore di -7,23%. Nel passaggio tra il 2019 ed il 2020 il valore del merchandise as percentage of GDP è aumentato da un valore pari a 306,52% fino ad un valore pari a 322,73% ovvero pari ad una variazione di 16,21 unità pari ad un valore di 5,29%.

Singapore.

Il valore del merchandise as percentage of GDP a Singapore è diminuito nel periodo tra il 2014 ed il 2020 da un ammontare pari a 251,96% fino ad un valore del 203,64% ovvero pari ad un valore di -48,32 unità pari ad un valore del 19,18%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un valore pari a 251,96% fino ad un valore pari a 210,61% ovvero pari ad una variazione di -41,35 unità pari ad un valore di -16,41%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore del merchandise as percentage of GDP è diminuito da un valore pari a 210,61 fino ad un valore pari a 192,56 ovvero pari ad una riduzione di -18,04 unità pari ad un valore di -8,57%. Nel passaggio tra il 2016 ed il 2017 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un valore pari a 192,56 unità fino ad un valore pari a 204,28 unità ovvero pari ad una variazione di 208,48% ovvero pari ad una variazione di 4,20 unità pari ad un valore di 2,05%. Nel passaggio tra il 2018 ed il 2019 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un valore pari a 208,48 unità fino ad un valore pari a 200,34 unità ovvero pari ad una variazione di -8,14 unità pari ad una variazione di -3,91%. Nel passaggio tra il 2019 ed il 2020 il valore del merchandise as percentage a Singapore è passato da un valore pari a 200,34% fino ad un valore pari a 203,64% ovvero pari ad una variazione di 3,30 unità pari ad un ammontare di 1,65%.

Vietnam.

Il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un ammontare pari a 160,07% fino ad un valore di 201,12% ovvero pari ad una variazione di 41,05 unità ovvero pari ad una variazione di 25,64%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un valore pari a 160,07% fino ad un valore pari a 169,57% ovvero pari ad una variazione di 9,49 unità pari ad un valore di 5,93%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da una valore pari a 2015 fino ad un valore pari a 171,18% ovvero pari ad un valore di 1,61 unità pari ad un ammontare dello 0,95%. Nel passaggio tra il 2016 ed il 2017 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un ammontare pari a 171,18% fino ad un valore pari a 191,23% ovvero pari ad una variazione di 20,05 unità pari ad un ammontare di 11,71%. Nel passaggio tra il 2017 ed il 2018 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un valore pari a 195,98% fino ad un valore pari a 197,64% ovvero pari ad una variazione di 1,66 unità pari ad un valore di 0,85%. Nel passaggio tra il 2019 ed il 2020 il valore del merchandise as percentage of GDP è cresciuto da un ammontare pari a 197,64% fino ad un valore pari a 201,12% ovvero pari ad una variazione di 3,48 unità pari ad un valore di 1,76%.

cms_22439/Foto_1.jpg

cms_22439/Foto_2.jpg

Conclusioni.

In sintesi è possibile sottolineare che molti paesi a reddito elevato hanno un valore del merchandise trade as percentage of GDP elevato, come dimostrato da Hong Kong, Singapore, Olanda, Belgio, Repubblica Ceca. Tuttavia vi sono anche molti paesi a reddito alto che hanno un valore del merchandise trade as percentage of GDP basso, per esempio UK con 38,34%, Israele con un valore pari a 29,74%, USA, con 18,34. Per quanto sia noto nella letteratura economica internazionalista che l’apertura al trade è associata alla GDP growth,tuttavia se si considera la specificità dei paesi si mette in evidenza quanto la scelta di fare crescere la variabile del merchandise trade sia più che altro una caratteristica dei paesi di riferimento piuttosto che una vera e propria strategia per la crescita economica. Ovvero vi sono dei paesi, e sono soprattutto piccoli paesi con dimensioni di territorio e popolazione ridotte, che hanno dei vantaggi molto significativi nella crescita del valore del merchandise trade as percentage of GDP. La crescita di tale variabile deve essere intesa più come manifestazione del ruolo che un paese ha nello scenario economico internazionale piuttosto che come una determinante necessaria per incrementare il PIL.

cms_22439/Foto_3.jpg

cms_22439/Foto_4.jpg

Angelo Leogrande

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos