IL BLASCO È ANCORA QUA!

A giugno le date della tournée estiva del rocker di Zocca

IL_BLASCO_E_ANCORA_QUA.jpg

La sua voglia “rock” di stare con il pubblico, è più viva che mai. Lui che nel 2017, con Modena Park, ha battuto il record mondiale di spettatori (225 mila), in un’unica serata, a un live. L’uomo che, tra eccessi e sregolatezza, ha sempre fatto parlare di sé, soprattutto per le sue splendide, ed ever-green, canzoni di successo. Vasco Rossi, soprannominato il Komandante dai membri del suo official fan club, di anni ne ha sessantasei, di cui oltre quaranta trascorsi tra la gente nelle piazze, nei palazzetti e negli stadi. Sin dal 1977, anno in cui il Blasco incise il suo primo 45 giri Jenny/Silvia, la pluripremiata carriera cantautorale del rocker di Zocca conta più di 30 milioni di copie vendute dei suoi 32 album.

cms_9339/2.jpg

E non è ancora finita!Dopo l’evento epocale emiliano dell’anno scorso, Vasco Rossi sta per tornare con la nuova tournée a infiammare gli animi dei fan: le date estive, andate quasi tutte sold-out in pochi giorni, saranno a giugno all’ Olimpico di Torino l’1 e 2, il 6 e il 7 allo Stadio Euganeo di Padova, a seguire all’Olimpico di Roma l’11 e il 12, in Puglia al San Nicola di Bari il 16 e il 17 e il 21 ultima data allo Stadio San Filippo di Messina. A dire il vero la rockstar ha già dato il via al tour con una data zero il 27 maggio allo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro; divenuta anche la prova generale del “VascoNonStop 2018”, d’innanzi a 26 mila fan giunti da tutta l’Italia. Vasco punta a sorprendere ancora con il nuovo tour, sperimentando dal vivo nuove sonorità, ma non solo. L’idea è quella di “un cantiere in continuo movimento”: a Lignano, per esempio, ha stupito il pubblico scegliendo un arrangiamento metal e feroce (citando Enter Sandman dei Metallica) di Fegato Fegato Spappolato, inserendo anche nella scaletta pezzi che hanno fatto la storia come Domenica Lunatica e Stupido Hotel.

cms_9339/3.jpg

Con il live friulano, Vasco ci ha dimostrato che la sua ugola ha molto da raccontare, anzi urlare. E se consideriamo che l’anno scorso molti hanno pensato di Modena Park come il concerto del ritiro dalle scene, la sua ultima performance è giunta a smentire tali cattivi pensieri. Insomma, il Kom continuerà a divertirsi e a emozionare ancora a lungo, così come lui stesso afferma in un’intervista di Vanity Fair: «Modena Park è stato un evento talmente straordinario sotto tutti i punti di vista che uno, dopo, avrebbe anche potuto fermarsi. Ma io di smettere non avevo voglia neanche un po’. (…) Dopo Modena Park mi sento libero e tranquillo di poter fare quello che mi pare. Mi voglio divertire e finché la gente, il mio popolo, si diverte io sono pronto a salire sul palco tutti gli anni». La forza unificatrice del rock e le parole di Vasco hanno coinvolto emotivamente generazioni intere, facendole immedesimare ai suoi testi e alla sua storia non solo artistica. Vasco è ancora qua e non intende fermarsi.

(foto dal sito web di Vasco Rossi: si ringrazia)

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos