IL CATHOLICOS ARMENO KAREKIN II FESTEGGIA I SUOI 70 ANNI TRA I MILITARI ARMENI IN CURA A VIENNA

1629750947Copertina.jpg

Il 21 agosto scorso ha compiuto i suoi primi 70 anni il Patriarca Supremo e Catholicos di tutti gli Armeni Sua Santità Karekin II. Nato col nome di Ktrij Nersessian a Voskehat, in Armenia, ha dedicato 56 anni della sua vita al totale servizio della Chiesa Apostolica Armena e sono trascorsi ormai due decenni da quando è stato eletto, giovanissimo, Primate della Chiesa Armena. Nonostante il clero e lo stato armeno fossero pronti ormai da tempo a festeggiare il suo 70° genetliaco, per sua esplicita richiesta la ricorrenza non verrà celebrata, e non avrà luogo nessun evento particolare.

cms_22923/Foto_1.jpg

"In questa speciale circostanza, il Patriarca di tutti gli Armeni invia le Sue Benedizioni e i Suoi migliori auspici a tutto il nostro popolo, prega per l’Armenia, per la pace in Artsakh, affinché il popolo possa avere una vita tranquilla e priva di pericoli nell’anima e nel corpo". Tale messaggio è stato diffuso dal Direttore dei Servizi di Informazione della Chiesa Apostolica Armena, il Rev.do Padre Vahram Melikyan.

Proprio nel giorno del suo compleanno Karekin II è volato a Vienna, dove ha partecipato a un incontro con quanti sono lì ricoverati a seguito della recente guerra in Artsakh. Infatti, grazie ad uno speciale progetto di cura, nella capitale austriaca sono accolti numerosi soldati che hanno riportato gravi ferite, soprattutto amputazioni e lesioni permanenti. Il Catholicos ha incontrato i militari feriti e le loro famiglie, portando conforto spirituale e la sua paterna Benedizione. Durante l’incontro il Patriarca Supremo si è informato delle condizioni di ciascuno, dei progressi nella riabilitazione e nel funzionamento delle protesi agli arti inferiori e superiori che molti dei feriti stanno imparando ad utilizzare, e ha ringraziato quanti si sono spesi per permettere la riabilitazione dei militari in cura in Austria.

Nel corso della sua visita quindi ha incontrato anche il cardinale di Vienna Christoph Schönborn.

Sul fronte delle altre Chiese Armene è varia la situazione. Il Patriarca degli Armeni Apostolici di Istanbul, Sua Eminenza Sahak IIal secolo Vahan Mashalian, classe 1962, eletto da poco più di un anno e mezzo dopo anni di vicissitudini e sede vacante, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico allo stomaco in settimana. Il comunicato stampa rilasciato dal Patriarcato Armeno di Istanbul attraverso la sua pagina Facebook sottolinea che Sahak II non è in pericolo di vita e che dopo un breve periodo di riposo riprenderà regolarmente i suoi uffici.

cms_22923/Foto_2.jpg

La Chiesa Cattolica Armena, in comunione con il papa di Roma, nel prossimo mese di settembre dovrebbe provvedere all’elezione del proprio primate. Il 25 maggio scorso, infatti, si è spento il patriarca armeno cattolico Krikor Bedros XX Ghabroyan. Durante il Sinodo Patriarcale nessuno dei candidati all’elezione ha superato il quorum necessario e pertanto il patriarcato è ancora sede vacante dopo tre mesi dalla morte del Patriarca di Cilicia degli Armeni Cattolici.

Carlo Coppola

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos